Notturno di Gianfranco Rosi rappresenterà l'Italia agli Oscar 2021

La commissione preposta ha scelto il candidato italiano per la corsa all'Oscar 2021 per il miglior film internazionale: a rappresentarci sarà il documentario Notturno di Gianfranco Rosi.

Rai Cinema Gianfranco Rosi

Notturno di Gianfranco Rosi sarà il candidato italiano per la corsa agli Oscar 2020 nella categoria Miglior film internazionale (ex Miglior film in lingua straniera). A darne l’annuncio è stata la stessa commissione di selezione istituita dall’ANICA, che ha valutato i film italiani candidatisi in precedenza per selezionare il finalista. La commissione votante di quest’anno - formata da Nicola Borrelli, Simone Gattoni, Paolo Genovese, Carlo Poggioli, Cristina Priarone, Gloria Satta, Baba Richerme - ha espresso la sua preferenza davanti a un notaio. ANICA la farà pervenire all’Academy of Motion Picture Arts and Sciences. 

La prima vittoria di Gianfranco Rosi nella lunga e agguerrita corsa a una candidatura non arriva così inaspettata. Nel 2021 - un po’ per lo stop alle uscite nelle sale, un po’ per mancanza di grandissime pellicole - la concorrenza non si è rivelata poi così agguerrita per il documentarista. L’unica pellicola con il pedigree necessario a diventare un contendente agli Oscar era Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, vincitrice del Leone d’Argento all’ultima edizione della Berlinale. 

Rai CinemaUn giovane siriano in motocicletta
Notturno rappresenterà l'Italia agli Oscar 2021

Nonostante Notturno sia uscito a mani vuote dalla Mostra d’Arte cinematografica di Venezia (dove è stato presentato in concorso), il profilo autoriale e internazionale di Rosi ne fatto un candidato ideale. Documentarista dal taglio rigoroso e dallo sguardo politico e sociale, in passato Rosi ha già vinto un Orso d’orso e un Leone d’oro a Berlino e Venezia. Pur essendo di nicchia, le sue opere sono conosciute e apprezzate anche oltreoceano. 

Notturno inoltre è un progetto di grande attualità: il documentario racconta la Siria post ISIS, seguendo le storie della popolazione locale. Rosi avvicina e ritrae vincitori e vinti, uniti da una vita da ricostruire tra le macerie di una nazione squassata dalla guerra. Il documentario è stato girato nelle zone di confine tra  Libano, Iraq, Siria e Kurdistan, per una lavorazione durata ben tre anni. 

Notturno: i punti di forza del candidato italiano agli Oscar

Il risultato è un documentario 100 minuti, potente e lirico sia nelle storie raccontate sia nelle immagini. Infatti Rosi è famoso per l’incredibile capacità di girare immagini mozzafiato, rendendo visivamente stupefacenti anche gli ambienti più umili e degradati. Un’altra freccia nell’arco del film è la possibilità di candidarsi anche nella categoria Miglior documentario. Tradizione vuole che per avere più chance di vittoria nelle categorie “nazionali”, un film straniero debba essere candidato per la propria nazione come rappresentante dell'annata. Quella della commissione dunque potrebbe essere una mossa strategica per dare forza anche a quella possibile candidatura di Notturno. 

Che Rai Cinema creda nella possibilità di una (o addirittura due) nomination è evidente. Non più tardi della scorsa settimana il documentario campeggiava nella newsletter di Variety, spazio promozionale conteso dagli addetti ai lavori per far conoscere i film candidabili agli Oscar meno noti. Non dimentichiamo poi le esternazioni di Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, all’indomani del Palmares di Venezia.

L’AD non era stato di certo sottile nel criticare le scelte della giuria capitanata da Cate Blanchett, probabilmente insoddisfatto proprio per la mancanza di premi per Notturno, a fronte di uno strategico piazzamento di premi per film statunitensi già in odore di Oscar. In un anno così povero di vetrine festivaliere, a un film piccolo come Notturno un premio importante come a Venezia avrebbe fatto comodo, proprio in chiave Academy Awards. 

Per sapere se Rosi riuscirà a spuntarla bisognerà attende il 19 febbraio 2021, quando verrà annunciata la longlist di 10 titoli da cui verranno selezionati i 5 finalisti per la categoria Miglior film internazionale. La cinquina finale verrà annunciata con le restanti categorie il 15 marzo 2021, mentre gli Oscar verranno assegnati in un’edizione parecchio “ritardataria” il 25 aprile 2021. Per saperne di più potete leggere la recensione da Venezia e l'approfondimento dedicato a trama e location del film.

Leggi anche

      Cerca