Joaquin Phoenix rifiutò altri ruoli Marvel oltre a Doctor Strange

Prima della sua straordinaria performance in Joker, Joaquin Phoenix ha sfiorato più volte la strada dell'universo cinematografico Marvel, senza mai arrivare a conclusione.

Warner Bros. Joaquin Phoenix in Joker

Oggi quando si pensa a Joaquin Phoenix e ai personaggi dei fumetti di supereroi al cinema, viene subito in mente Joker. Non potrebbe essere altrimenti, considerato l'incredibile successo di pubblico e di critica ottenuto dal film di Todd Phillips. A spiccare in quel racconto delle origini della nemesi di Batman fu proprio l'interpretazione del celebre attore statunitense, premiata con l'Oscar al Miglior attore protagonista nell'edizione 2020. Insomma, Phoenix è ormai associato dagli appassionati di fumetti alla figura di un personaggio DC Comics, ma la storia avrebbe potuto essere molto diversa.

Non tutti sanno o si ricordano infatti che c'è stato un momento in cui l'attore è andato davvero molto vicino a diventare una delle stelle del Marvel Cinematic Universe. Ancora meno però sono gli appassionati a conoscenza del fatto che non ci fu un'unica occasione in cui Phoenix è quasi entrato nel franchise. Sono stati infatti diversi i casi in cui questa possibilità si è quasi avverata.

Proviamo quindi a dare uno sguardo a quello che sarebbe potuto accadere, ripercorrendo i casi in cui Phoenix ha sfiorato la strada del Marvel Cinematic Universe. Un viaggio che ci porterà fino agli albori della saga, nell'attesa che magari arrivino annunci sul suo futuro ingresso in un ruolo completamente nuovo. Tutto può accadere, no?

Doctor Strange

Disney/Marvel StudiosBenedict Cumberbatch come Doctor Strange

Il caso più celebre è quello relativo al casting di Joaquin Phoenix per la parte dello Stregone Supremo nell'universo cinematografico Marvel. Al contrario di quanto si possa pensare, la prima scelta dei Marvel Studios fu effettivamente Benedict Cumberbatch, che finirà per ottenere la parte. Tuttavia all'epoca l'attore inglese era impegnato con la serie TV Sherlock e un adattamento teatrale di Amleto e sembrava impossibilitato a prendere parte alle riprese. Per questo motivo la produzione si rivolse a Phoenix, dando il via alle trattative.

La notizia arrivò anche alla stampa e agli appassionati e, quando questo avviene, tipicamente indica che le contrattazioni sono ormai in via di definizione. Tutto sembrava fatto quindi, mancava solamente l'effettiva firma e l'annuncio, ma all'ultimo Phoenix cambiò idea facendo saltare l'accordo. In seguito ha spiegato la sua decisione, dichiarando: "C'erano troppe richieste che andavano contro i miei istinti per il personaggio". A questo, secondo alcuni rumor, si accompagnavano alcuni timori relativi agli impegni promozionali per i press tour, che Phoenix non apprezza particolarmente.

A quel punto i Marvel Studios fecero un nuovo tentativo con Benedict Cumberbatch, che si dimostrò ancora interessato al ruolo. Per questo motivo quindi riorganizzarono la lavorazione della pellicola, di modo da permettere all'attore di incastrare tutti i propri impegni. E così, Doctor Strange arrivò nelle sale nel 2016, primo punto di un'ascesa alla notorietà del personaggio.

Hulk

Universal Pictures/Marvel StudiosEdward Norton in L'incredibile Hulk

Torniamo indietro nel tempo di circa dieci anni. I Marvel Studios erano al lavoro sul proprio ambizioso nuovo progetto che avrebbe coronato la Fase 1 dell'universo cinematografico che stavano costruendo, facendo incontrare i loro eroi più potenti, presentati negli anni precedenti. Stiamo parlando di The Avengers, primo incontro sul grande schermo di personaggi come Capitan America, Vedova Nera, Thor, Iron Man, Occhio di Falco e Hulk. Tuttavia, c'era un problema proprio con quest'ultimo.

Dopo aver interpretato il Golia Verde nella sua prima avventura solista infatti, erano sorti dei problemi con Edward Norton. L'attore infatti aveva avuto delle discussioni con la produzione e così per non meglio specificate divergenze creative, lasciò il franchise, lasciando ai Marvel Studios il compito di trovare un nuovo Bruce Banner e uno dei primissimi nomi a emergere fu proprio quello di Joaquin Phoenix. Pochi giorni dopo l'annuncio dell'addio di Norton infatti iniziarono a circolare rumor a riguardo, direttamente da alcuni insider.

Non ci fu effettivamente seguito a quelle voci però. Probabilmente, se dei contatti ci sono stati, non andarono oltre le fasi preliminari. Il ruolo del Golia Verde è quindi arrivato a Mark Ruffalo, che ha interpretato il personaggio o il suo alter ego in sette pellicole finora a cui non è da escludere se ne aggiungeranno altre in futuro.

Teschio Rosso

Paramount Pictures/Marvel StudiosHugo Weaving in Captain America - Il primo Vendicatore nei panni di Teschio Rosso

Joaquin Phoenix non ha avuto solo l'opportunità di interpretare degli eroi nell'universo cinematografico Marvel. C'è stato infatti un momento, ancora nella Fase 1, in cui è stato seriamente considerato per uno dei villain più temibili della Casa delle Idee. Stiamo parlando di Johann Schmidt ovvero Teschio Rosso, leader dell'HYDRA e nemesi storica di Capitan America.

A rivelare che Phoenix fu in lizza per il ruolo è stato Charlie Wen, ex-head of visual development per i Marvel Studios nel corso di un'intervista concessa a Looper. L'artista ha spiegato come l'attore avesse fatto un'audizione per la parte e che si arrivò addirittura a realizzare dei concept art per immaginarlo nei panni del villain. A giudicare da questi (disponibili nell'articolo originale) sarebbe stato una scelta decisamente interessante, capace di fornire una degna presenza scenica al temibile criminale.

Tuttavia, come sappiamo, il ruolo è andato a Hugo Weaving in Captain America - Il primo Vendicatore. L'attore britannico ha poi rinunciato alla parte, recentemente interpretata da Ross Marquand nei due film dedicati agli Avengers. Chissà che in una futura apparizione il testimone non possa passare, o meglio tornare, a Joaquin Phoenix...

Ma cosa ne pensa Joaquin Phoenix?

Gravier Productions, Inc./Sony Pictures ClassicsJoaquin Phoenix in Irrational Man

Insomma, tre occasioni che avrebbero probabilmente cambiato profondamente la carriera dell'attore, portandolo su strade completamente diverse. Qual è l'opinione di Phoenix a riguardo? Stando a quanto dichiarato da lui stesso in un'intervista, non ha dei rimpianti a riguardo. Nonostante apprezzi le pellicole del franchise, è convinto che tutto si sia risolto per il meglio e tutti siano felici quindi va benissimo così. Queste le sue dichiarazioni:

Penso che facciano dei film divertenti e grandiosi. Non hanno nulla di male... Non sono un fottuto, come dire, cinefilo. Non sono uno snob e mi vanno assolutamente bene. Mi diverto con quei film a volte e penso che tengano in qualche modo in piedi tutta la fottuta industria, quindi non ho alcun problema con loro. Penso che tutti siano stati... Sto cercando di capire come metterlo nella maniera più diplomatica possibile, ok... Penso che tutti siano stati molto felici di come le cose siano andate. Tutte le parti sono state soddisfatte.

E tu, concordi con lui? Oppure avresti voluto tanto vedere Joaquin Phoenix in uno di questi ruoli all'interno del Marvel Cinematic Universe?

Leggi anche

      Cerca