Surviving Death: la docu-serie Netflix sull'aldilà e sulle esperienze pre-morte

Surviving Death è la nuova docu-serie Netflix che cerca di scoprire cosa c'è al di là dell'esistenza umana.

Netflix Una mano umana sfiora una farfalla

La morte coincide con la conclusione dell’esistenza? Cosa c’è dopo questo evento specifico? Due domande a cui gli esseri umani hanno frequentemente cercato di rispondere, ma che probabilmente ci accompagneranno per il resto della vita. Leslie Kean, nel libro "Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife", ha cercato di approfondire questa complessa tematica. Netflix ha annunciato che il libro otterrà presto una trasposizione televisiva, intitolata "Surviving Death: cosa c'è dopo la morte?" e diretta da Ricki Stern.

La “morte” è stato uno tra i principali stimoli allo sviluppo della filosofia occidentale. Sono numerose le prove che lasciano intuire che le domande legate alla morte siano intrinseche agli esseri umani: già tra il 480 e il 470 a.C., l'autore dell’opera Il tuffatore di Paestum rappresenta un uomo che si getta nel "mare della morte", transitando nell'aldilà e risolvendo il mistero. Nel XXI Secolo, anche la televisione – con la docu-serie “Surviving Death: cosa c'è dopo la morte?” – cerca di scoprire cosa ci attende nell’aldilà.

Di cosa parla Surviving Death?

I sei episodi che compongono questa docu-serie affrontano un tema particolarmente complesso: esiste l’aldilà? Oppure la morte coincide con la fine dell’esistenza? In questo viaggio, la produzione ha coinvolto anche alcune persone che hanno vissuto un’esperienza pre-morte. Si tratta di un evento apparentemente inspiegabile vissuto da persone che – a causa di gravi complicazioni mediche – hanno rischiato di perdere la vita, prima di riprendere le funzioni vitali.

NetflixUna bambina si trova in un cielo nuvoloso

“Surviving Death: cosa c'è dopo la morte?” analizza questa tematica da più punti di vista, grazie anche alle testimonianze di:

  • Scienziati, che offrono delle risposte scientifiche riguardo a queste tematiche;
  • Medium, che sostengono di riuscire a dialogare con i morti;
  • Esperti di paranormale, persone che pensano di aver assistito a presunte vicende inspiegabili;
  • Psichiatri infantili, che hanno studiato i casi di bambini convinti di aver vissuto una vita precedente.

La data d’uscita

Gli spettatori di tutto il mondo potranno guardare questa serie televisiva su Netflix a partire dal 6 gennaio 2021. “Surviving Death: cosa c'è dopo la morte?” arriva esattamente durante una pandemia globale. A tal proposito, Ricki Stern ha dichiarato (durante un’intervista rilasciata a Deadline) che spera che questo progetto possa parlare a chiunque abbia provato a comprendere il significato della morte, specialmente in questo periodo.

NetflixUna mano umana sfiora una farfalla

Il libro e la regista

“Surviving Death: cosa c'è dopo la morte?” è diretta da Ricki Stern. Questa regista e sceneggiatrice americana è particolarmente conosciuta per i suoi lavori documentaristici. I suoi progetti più apprezzati sono Reversing Roe (che analizza la politica sull'aborto negli Stati Uniti d’America), Knuckleball!, Joan Rivers: A Piece of Work, The End of America (descrive i passi che un paese fa prima di scivolare nel fascismo) e The Devil Came on Horseback.

Lo show è ispirato al libro Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife, scritto da Leslie Kean. Questa giornalista e autrice ha più volte trattato tematiche legate al paranormale e alla vita extraterrestre. Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife (416 pagine, edito negli USA da Random Usa) ha riscosso un enorme successo specialmente negli Stati Uniti d’America, grazie alla precisione scientifica e alla curiosità di questa autrice.

Il libro Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife Random Usa / Libro in lingua inglese Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife
Il libro Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife
Random Usa / Libro in lingua inglese

Surviving Death: A Journalist Investigates Evidence for an Afterlife

25,67 €

In ogni caso, bisognerebbe tenere sempre in considerazione la risposta di Massimo Troisi al predicatore che, nel film Non ci resta che piangere, urlava "Ricordati che devi morire!": "Sì, sì... no... mo' me lo segno...".

Leggi anche

      Cerca