L'addio di Will Gardner in The Good Wife: quando e come avviene e perché Josh Charles ha lasciato lo show

L'addio di Will Gardner in The Good Wife ha sconvolto gli spettatori dello show all'epoca della prima messa in onda: cosa succede esattamente nello show e perché Josh Charles ha deciso di andarsene.

CBS Will Gardner

È stato definito il momento più scioccante dell'intera serie The Good Wife, show che tra aule giudiziarie e tornate elettorali di certo non ha mai fatto mancare i colpi di scena. Chi seguiva il legal drama al momento della messa in onda negli Stati Uniti o nella prima messa in onda italiana su Rai2 sicuramente ricorderà la visione di Dramatics, Your Honor (Colpo di scena in italiano), il quindicesimo episodio della quinta stagione in cui esce di scena uno degli assoluti protagonisti della serie. Un addio violento e del tutto inaspettato, tanto da diventare un piccolo, grande shock per gli spettatori che guardarono la serie senza conoscerne in anticipo gli sviluppo. 

A rendere ancora più epocale il colpo di mano della serie fu l'assoluta segretezza con cui viene portata avanti l'operazione. Gli showrunner, i coniugi King, gli attori e la produzione avevano mantenuto il massimo riserbo sul fatto che quello sarebbe stato l'ultimo episodio per l'attore Josh Charles, che ha anche curato la regia del suo addio. L'interprete infatti, oltre a interpretare l'amatissimo personaggio di Will Gardner, ha lavorato a numerosi episodi nelle vesti di regista.  

Will Gardner muore in un'aula di tribunale

La morte di Will è causata da un suo assistito, il giovane Jeffrey Grant. Il ragazzo è accusato di omicidio e sta passando un momento difficile in carcere, perché preso di mira per il suo aspetto e la sua età dagli altri detenuti. Will propone al ragazzo di chiedere l'isolamento precauzionale, ma Jeffrey è fortemente contrario. Nel frattempo Kalida, che sta lavorando al caso, scopre delle prove che potrebbero essere discolpanti per il giovane imputato, che probabilmente non ha davvero commesso il delitto di cui è accusato. 

Proprio mentre Kalinda sta andando a portare le prove a Will e Diane sta discutendo un altro caso in un'aula vicina, accade la tragedia. Mentre il procuratore Finn (Matthew Goode) dibatte il caso, Will nota dei segni di violenza sul suo assistito. Chiede allora alla Corte l'isolamento precauzionale. È proprio questo a far scattare Jeffrey: il ragazzo allunga le braccia verso la fondina della guardia giurata che presiede l'udienza, afferra la pistola e spara vari colpi. 

CBSFinn e Will si fronteggiano
Finn e Will si fronteggiano poco prima di rimanere feriti in una sparatoria

Quando Kalinda apre la porta dopo aver sentito gli spari, trova Finn e Will entrambi feriti e sanguinanti, ma Will è già incosciente. Jeffrey tenta di togliersi la vita, ma i proiettili nella pistola sono finiti. La corsa in ospedale è inutile: Will muore poco dopo. L'episodio si conclude con Kalinda che telefona a Eli e a Alicia, che stanno presiedendo a un evento, per annunciare la morte del collega. 

Perché i King hanno ucciso Will? 

I coniugi King hanno pubblicato una lettera agli spettatori immediatamente dopo la messa in onda dell'episodio, spiegando perché hanno deciso di dare un addio definitivo al personaggio.

Potevano mandarlo a fare del bene in Borneo, farlo radiare, sposare o trasferirsi a Seattle ma hanno spiegato così la loro scelta radicale:

abbiamo preferito che morisse in maniera improvvisa e sconvolgente. Tutti noi abbiamo provato un'esperienza simile, una perdita improvvisa che ti traumatizza. Ti svegli una mattina, c'è il sole fuori e poi in un attimo un giorno come tanti diventa una tragedia. 

Non solo: la morte di Will in queste circostanze e in questo punto della serie acuisce la caratteristica primaria del suo rapporto professionale e affettivo con Alicia Florrick: la pessima tempistica con cui i due si cercano e si trovano a livello amicale e affettivo. Da colleghi ad amanti, per poi diventare avversari: quando Will perde la vita lui e Alicia si stanno fronteggiando in uno scontro senza prigionieri tra studi legali concorrenti. Secondo gli sceneggiatori questo dà nuovo slancio alla serie, perché stimola un cambiamento profondo in Alicia, che alla luce di quanto successo prende decisioni fondamentali per cambiare la sua vita. 

La ricerca spirituale di Josh Charles

L'idea di uccidere Will Gardner però non era inizialmente nei piani dei coniugi King. Si è trattato di una soluzione brillante a un problema concreto: l'attore che interpreta il personaggio aveva deciso di non rinnovare il contratto per un'altra stagione; la sesta. A dichiararlo è stato lo stesso Charles, sottolineando come sentisse il bisogno di mettere da parte il lavoro per un certo periodo e concentrarsi su sé stesso, focalizzandosi su una ricerca spirituale interiore in un momento in cui non si sentiva al meglio.

Probabile ha contribuito alla scelta dell'attore l'intenzione di provare a mettersi seriamente dietro la macchina da presa, diventando regista. 

  • Il suo assistito gli spara, rubando la pistola alla guardia giurata durante un'udienza del processo. Il ragazzo, accusato ingiustamente di omicidio, ha una reazione violenta quando Will chiede alla Corte di mandarlo in isolamento per evitare che venga preso di mira dagli altri detenuti. 

    Nella sparatoria rimane ferito anche il procuratore Finn. 

  • Nel quindicesimo episodio della quinta serie, intitolato Dramatics, Your Honor (Colpo di scena in italiano). 

  • Nell'episodio immediatamente successivo dedicato alle conseguenze della sua morte, intitolato The Last Call (L'ultima telefonata), Alicia tenta di superare lo shock e scoprire cosa le avesse voluto dire Will in un messaggio interrotto in segreteria, lasciatole poco prima di perdere la vita. 

    L'attore fa due brevi apparizioni anche nel quattordicesimo episodio della sesta stagione e nell'episodio finale della settima stagione, che chiude la serie.

Leggi anche

      Cerca