The Dig (La nave sepolta), il trailer del film Netflix con Carey Mulligan e Ralph Fiennes

Trama, trailer e tutte le informazioni necessarie sul film di Simon Stone che esce in streaming il 29 gennaio e racconta la storia dell'incredibile ritrovamento del tesoro di Sutton Hoo.

Due divi candidati all'Oscar, uno dei più acclamati registi teatrali del circuito internazionale e un'incredibile storia realmente accaduta: quella del tesoro di Sutton Hoo, la scoperta archeologica più importante del medioevo britannico.

Sono questi gli ingredienti di The Dig, il film di Simon Stone che promette di rinverdire il fascino di una vicenda da molti considerata ancora misteriosa. Esce in streaming su Netflix venerdì 29 gennaio 2021 e punta a ribadire la necessità di fare i conti con il nostro passato e i suoi tesori.

Ecco la trama, il trailer e la storia vera che l'ha ispirato.

La trama

The Dig si svolge nell'anno 1938, quando la Seconda guerra mondiale è ormai incombente. La ricca Edith Pretty, vedova del colonnello dell'esercito Franck, crede che nella sua proprietà nel Suffolk a Sutton Hoo, su un promontorio sovrastante il fiume Deben, nelle vicinanze della città di Woodbridge, vi siano sepolti antichi tesori.

Per farsi aiutare nelle ricerche, decide di assumere l'archeologo dilettante e autodidatta Basil Brown. L'uomo, appassionato di storia e astronomia, viene da una famiglia di contadini, ma ha un'autentica passione per l'Europa tardoantica e medievale. Edith e Basil cominciano i lavori ignari dell'importante scoperta a cui stanno per andare incontro: la nave-tomba del "Tutankhamun di Gran Bretagna".

Quando la signora Pretty contatta il museo di Ipswich, il mistero di quel prato pieno di tumuli dà il via ad una serie di contrasti con le autorità.

Larry Horricks/NetflixCarey Mulligan e Ralph Fiennes in una scena del film The Dig
Mulligan e Fiennes, ovvero Edith Pretty e Basil Brown

Il cast

Dopo Suffragette e Via dalla pazza folla, Carey Mulligan è tornata al dramma d'epoca in costume per diventare Edith Pretty, un ruolo che inizialmente era stato previsto per Nicole Kidman.

D'altronde, l'attrice londinese ha sfondato con An Education, film che le ha fatto vincere un Bafta, oltre alle nomination al Golden Globe e all'Oscar, ed è apparsa in Mudbound, ambientato negli Stati Uniti del 1941.

Ralph Fiennes, ovvero l'archeologo Basil Brown, non è da meno. La carriera dell'attore britannico è stata consacrata da Schindler's List e da altri kolossal melodrammatici come Il paziente inglese e film in costume quali La duchessa e Grandi speranze.

Ma nel cast di The Dig sono presenti anche altri nomi di spicco:

  • Lily James
  • Johnny Flynn
  • Ben Chaplin
  • Ken Scott
  • Monica Dolan
  • James Dryden
Larry Horricks/NetflixLily James in una scena del film The Dig
Un'inedita Lily James nel cast di The Dig

La storia vera

La scoperta di Sutton Hoo è avvenuta nella contea del Suffolk. Brown, su richiesta della signora Pretty, fu affiancato da una squadra di archeologi professionisti, guidati da C.W. Phillips. La zona comprende 18 tumuli e il luogo è stato oggetto di due successive campagne di scavo, una negli anni Sessanta e una negli anni Ottanta.

Il ritrovamento al centro del film è quello di una nave sepolcrale lunga 27 metri contenente i resti del sovrano britannico Redwald che regnò sull'Anglia orientale nel VII secolo. Redwald fu uno dei primi re anglosassoni ad avvicinarsi al cristianesimo.

Questo monumento funerario è giunto integro sino ai giorni nostri e a riportarlo alla luce in modo rocambolesco è stato un archeologo "faidaté". Lo splendore di questa necropoli risiede proprio nell'intreccio e nel dialogo tra due mondi soltanto in apparenza distanti: il bagaglio culturale pagano e l'universo cristiano.

Nel caos generato dallo scoppio della Seconda guerra mondiale, alcuni pezzi vennero inviati a Londra e poco dopo rispediti al mittente. Edith Pretty, scomparsa nel 1942, decise comunque di donare i ritrovamenti alla nazione: oggi i tesori di Sutton Hoo sono custoditi all'interno del British Museum.

Il pezzo più celebre della collezione è l'elmo sassone con maschera, un manufatto dell'età del ferro germanica realizzato in ferro e bronzo.

L'elmo, probabilmente cerimoniale e non da guerra, è parte del corredo funerario e si compone di un coppo a campana, il paranuca e la maschera facciale.

Il regista

Classe 1985, l'australiano Simon Stone, un passato anche da attore, si è fatto apprezzare grazie ai lavori con alcune tra le più importanti compagnie teatrali al mondo.

Stone ha esordito al cinema con il segmento Reunion del collettivo The Turning (2013) e il mélo The Daughter, film d'esordio del 2015 presentato a Toronto e in chiusura delle Giornate degli Autori di Venezia 72.

Anche nella sua opera prima, libero adattamento del dramma L'anitra selvatica di Henrik Ibsen, Stone ha diretto un cast corale, guidato da Geoffrey Rush, Odessa Young, Miranda Otto e Sam Neil.

Il copione di The Dig è stato scritto da Moira Buffini, la creatrice della serie Harlots e sceneggiatrice di Byzantium di Neil Jordan, Tamara Drewe di Stephen Frears e Jane Eyre di Cary Joji Fukunaga.

La sceneggiatura del film non è originale: Buffini ha adattato per lo schermo il romanzo omonimo di John Preston, pubblicato nel 2007 ma ancora inedito in Italia.

Preston, John The Dig: Now a major motion picture starring Ralph Fiennes, Carey Mulligan and Lily James (English Edition)
Preston, John

The Dig: Now a major motion picture starring Ralph Fiennes, Carey Mulligan and Lily James (English Edition)

8,49 €

Riesumare i resti del passato per arrivare dritto dentro il presente: è questa la "missione" di The Dig.

Dietro il film, c'è un'altra firma che è garanzia di successo: la produttrice Gabrielle Tana di Magnolia Mae Films.

È lei la donna alla quale si devono Coriolanus (l'esordio da regista di Ralph Fiennes) e Philomena, un'altra storia vera (quella di Philomena Lee) valsa al film di Stephen Frears quattro candidature agli Oscar.

Leggi anche

      Cerca