Archive 81: cosa devi sapere del podcast horror che diventerà una serie Netflix

Dead Signals Il poster del podcast Archive 81

È una produzione indipendente Dead Signals e i creatori sono Marc Sollinger e Daniel Powell, due fan dell'horror che per questo audio drama in found-footage si sono ispirati ad un caso realmente avvenuto, più o meno.

"Una città, una storia, e un male inimmaginabile". Si presenta così Archive 81, il podcast horror in found-footage che si appresta a diventare una serie TV.

Netflix ha affidato l'adattamento televisivo a Rebecca Sonnenshine, la sceneggiatrice di The Boys e The Vampire Diaries, che promette un horror soprannaturale oscuro, spaventoso e disturbante.

La produzione non a caso è griffata Atomic Monster, la società fondata da James Wan, il regista di saghe horror di enorme successo come quelle di Saw, Insidious e The Conjuring.

La prima stagione di Archive 81 sarà composta da otto episodi e si avvale della consulenza artistica di Marc Sollinger e Daniel Powell, la coppia di creatori del podcast.

I protagonisti della serie saranno Mamoudou Athie (già visto in Underwater e The Get Down) e Dina Shihabi, apparsa in Jack Ryan e Altered Carbon.

Nel cast spiccano anche altri volti noti del piccolo e grande schermo:

  • Martin Donovan, l'attore di Tenet e Big Little Lies
  • Matt McGorry, visto in Orange Is the New Black e Le regole del delitto perfetto
  • Julia Chan, l'attrice britannica di Saving Hope e Katy Keene
  • Evan Jonigkeit, il Toad di X-Men - Giorni di un futuro passato
  • Ariana Neal, la bambina che interpreta la figlia di Taraji P. Henson nel film Il diritto di contare

La regia sarà di Rebecca Thomas, la regista di alcuni episodi di Stranger Things oltre che di Electrick Children e della serie Limetown, a sua volta basata su un podcast.

Thomas figura pure come produttrice esecutiva insieme allo sceneggiatore Paul Harris Boardman, l'esperto autore dei copioni di Liberaci dal male e The Exorcism of Emily Rose.

Ma di cosa parla esattamente Archive 81?

Archive 81: la trama

L'horror segue le vicissitudini di Dan Turner (Athie), un archivista che lavora per la Housing Historical Committee di New York.

Archiviare e catalogare registrazioni è un'operazione meticolosa, specie quando Dan accetta un incarico singolare: restaurare una collezione di videocassette risalenti al 1994.

Quei nastri appartengono ad una personalità di spicco: la celebre documentarista Melody Pendras (Shihabi). All'epoca la regista stava indagando su una setta (satanica?) e sull'enigmatico edificio dove si sarebbero consumati fantomatici riti occulti.

Dan viene coinvolto sempre di più nelle ricerche e nell'ultimo lavoro di Melody: la donna, infatti, è scomparsa da 25 anni in circostanze mai chiarite del tutto.

I personaggi ricorrenti sono il misterioso Virgil (Donovan), il miliardario che ingaggia Dan per il progetto di restauro, e Mark (McGorry), il migliore amico di Dan ossessionato dal podcast Mystery Signals.

Chan interpreta l'artista sempre al verde Anabelle e amica intima di Melody. Samuel (Jonigkeit) è un collega di Melody, un professore affascinante ed enigmatico.

Infine c'è Jess (Neal), una bambina intelligente e intraprendente ma colpita da una strana malattia, che chiede aiuto proprio a Melody quando finisce in pericolo.

Prodotto da Dead Signals e lanciato nel 2018, Archive 81 è arrivato alla terza stagione e ha già in cantiere la quarta. Ogni episodio viene rilasciato ogni due settimane.

Sollinger e Powell sono fan accaniti di horror come It Follows e V/H/S e di scrittori quali Kelly Link, Samuel R. Delany, Ursula K. Le Guin e Jeff VanderMeer.

I due, sulla scia di altri podcast come The Message, The Black Tapes e Limetown, hanno raccontato al Guardian che Archive 81 è liberamente ispirato ad un caso realmente avvenuto.

Sollinger ha spiegato che Powell è stato il manager di una libreria di effetti sonori, un lavoro particolare perché "per lo più si tratta di stare da soli ad ascoltare suoni strani per tutto il giorno".

Mentre stavamo facendo brainstorming a caccia di idee per progetti audio su cui lavorare, le nostre riflessioni si sono mischiate ad alcuni pensieri sulla natura intrinseca dello sfruttamento ciclico del capitalismo e del suo orrore, sul fatto che entrambi stavamo sperimentando l'assurda solitudine delle grandi città, e il nostro desiderio di fare qualcosa che fosse principalmente guidato dal suono. In qualche modo, tutto ciò si è tradotto nella storia di un archivista solitario che cataloga nastri raccapriccianti.

La loro Dead Signals ha da poco lanciato un altro podcast, The Deep Vault, un audio drama sci-fi distopico in 7 episodi.

La serie è ambientata negli Stati Uniti post-apocalittici del futuro, dove un gruppo di amici si rifugia in un bunker sotterraneo per fuggire da robot, mostri e computer minacciosi.

Dove ascoltare Archive 81

È possibile ascoltare Archive 81 su varie piattaforme: Apple Podcasts, Spotify, Stitcher, Radiopublic, Soundcloud e Google Play.

Sollinger e Powell, invece, hanno specificato su Twitter che la serie TV Netflix "non influirà sulla produzione del podcast".

I due tranquillizzano i fan dell'audio drama e assicurano un futuro crossmediale al progetto: "Abbiamo ancora il completo controllo creativo, e abbiamo intenzione di continuare a rendere tutto ciò strano, conflittuale e vagamente alienante".

Leggi anche

      Cerca