I migliori film Disney da (ri)vedere anche quest'anno a Natale

Sono tantissimi i film confezionati appositamente per il Natale ed altri che, pur pensati per tutto l'anno, a Natale garantiscono quel tocco in più di magia: ecco qualche consiglio da appuntare per le prossime vacanze natalizie.

Disney Anna Kendrick sorridente

Il Natale è quel periodo dell’anno in cui bisogna ricordarsi cosa vuol dire volere e volersi bene e chi meglio della Disney può spiegare un concetto che il più delle volte pare più facile a dirsi che a farsi? Nel corso degli anni, Walt Disney ha permesso al suo impero di prosperare spiegando ai bambini (e agli adulti) quesiti indispensabili della vita con i grandi classici d’animazione.

Quando parliamo di Natale in casa Disney, possiamo pensare a tantissimi film (non soltanto d’animazione), come ad esempio Buon Natale Topolino, un cortometraggio degli anni ’30 della serie Mickey Mouse, ambientato durante le feste e soprattutto al culmine della grande depressione. In questo cortometraggio, Topolino e Pluto sono poveri artisti di strada che cercano di regalare la felicità a una famiglia ancora più povera di loro. In realtà il primo film d’animazione a tema natalizio fu Gli orfani di Topolino, ma questo cortometraggio è di maggiore importanza perché, per la prima volta, Topolino è povero, non possiede nulla, se non quello che c'è dentro al suo cuore.

Tanti sono i messaggi e le lezioni di vita che Disney vuole diffondere per il mondo con i suoi film, ma in quest’articolo vi daremo qualche spunto per un’immersione tutta natalizia. Cosa c’è di meglio di un divano, una TV e un film Disney per passare il Natale?

  1. Lo schiaccianoci e i quattro regni
  2. Frozen
  3. La spada nella roccia
  4. La Bella e la Bestia
  5. Canto di Natale di Topolino / A Christmas Carol
  6. Topolino e la magia del Natale
  7. Mary Poppins (originale e remake)
  8. Soul
  9. Fata madrina cercasi
  10. Noelle
  11. Non saranno Disney, ma...

1 - Lo schiaccianoci e i quattro regni

Una storia vecchia come il tempo, ma il film live-action è (quasi) nuovo di zecca. Arrivato nelle sale nel 2018, grazie alla doppia regia di Lasse Hallström e Joe Johnston, Lo schiaccianoci e i quattro regni ha portato al cinema la giovanissima Mackenzie Foy nelle vesti di Clara.

Clara, una ragazzina sveglia, ha perso da poco la madre ma, il giorno della vigilia di Natale, riceve uno strano carillon, appartenuto un tempo proprio a sua madre. Il giorno di Natale, durante una grande festa, Clara seguirà un misterioso filo d’oro che la condurrà alla chiave del carillon, portandola in un affascinante mondo parallelo. Lì, dopo diversi ostacoli, scoprirà di essere una principessa e che sua madre, un tempo, era la sovrana dei quattro regni.

Un’ottima storia da raccontare a Natale, ma anche da leggere: il film, infatti, è la trasposizione cinematografica del racconto Schiaccianoci e il re dei topi di E.T.A. Hoffman (e del balletto Lo schiaccianoci di Pëtr Il'ič Čajkovskij).

2 - Frozen

Frozen è un fenomeno cinematografico che ha conquistato grandi e piccini. Il primo film, Frozen – Il regno di ghiaccio, è stato un incredibile successo senza precedenti e ha persino portato a casa due premi Oscar (miglior film d’animazione e miglior canzone). Sulle note di Let It Go, Frozen ha introdotto lo speciale legame tra sorelle, Anna ed Elsa, e cosa significa doversela cavare contro tutto e tutti.

La storia, ambientata in un regno fantastico (quello di Arendelle) vede le due sorelle crescere separate a causa dei poteri speciali di Elsa. La bambina non riesce a gestirli e i genitori, per evitare incidenti, decidono di separare le due sorelle. Quando, poi, i genitori muoiono in seguito a un misterioso incidente, Elsa è costretta a salire sul trono, seppur contro la sua volontà. Il fattore scatenante arriva con l’infatuazione di Anna per Hans, delle Isole del Sud, un principe che con i suoi capelli rossi e lo sguardo coinvolgente fa immediatamente breccia nel suo cuore.

Elsa, però, non è favorevole a quest’unione e, in seguito a un litigio, perde il controllo dei suoi poteri facendo piombare Arendelle in un gelido inverno. Così, la regina scappa e si rifugia in alto, tra le montagne, creando il suo castello di ghiaccio. La solitudine (e il freddo) non le fanno più così paura.

La Disney ha lavorato a lungo su un sequel, che è poi approdato al cinema nel 2019: Frozen – Il segreto di Arendelle vedrà Elsa e Anna impegnate in una nuova avventura, per scoprire l’origine dei poteri di Elsa.

3 - La spada nella roccia

Sapevate che La spada nella roccia è stato l’ultimo film ad uscire prima della morte di Walt Disney? Basato sull’omonimo romanzo di T. H. White, questo film d’animazione rielabora l’infanzia del giovanissimo Re Artù – ai più noto come Semola – che un giorno, incontrando il Mago Merlino, apprende che esiste un mondo al di fuori della cucina e dei pessimi insegnamenti di chi non vuole perder tempo a volergli bene.

Artù, un orfano di 12 anni, vorrebbe diventare uno scudiero ma, nel frattempo, lavora come tuttofare nel castello di Ettore e suo figlio Caio. L’incontro con l’arzillo Merlino e il saggio quanto burbero Anacleto lo metteranno al corrente di tantissime realtà.

Sono davvero tanti gli insegnamenti che Merlino tenta d’impartire al giovane Artù che, alla fine del racconto, estrarrà Excalibur dalla roccia e verrà proclamato legittimo Re.

4 - La bella e la bestia

“Chi avrebbe mai potuto amare una bestia?”, termina così il prologo de La Bella e La Bestia, il trentesimo classico Disney arrivato nelle sale nel 1991, entrando nel vivo del cosiddetto Rinascimento Disney (arrivato con la rifioritura della celebre casa di Walt, andata incontro a un periodo di crisi a cavallo tra gli anni ’70-’80).

Belle è una giovane donna, ama leggere e odia vivere costretta in un piccolo paesino della Francia dove nessuno sembra capirla. Suo padre, un abile inventore, finisce prigioniero nel castello di una temibile Bestia così, pur di salvarlo, Belle si offre di prendere il suo posto. Quella che sembrava essere una condanna a morte si è rivelata essere la svolta che attendeva da tempo, sicuramente diversa da quella che era abituata a leggere nei suoi libri. La Bestia, una volta superata la prima barriera di filo spinato, non era poi così male.

Il film d’animazione, vincitore di due Premi Oscar (miglior colonna sonora e miglior canzone), è tornato al cinema con una versione live-action nel 2017 e a interpretare Belle è stata Emma Watson.

Quello che molti potrebbero dimenticare è che La Bella e la Bestia ha avuto ben due sequel: Il mondo incantato (1998) e Un magico Natale (1997). In quest’ultimo film, la Bestia proibisce il Natale al castello ma l’entusiasta staff non si lascia scoraggiare e, stimolati da Belle, Lumiere, Tockins & Co. tentano di organizzare una festa gioiosa in perfetto spirito natalizio.

5 - Il canto di Natale di Topolino / A Christmas Carol

Era il 1983 e Topolino tornava al cinema dopo trent’anni di silenzio con un nuovo cortometraggio della serie Mickey Mouse: Canto di Natale di Topolino in gran parte fu un adattamento animato di un musical audio del ’74 della Disneyland Records (An Adaptation of Dicken’s Christmas Carol).

Prendendo come punto di riferimento la celebre storia di Charles Dickens, Disney portò al cinema i suoi migliori personaggi per interpretare l’avido Scrooge e i fantasmi del Natale passato, presente e futuro. Il cortometraggio, della durata di scarsi 20 minuti, ci porta alla vigilia di Natale e, mentre tutta l’Inghilterra avvolta nella morsa di freddo si prepara al Natale, Ebenezer Scrooge non ha altro che il suo denaro. La visita del suo ex partner, Jacob Marley, e il conseguente arrivo di tre fantasmi del Natale, lo aiuteranno a fare chiarezza nel suo cuore.

E, se il cortometraggio animato non vi basta, potreste pensare di passare il Natale guardando anche A Christmas Carol con Jim Carrey. Il film, diretto da Robert Zemeckis, è stato realizzato in CGI utilizzando la tecnica della performance capture (già mostrata in film come Polar Express).

6 - Topolino e la magia del Natale

Un altro film imperdibile con protagonista il topolino più amato di casa Disney è Topolino e la magia del Natale, datato 1999 e diretto a più mani: vediamo non soltanto Topolino, ma anche Paperino, Qui, Quo, Qua, Pippo, Max e anche Minni. Il film è composto da tre parti: L'incubo di Natale con Qui, Quo, Qua, Il Natale di Pippo con l'aggiunta di Max e Topolino, Minni e il dono dei Magi. 

DisneyQui, Quo Qua festeggiano con zio paperone
Tutti i paperi della Disney

7 - Mary Poppins (originale e remake)

Era il 1964 e Robert Stevenson dava vita al personaggio di Mary Poppins, la tata più amata del cinema tratta dai romanzi di Pamela Lyndon Travers. La storia di Mary Poppins è entrata nel cuore di molti, in principio con le fattezze di Julie Andrews, che l'ha interpretata al cinema per la prima volta, e poi più di recente anche con le fattezze di Emily Blunt per il film sequel Il ritorno di Mary Poppins. Entrambi i film sono disponibili sulla piattaforma di Disney+: del resto, l'appuntamento con Mary Poppins a Natale è quasi d'obbligo. 

8 - Soul

Una grande novità in casa Disney Pixar è proprio Soul, film d'animazione del 2020 diretto da Pete Docter e Kemp Powers presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma e che racconta la storia di un insegnante di musica, Joe, pronto a rimettersi in gioco con la sua grande passione per il jazz, un'opportunità che gli viene tolta dalle mani a causa di un incidente: Joe perde la sua anima, gli viene strappata via dal corpo e portata allo You Seminar, un centro dove le anime in genere si sviluppano e acquisiscono passioni prima di essere poi portate in un bambino appena venuto al mondo. Il film sarà disponibile su Disney+ dal 25 dicembre.

9 - Fata madrina cercasi 

Un'altra novità da gustarsi a Natale è Fata madrina cercasi, una commedia diretta da Sharon Maguire e con protagonista Jillian Bell. La storia è ambientata nell'immaginaria Madrinaland, dove una giovane fata madrina di nome Eleanor scopre che la sua professione è a rischio d'estinzione. Per porre rimedio a questo tragico quadro futuro, Eleanor allora decide di aiutare Mackenzie a ritrovare la serenità. 

10 - Noelle

Concludiamo i consigli con un film natalizio che ha come protagonista Anna Kendrick: Noelle è un film scritto e diretto da Marc Lawrence e racconta la storia della figlia di Babbo Natale. Dopo aver perso il papà, Noelle ha dovuto seguire il fratello Nick mentre si assumeva la responsabilità dell'attività di famiglia, ma il ragazzo non ha la stoffa adatta. Di fatto, Noelle gli consiglia di prendersi un weekend libero e Nick non se lo lascia ripetere due volte, così abbandona il suo lavoro e costringe Noelle a inseguirlo al di fuori del Polo Nord, lasciando per la prima volta la sua casa. 

Non saranno Disney, ma…

Ma chi ha detto che il Natale deve essere necessariamente Disney? Esistono film d’animazione (dove la Disney in qualche modo mette sempre il suo zampino) che si prestano benissimo al periodo natalizio, come Nightmare Before Christmas.

Realizzato da Tim Burton, il film in genere è conteso tra Halloween e Natale (poiché si presta bene in entrambi i casi) e racconta la storia di Jack, il re delle zucche nel Paese di Halloween. Jack, uno scheletro magrissimo e altissimo, è stanco di spaventare tutti e vorrebbe una festività felice, spensierata e colorata… come il Natale. Dopo una passeggiata nel bosco, Jack s’imbatte in uno stranissimo circolo d’alberi, mai visto prima, e viene attratto da un tronco-porta con un disegno di albero di Natale: aprendolo, Jack arriva nel mondo nevoso e luccicante di Natale.

Un altro film amato da tante generazioni è quello di Anastasia, distribuito da 20th Century Fox nel 1997, un film che racconta la storia dell’orfana Anastasia che scoprirà, a caro costo, la verità sulle sue nobili origini. In più, sapevate che Anastasia ha avuto persino un sequel, intitolato Bartok il magnifico?

Quali film Disney rivedrete quest’anno a Natale? Classici a tema o semplicemente classici?

Leggi anche

      Cerca