Villeneuve contro Warner: 'Rilasciare il film in streaming distruggerà il franchise'

La scelta di rilasciare Dune contemporaneamente nei cinema e in streaming non è andata giù al regista Denis Villeneuve.

Warner Bros. Zendaya

Denis Villenueve ha dimostrato di non avere peli sulla lingua e con una dichiarazione senza mezzi termini ha criticato aspramente la società che ha deciso di rilasciare in contemporanea sia in streaming che al cinema il suo nuovo film, ovvero il reboot di Dune.

È ormai noto a tutti che la pandemia da Coronavirus ha intaccato quasi ogni aspetto della vita quotidiana a partire dalle interazioni sociali. Una delle abitudini che è venuta a mancare è stata quella di recarsi nelle sale cinematografiche e ciò ha quantomeno allarmato i grossi studi di produzione. Infatti quasi la totalità delle date uscita dei film nelle sale sono state rimandate anche di uno o due anni e moltissimi film sono stati "dirottati" sui vari servizi streaming.

A seguitò di ciò, e visto il perdurare dell'emergenza sanitaria, anche i film con budget alti e molto attesi hanno "ceduto" all'uscita streaming. In questo calderone sono finite anche le pellicole targate Warner Bros., che ha infatti deciso di far debuttare tutti i film in uscita nel 2021 sia al cinema che in streaming.

Tra i lungometraggi del 2021 che rientrano in questa mossa c'è anche il kolossal fantascientifico Dune diretto da Denis Villenueve.

Il film inizialmente fissato in uscita nei cinema degli Stati Uniti per dicembre 2020 è stato spostato al primo ottobre 2021.

Quindi a ottobre 2021 i fan dei paesi in cui sarà attivo il servizio streaming HBO Max potranno scegliere se vedere Dune sul televisore di casa oppure al cinema.

Questo però non è piaciuto a Villenueve che ha criticato aspramente tale decisione. Le sue parole sono state riportate dal sito Variety.

Prima di leggerle è bene specificare che il regista si riferisce al colosso americano della comunicazione AT&T poiché questo controlla a livello finanziario le azioni di Warner Bros..

Ho appreso che Warner Bros. ha deciso di mandare Dune su HBO Max contemporaneamente all'uscita nelle sale utilizzando immagini del nostro film per promuovere il loro servizio streaming. Con questa decisione AT&T ha intaccato il nome di uno degli studi cinematografici più rispettabili e importanti della storia del cinema.

Poi, nella dichiarazione, il regista critica ancora di più la scelta puntando il dito al "fallimento" di HBO Max.

In questa scelta non c'è assolutamente amore per il cinema né per il pubblico. Si tratta della sopravvivenza di un mammut delle telecomunicazioni che attualmente ha un debito astronomico di oltre 150 miliardi di dollari. Quindi anche se Dune è destinato al cinema e al suo pubblico, AT&T pensa solo alla sua stessa sopravvivenza a Wall Street. Con il lancio di HBO Max finora fallito, AT&T ha deciso di sacrificare tutte le uscite del 2021 targate Warner Bros. nel disperato tentativo di catturare l'attenzione del pubblico.

Villenueve ha anche specificato che la sua non è una dichiarazione contro i servizi streaming poiché ritiene questo un mezzo utile anche alla produzione di ottime opere di intrattenimento.

Il regista di Dune precisa però che certi film sono pensati, studiati e realizzati esclusivamente per la sala:

Dune è di gran lunga il miglior film che abbia mai fatto. Il mio team e io abbiamo dedicato più di tre anni della nostra vita a renderlo un'esperienza unica per il grande schermo. L'immagine e il suono del nostro film sono stati meticolosamente progettati per essere visti nelle sale cinematografiche.

Il regista di film come Blade Runner 2049 e Arrival ha espresso anche preoccupazione per il franchise di Dune.

È già previsto che il reboot di Dune aprirà le porte a un universo più ampio con la realizzazione di sequel e serie televisive. Secondo Villenueve l'eventuale mancato incasso del box-office potrebbe mettere a rischio tutto ciò:

La decisione di Warner Bros. significa che Dune non avrà la possibilità di fruttare a livello economico come previsto e che la pirateria alla fine trionferà. Warner Bros. potrebbe aver appena ucciso il franchise Dune.

Villenueve ha detto che per ottobre 2021 il virus dovrebbe essere stato sconfitto anche grazie a un vaccino e che quindi non c'è ragione di rilasciare Dune in streaming. 

Il regista ha concluso il suo discorso con una poetica speranza legata al futuro del cinema:

Credo fermamente che il futuro del cinema sarà sul grande schermo. Non importa cosa dica qualsiasi dilettante di Wall Street. Fin dall'alba dei tempi gli esseri umani hanno avuto un profondo bisogno di vivere insieme l'esperienza di narrazione. Il cinema sul grande schermo è più di un business: è una forma d'arte che riunisce le persone, che celebra l'umanità, che aumenta la nostra empatia reciproca. È una delle ultime esperienze artistiche collettive che condividiamo come esseri umani.

Il supporto del cast

Parte dell'importante cast di Dune si è schierato a favore delle parole del regista e ovviamente contro al fatto che il film a cui hanno lavorato sarà trasmesso in streaming su HBO Max.

Tra questi c'è Timothée Chalamet che è stato ospite al programma televisivo americano Saturday Night Live.

Alla fine dello show l'attore ha indossato una felpa con la scritta "Legendary Pictures", ovvero il nome della casa di produzione che ha contribuito a produrre la maggior parte dei kolossal d'azione degli ultimi anni. Tra questi ci sono molti dei film che finiranno su HBO Max compreso Dune.

Legendary si era già opposta alla distribuzione streaming dell'altro kolossal realizzato con Warner Bros. ossia Godzilla vs Kong. Quindi la sua linea di pensiero sull'uscita in contemporanea del film sia in streaming che al cinema si sposa con quella di Villenueve e a questo punto si suppone anche con quella di Chalamet, che in Dune interpreta Paul Atreides.

Chalamet non ha infatti pronunciato parola sul palco del Saturday Night Live ma si suppone che la sua felpa mandi un messaggio ben chiaro.

Josh Brolin ha invece pubblicato su Instagram una foto del suo regista citando le parole di Villenueve e sottolineando quanto sia importante l'esperienza cinematografica:

Jason Momoa ha seguito l'iniziativa del suo collega pubblicando il medesimo post:

Le parole di Denis Villenueve serviranno a evitare che Dune arriverà in contemporanea in streaming e al cinema?

Leggi anche

      Cerca