Una poltrona per due e 15 film che rivediamo in TV ogni Natale

Nel corso degli anni sono tanti i film che sono diventati dei classici natalizi. Ecco quelli più memorabili che vediamo passare ogni anno in televisione.

Cinema Group Ventures/Paramount Pictures Un'immagine che ritrae i protagonisti di Una poltrona per due

Inutile girarci intorno: Natale non sarebbe Natale senza il passaggio televisivo di film che sono diventati dei veri e propri must delle festività di fine anno. Film con cui siamo cresciuti, che ci hanno regalato emozioni, che abbiamo imparato a guardare con occhi diversi e ad amare in modo incondizionato.

E se Una poltrona per due è diventato ormai un cult irrinunciabile da non perdere durante la sera della vigilia di Natale, ecco una lista di film che godono di un passaggio obbligato sui diversi canali televisivi. Cosa c'è di meglio se non (ri)vedere uno di questi film - o, perché no, anche tutti - accoccolati sul divano e avvolti in una calda copertina, magari al fianco delle persone che più amiamo?

Balto

Uno dei film d’animazione che raccolgono grandi e piccini attorno al televisore è sicuramente Balto. Il film, che si ispira ad una storia vera, è ambientato nell’Alaska del 1925 e vede protagonista Balto, un cane metà lupo e metà husky che desidera diventare un cane da slitta. Tuttavia, a causa della sua metà lupo, Balto viene disprezzato dai cani di razza e soprattutto da Steele, capo dei cani da slitta. Nonostante venga messo da parte, Balto avrà la possibilità di mostrare il suo valore quando una grave epidemia di difterite si diffonde in città, rendendo necessario l’aiuto delle città vicine.

Gremlins

Ricevere un animaletto da accudire può essere un irresistibile regalo di Natale, ma se si tratta dei Gremlins la situazione può sfuggire di mano in quattro e quattr’otto. Nato dalla triade composta da Joe Dante, Chris Columbus e Steven Spielberg – rispettivamente regista, sceneggiatore e produttore esecutivo – il film segue la storia del giovane Billy e del suo bizzarro animaletto, un mogwai di nome Gizmo. Tuttavia, a causa di alcune distrazioni e, quindi, violando tre regole ritenute fondamentali, Gizmo dà vita ad altre creature uguali a lui che, dopo essersi cibati, diventano dei terribili gremlins. Riusciranno i protagonisti a braccare queste malefiche creature?

Il Grinch

Da vent’anni a questa parte è quasi impossibile passare le feste natalizie senza la compagnia del Grinch, l’essere verde con l’agenda piena di impegni (tra cui autocommiserazione, guardare il soffitto, risolvere la pace nel mondo e non rivelarlo a nessuno) che abita il Monte Briciolaio. Il picco si trova esattamente sopra il paese di Chinonsò, abitato dai Nonsochi, gente che si prepara da sempre a festeggiare il Natale nel migliore dei modi. Ma chi odia il Natale è proprio il Grinch: riuscirà Cindy Lou, una bambina Nonsochi, a far cambiare idea al Grinch? La risposta si può avere solo guardando per intero il film di Ron Howard, che vede come protagonista Jim Carrey in uno dei migliori ruoli della sua carriera.

Il peggior Natale della mia vita

Uscito nel 2012, il film di Alessandro Genovesi è diventato, nel corso di appena qualche anno, un classico natalizio, tanto da aggiudicarsi sempre un posto in prima fila per quanto riguarda i passaggi televisivi. Considerato come seguito de La peggior settimana della mia vita, in questo film Fabio De Luigi veste ancora una volta i panni di Paolo. Tuttavia, questa volta egli dovrà raggiungere il castello di Alberto Caccia che ha invitato Paolo a trascorrere in Natale insieme alla famiglia di Margherita. Insomma, una piccola avventura destinata ad ingigantirsi e a riempirsi di equivoci, a cui si aggiunge la solita sbadataggine di Paolo.

Jack Frost

Se i film di Natale sono quelli che più ci fanno scaldare il cuore, in questo senso è impossibile non citare Jack Frost. Realizzato nel 1998 e interpretato da Michael Keaton, Joseph Criss e Kelly Preston, il film racconta la storia di una famiglia molto unita che viene travolta da una tragedia quando il padre, a causa di una tempesta di neve, rimane coinvolto in un incidente, rimanendone vittima. Tuttavia, questo tragico evento non trancerà di netto la presenza di Jack per la sua famiglia: egli, infatti, troverà il modo di comunicare con il figlio prendendo le sembianze di un pupazzo di neve costruito dal ragazzo.

L’amore non va in vacanza

L’amore è sempre un grande protagonista dei film di Natale e non potrebbe essere altrimenti. Ma quando si parla di dare una svolta totale alla propria vita e giocare con il rischio, è un altro paio di maniche: ed è proprio questo quello che capita alle due protagoniste di L’amore non va in vacanza. Le due, una inglese e l’altra americana, sono entrambe deluse dalla loro vita affettiva e decidono di scambiarsi le case per il periodo delle vacanze di Natale, abbandonando la loro comfort zone. E se la trama non sembra essere convincente, basti pensare che il film è diretto da Nancy Meyers e interpretato da un cast stellare, tra cui Cameron Diaz, Kate Winslet, Jack Black e Jude Law.

La banda dei babbi natale

Tra i diversi attori italiani che hanno preso parte ad un film natalizio, non poteva mancare un trio come quello composto da Aldo, Giovanni e Giacomo. I tre, infatti, hanno addirittura vestito i panni di Babbo Natale per quella che doveva essere una buona azione e che, invece, li ha condotti in carcere. Il film di Paolo Genovese vede il trio comico al centro delle accuse del commissario Irene Bestetti (interpretata da Angela Finocchiaro) che li identifica come ladri membri della Banda dei Babbi Natale. I tre, in realtà, non sono altro che persone comuni, ognuno con la sua storia alle spalle e con una passione comune: giocare a bocce.

La vita è meravigliosa

Non c’è anno che si rispetti in cui non vada in onda La vita è meravigliosa, il film di Natale per eccellenza di Frank Capra, con protagonisti James Stewart e Donna Reed. Tratto dal racconto The Greatest Gift di Philip Van Doren Stern, il film è ambientato nel Natale del 1945 e narra la storia di George Bailey che si trova in condizioni disperate: la sua piccola cooperativa di risparmio sta per fallire e potrebbe trovarsi in seri guai fiscali, per non parlare del fatto di non poter provvedere alla sua ormai numerosa famiglia. Date le circostanze, l’unica soluzione parrebbe essere quella del suicidio, un’azione fermata in tempo dall’arrivo di un angelo “di seconda classe” che cerca di rinfrancare George, trasportandolo in una realtà alternativa e facendogli capire come la vita di un uomo sia inevitabilmente legata a tante altre vite: e se uno di loro manca, lascia un vuoto.

Le 5 leggende

Basato sulle opere di William Joyce, Le 5 leggende è diventato, nel giro di pochi anni, un grande classico natalizio che gode sempre di almeno un passaggio televisivo nel periodo delle festività. Diretto da Peter Ramsey e prodotto da Dreamworks Animation, il film è ambientato al Polo Nord, quartier generale di Babbo Natale, e vede protagonisti i Guardiani, incaricati a proteggere l’immaginazione dei bambini. Questa volta, però, una vecchia minaccia torna a turbare Babbo Natale e il suo staff: Pitch Black, l’Uomo nero che oscura, per breve tempo, la vita di ogni bambino.

Love Actually - L'amore davvero

Non c’è programmazione natalizia senza Love Actually – L’amore davvero, uno di quei film che scalda i cuori fino alla commozione. Diretto e sceneggiato da una mente brillante come quella di Richard Curtis, il film corale vede protagoniste alcune coppie inglesi (consolidate, scoppiate o pronte a sbocciare) che durante il periodo natalizio si trovano a fare i conti con i loro sentimenti.

Mamma, ho perso l’aereo

Cosa fareste se foste bambini e, al vostro risveglio, vi trovaste in una casa completamente vuota, senza più genitori e fratelli che fino al giorno prima vi prendevano in giro? Questo è quello che succede al piccolo Kevin, uno dei bambini della famiglia McCallister che viene involontariamente abbandonato in casa dalla propria famiglia, ormai partita per trascorrere le vacanze di Natale a Parigi. Diretto da Chris Columbus e interpretato da Macaulay Culkin, il film gode di un successo planetario sin dal 1990, tanto da essere diventato un classico natalizio per tante generazioni diverse.

Miracolo nella 34° strada

Remake de Il miracolo della 34° strada del 1947, il film diretto da Les Mayfield è stato realizzato nel 1994 e vede protagonista Susan, una bambina che non riesce a credere al fatto che Babbo Natale esista davvero. Ma tra un amore che potrebbe sbocciare e la lotta al consumismo degli adulti, la bambina comincerà a cambiare le proprie convinzioni a mano a mano che fa la conoscenza di Kris Kringle, un anziano signore assunto per interpretare Babbo Natale in un centro commerciale e che sostiene di essere quello vero.

The Family Man

Le nostre vite, spesso e volentieri, sono sature di what if, momenti in cui ci si chiede come sarebbe andata se si fosse agito in una maniera diversa in certe occasioni. Questo è quello che accade in The Family Man, il film di Brett Ratner con Nicolas Cage e Tea Leoni: il protagonista, Jack Campbell, è un uomo di un certo successo, vive nel lusso e sembra essere appagato dalla sua vita. Eppure, nel suo animo più nascosto, qualcosa manca. L’occasione di vivere quello che gli manca viene attuata da un angelo che mostra a Jack, per un periodo di tempo limitato, come sarebbe stata la sua vita se tredici anni prima avesse preso una decisione diversa. Una vita più modesta e con qualche problema in più, ma certamente piena di amore.

Natale in affitto

Tra i film che sono protagonisti di repliche televisive da diversi anni, impossibile non citare Natale in affitto. Realizzato nel 2004 e interpretato, tra gli altri, da Ben Affleck e James Gandolfini, il film segue la storia di Drew, un giovane manager di successo che viene lasciato dalla fidanzata poco prima di Natale e vorrebbe evitare di passare le festività da solo. Così facendo, egli decide di tornare nella sua casa natale, scoprendo che questa è abitata da una nuova famiglia. Dunque, a Drew non viene che un pensiero: chiedere a questa famiglia di comportarsi come se fosse la sua, barattando il favore con un’ingente somma di denaro.

Sette spose per sette fratelli

Se si è amanti dei musical, impossibile non perdere la replica di Sette spose per sette fratelli, il musical del 1954 di Stanley Donen. Il film, ambientato nell’Oregon del 1850, segue la storia dei sette fratelli Pontipee, soprattutto quella del loro fratello maggiore Adamo. Egli, infatti, recatosi a valle, decide di prendere moglie e riesce a sposare la cameriera Milly, una giovane donna che non ha paura di lavorare sodo. Dopo la loro unione, i due partono per la fattoria e, dopo aver scoperto della presenza di altri fratelli oltre ad Adamo, Milly decide di metterli in riga, insegnandogli le buone maniere.

Una poltrona per due

In tema di film cult natalizi che ormai hanno prenotato un posto nella programmazione tv nostrana, come annunciato nel titolo, ecco Una poltrona per due. Diretto nel 1983 da John Landis e con protagonisti Eddie Murphy e Dan Aykroyd, il film racconta la storia di due uomini, Louis e Billy Ray, che vivono due vite completamente opposte. Due vite che sono destinate ad incrociarsi e a cambiare radicalmente a fronte di una scommessa avvenuta tra i datori di lavoro di Louis del valore di un dollaro.

Leggi anche

      Cerca