Dove è stato girato La vita davanti a sé? Le location del film con Sophia Loren

Netflix Madame Rosà e Momo per strada

Il film di Netflix con protagonista Sophia Loren porta la vicenda parigina del romanzo di Romain Gary tra le strade della città di Bari: le location del film.

Se alla fine della visione di La vita davanti a sé vi siete sentiti confusi rispetto alla sua ambientazione, non temete. Non vi siete distratti voi durante la visione. Il film di Edoardo Ponti che rende protagonista l'attrice e madre Sophia Loren di un'aspettata corsa alla nomination per gli Oscar 2021 non specifica mai chiaramente in quale città vivano Madame Rosa e Momò, ilragazzino difficile che viene affidato alla sua custodia.

L'intento del film è infatti quello di ritrarre una città mediterranea moderna e multietnica, dove tradizioni autoctone e culture altre s'intrecciano tra i vicoli e le case popolari, in un miscuglio di religioni, criminalità, prostituzione e strada maestra di vita. L'omonimo romanzo di Romain Gary da cui è tratto il film è ambientato nel quartiere multietnico di Belleville, nella Parigi degli anni '70.

Il film Netflix - riadattato e ambientato nel presente - è volutamente ambiguo a riguardo, tracciando il ritratto di una città calda, popolare e indistinta. La casa di Rosa potrebbe trovarsi in Italia o in un altro dei paesi europei che affacciano sul Mediterraneo. La vita davanti a sé potrebbe essere ambientato a Napoli, a Messina, così come a Valencia o a Marsiglia.

Tuttavia è ben noto dove è stato girato: la troupe si è mossa per la città di Bari per settimane, trovando nei vari quartieri del capoluogo pugliese gli scenari perfetti per la storia di crescita del giovane orfano Momo. Il regista ha volutamente evitato di dare un'immagine turistica e da cartolina di Bari, preferendo un'approccio realista e rionale. Molte scene di La vita davanti a sé sono state infatti girate nei quartieri popolari della città.

NetflixMomo con alle spalle un mercato rionale
L'atmosfera mediterranea e popolare di Bari fa da sfondo alle vicende del film

Sophia Loren ha poi ringraziato la città e i baresi per la calda ospitalità ricevuta durante le riprese, sostenendo di essersi sentita a casa come quando si trova a Napoli. Di certo La vita davanti a sé è un modo per immergersi nella realtà barese al di là di facili stereotipi legati al Mezzogiorno e alla sua vocazione turistica. 

I quartieri di Rosa e Momo

Tra le location più suggestive e riconoscibili del film nelle scene girate in esterna ci sono i vicoli della città vecchia di Bari, dove vediamo sgusciare con agilità Momo quando è impegnato nello spaccio di stupefacenti. La parte storica della città, oggetto di una recente riqualificazione, è formata da vicoli lunghi e stretti che ben si adattano alle scene più concitate della vicenda.

A questa zona è legata anche l'immagine più turistica della città pugliese, con le donne che preparano le orecchiette sull'uscio di casa e le facciate degli edifici storici secolari illuminate dal sole. La scena di Ponti di raccontare la storia di Momo crea un contrasto moderno rispetto all'aspetto secolare di questa parte di Bari. Data la storia personale di Madame Rosa non è una sorpresa che alcune scene siano state girate nell'antico quartiere ebraico della città, il Trani.

NetflixIl regista sul set con gli attori
Le strade storiche di Bari ospitano il giovane e irrequieto Momo

In alcuni passaggi è riconoscibile il centrale e trafficato quartiere Murat, che prende il nome dal maresciallo di epoca napoleonica che sostenne il progetto di ampliamento dell'antico nucleo medioevale della cittadina.

Direttamente confinante con il Murat c'è il quartiere Libertà, di qualche secolo più recente. Qui sono ambientate molte scene del film, anche perché si tratta di una zona della città popolare e multietnica, che offre l'atmosfera perfetta per il crocevia di storie e di culture raccontato da La vita davanti a sé. In alcune scene è possibile distinguere l'imponente edificio del Redentore, sede che i Salesiani dedicano da decenni all'accoglienza dei minori in difficoltà.

Altro grande protagonista del film è il lungomare cittadino, a partire dal piccolo porto di Santo Spirito. Spesso sugli scogli vediamo Momo pensieroso, che riflette sul suo rapporto con Rosa. Nella pellicola lo vediamo spesso sfrecciare in bicicletta sul lungomare vero e proprio, nel tratto tra la Fiera del Levante e il quartiere San Girolamo, altro punto di riferimento del film.

Così come i protagonisti, anche il troupe ha fatto una gita fuori città per girare la scena del compleanno di Rosa. Il bellissimo ristorante dove l'anziana donna, Lola e Momo festeggiano il compleanno di Madame si trova vicino ad Ostuni. Si tratta di un'antica masseria secolare trasformata in agriturismo. È immersa in una sterminata coltivazione di ulivi, dove la Rosa perderà l'orientamento.

  • Il film Netflix con protagonista Sophia Loren è stato quasi interamente girato a Bari, nei vari quartieri della città e sul lungomare. 

    Per scoprire nel dettaglio i luoghi del film potete leggere l'approfondimento dedicato. 

  • Il film con protagonista Sophia Loren è ambientato in una città di mare europea di chiara matrice mediterranea, ma il lungometraggio non chiarisce mai esattamente dove vivano Rosa e Momo. È una scelta consapevole, per dare un ritratto universale della realtà multietnica, popolare e accogliente del sud Europa che affaccia sul Mare Nostrum. 

    Il film è stato quasi interamente girato a Bari

Leggi anche

      Cerca