Fuoco incrociato a Natale, la crime comedy tedesca Netflix per le feste

Tutto quello che c'è da sapere sullo spassoso (e violento) film di Detlev Buck, che chiama a raccolta per questo "Christmas Tale" politicamente scorretto un ricco cast che va da Kostja Ullmann e Alli Neumann alla super-sexy (e spietata) Sophia Thomalla.

Immaginate di voler trascorrere un Natale rilassante in campagna e invece vi ritrovate nel bel mezzo di una buffa e disperata vendetta, fatta da strampalati ed impensabili personaggi mossi da un amore immenso quanto la loro incontenibile rabbia.

È questo lo spunto di Fuoco incrociato a Natale (in originale Wir können nicht anders, ovvero "non possiamo evitarlo"), la crime comedy tedesca che Netflix lancia in tutto il mondo a partire da venerdì 4 dicembre 2020.

Cosa aspettarsi da questa bizzarra commedia criminale che gioca coi generi ibridando demenziale, poliziesco e gangster movie? Scopriamolo insieme. Il trailer, intanto, lo trovate in apertura di questo articolo.

La trama

Alla base di Fuoco incrociato a Natale c'è la festa di Sinterklaas, che si celebra ogni anno il 6 dicembre, il giorno di San Nicola.

È una celebrazione tipica del Nord Europa, risalente all'alto medioevo: secondo la tradizione, San Nicola di Bari arrivò in Olanda sotto il nome di Sinterklaas, da qui è approdato negli Stati Uniti con la scoperta delle Americhe ed è diventato il Babbo Natale che oggi conosciamo.

Da allora si festeggia con gioia l'arrivo del canuto vescovo e dei suoi aiutanti mori, che donano gli agognati regali ai bambini in trepida attesa.

Il film immagina una vigilia di San Nicola movimentata e abbastanza particolare. Dopo una notte di passione, infatti, Edda convince Sam ad accompagnarla per le feste nel paesino dov'è nata e cresciuta. Una cittadina remota nella quale non mette piede da cinque anni.

Durante il viaggio, sullo sfondo di paesaggi di provincia sconosciuti e semideserti che a tutto fanno pensare tranne che a parchi principeschi, castelli sfarzosi, alberi in fiore e pane appena sfornato tipici della Germania profonda, la coppia accidentalmente si separa.

Sam si imbatte per caso in un gruppo di criminali che sta per giustiziare un giovane ufficiale. Edda non è da meno e si ritrova davanti un poliziotto non proprio irreprensibile. Di nuovo insieme, Edda e Sam dovranno cercare di sopravvivere tra uomini che non hanno nulla da perdere e sono disposti a tutto per amore e donne tutt'altro che vittime di violenza.

Il cast

Gli attori di Fuoco incrociato a Natale sono volti notissimi del cinema e delle serie TV tedesche.

Sam è interpretato da Kostja Ullmann, l'attore lanciato dal coming-of-age queer Sommersturm e visto nella mini-serie Volevamo andare lontano - Bella Germania e nel ruolo di Rasheed in La spia - A Most Wanted Man.

Edda è Alli Neumann, alla sua seconda apparizione sullo schermo dopo Wach di Kim Frank.

Alli è infatti una cantante, famosa in patria grazie alla canzone Zeit steht, in coppia con il rapper Trettmann, e al singolo Monster.

Nel ruolo dello spietato Herrmann troviamo Sascha Geršak, esperto attore di cinema e teatro, diventato celebre in patria con Kurnaz - Fünf Jahre Leben, il film d'esordio di Stefan Schaller.

Geršak è apparso anche nelle serie Tatort e Im Angesicht des Verbrechens.

Merlin Rose veste i panni di Rudi. L'attore berlinese, classe 1993, è una faccia conosciuta per gli abbonati a Netflix: è stato Marek Tannhaus, il figlio dell'orologiaio Heinrich Gustav, nell'acclamata serie Dark.

Rose è stato pure nel cast del film As We Were Dreaming di Andreas Dresen e delle serie Das Boot e Der Lehrer.

Una delle incredibili donne che Sam e Edda incontrano lungo il loro cammino è Katja.

Ad interpretarla è Sophia Thomalla, figlia del baritono André Vetters e dell'attrice Simone Thomalla e compagna di Till Lindemann, il leader dei Rammstein.

Apparsa in film e serie, da Commissario Laurenti a La febbre del cemento, Sophia è stata inserita dal magazine FHM nella classifica delle donne più sexy di Germania.

Il grottesco e minaccioso personaggio di Rainer è stato affidato al veterano caratterista Peter Kurth, attore attivo dagli anni Novanta e consacrato dal thriller televisivo Tatort.

Kurth ha avuto il primo ruolo da protagonista in Herbert di Thomas Stuber, nel quale è stato l'ex pugile malato di SLA del titolo. È apparso con Franz Rogowski e Sandra Hüller nella commedia Un valzer tra gli scaffali sempre di Stuber e nel cast della serie Babylon Berlin, nei panni di Bruno Wolter.

Il cast di Wir können nicht anders è completato da Anika Mauer, Frederic Linkemann, Bernd Hölscher, Karsten Mielke, Malte Thomsen, Roman Schomburg e dal regista del film, Detlev Buck.

Il regista

Fuoco incrociato a Natale è una co-produzione DCM Pictures, Bucket, Boje Buck Produktion, The PostRepublic e ZDF, la televisione pubblica tedesca.

La regia è stata affidata a Detlev Buck, attore, regista e sceneggiatore nato nel 1962 e giunto al successo ad appena 22 anni grazie al cortometraggio Erst die Arbeit und dann?, diventato in breve tempo un piccolo classico del cinema indie tedesco.

Buck ha diretto e interpretato tantissime commedie, tra cui Hopnick (1990), No More Mr. Nice Guy (1993, presentata alla Berlinale), Männerpension (1996, film che ha lanciato le future star Heike Makatsch e Marie Bäumer) e il franchise di Bibi & Tina.

Il suo unico film arrivato nelle sale italiane è stato Giovane e violento del 2006, selezionato nella sezione Panorama di Berlino e storia di un 15enne di nome Michael (David Kross), diventato corriere della droga nella Berlino multirazziale di oggi. Il film è un libero adattamento del romanzo Knallhart di Gregor Tressnow.

Buck è un personaggio singolare nel panorama del cinema tedesco, un regista che ama la contaminazione tra i generi e che non ha paura di passare dalle commedie popolari ai film d'autore.

Per Wir können nicht anders, ha affidato le musiche a Get Well Soon, il progetto baroque-pop del compositore tedesco Konstantin Gropper.

Gropper ha scritto la colonna sonora del film insieme ad Alex Mayr, la cantautrice lanciata dall'album Wann fangen wir an?.

Il risultato è un film di Natale divertente quanto cattivo e politicamente scorretto, dove tutto monta lentamente verso la violenza.

Pronti a questo "Christmas Tale" pieno di sangue e pallottole? Da vedere soprattutto se non sopportate le feste, ma ovviamente non potete evitarle.

Leggi anche

      Cerca