Tutti per 1 - 1 per tutti, il cast e i personaggi del quasi sequel dei Moschettieri del Re

Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea e Rocco Papaleo tornano a vestire i panni dei moschettieri nel quasi sequel diretto da Giovanni Veronese, ma ci sono tanti nuovi ingressi nel cast. Ecco personaggi e attori di Tutti per 1 - 1 per tutti.

Sky Pierfrancesco Favino nel ruolo di D'Artagnan

I Moschettieri del Re sono tornati, in un quasi sequel pronto a rimescolare le carte in tavola e presentare tanti nuovi personaggi. Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea e Rocco Papaleo tornano a vestire i panni di D'Artagnan, Porthos e Athos nel nuovo film di Giovanni Veronesi, che riprende i personaggi di I Moschettieri del re - La penultima missione (2018), ma trasportandoli in una dimensione differente. L'occasione permette di arricchire il cast di vecchie conoscenze e giovanissimi esordienti, oltre a qualche cameo di lusso tutto da scovare. 

Nel nuovo film, coscritto e diretto da Giovanni Veronese e originariamente pensato per la sala cinematografica, D'Artagnan, Porthos e Athos si ritrovano alle prese con l'ultima missione della loro carriera, dopo cui potranno godere della meritata pensione. È la Regina stessa a incaricarli di scortare la giovanissima principessa Ginevra in Belgio, per un matrimonio politico che salverà i destini della monarchia in Francia e Inghilterra. La ragazzina però è innamorata del povero Buffon, trovatello cresciuto negli alloggi dei moschettieri e diventato cadetto. Il trio di protagonisti dovrà quindi scegliere tra la lealtà alla Corona e quella ai loro principi umani e cavallereschi. Per saperne di più sulla trama potete leggere la recensione dedicata

Poster Tutti per 1 - 1 per tutti
Now TV
FILM

Tutti per 1 - 1 per tutti

2020
Vota!
  • Genere: Commedia
  • Regia: Giovanni Veronesi
  • Sceneggiatura: Ugo Chiti, Giovanni Veronesi, Nicola Baldoni, Giulio Calvani
  • Cast: Pierfrancesco Favino, Valerio Mastandrea, Rocco Papaleo, Sergio Rubini, Margherita Buy guarda tutto il cast

Pierfrancesco Favino è D'Artagnan

Favino torna ad intepretare il suo improbabile D'Artagnan, dall'accento, dalla lingua e dalla comprensione del mondo circostanze decisamente bizzarri. In Tutti per 1 - 1 per tutti D'Art si troverà a duellare con Cyrano, uno spadaccino geniale quasi quanto lui. A vacillare, oltre a suo primato di miglior spada di Francia, è la sua fedeltà alla Corona. Grazie all'amore di Buffon per Ginevra, D'Artagnan capirà che la fedeltà più importante è quella verso i sentimenti e le persone care. Favino riprende il ruolo, senza lesinare duelli, scene d'azione, lunghe cavalcate e i qui pro quo comici che avevano caratterizzato il suo personaggio nel primo film. 

Pierfrancesco Favino è uno dei più noti attori italiani a livello nazionale, con un lunghissimo curriculum di ruoli drammatici e comici. Particolarmente apprezzato per il suo trasformismo e la capacità di interpretare un'ampia varietà di ruoli, è stato apprezzato anche a livello internazionale per il ruolo di Buscetta in Il traditore di Bellocchio. Nel 2020 ha vinto la Coppa Volpi a Venezia con il deludente Padrenostro

Valerio Mastandrea è Porthos

Mastandrea riprende il personaggio di Porthos, il più forzuto e cinico dei Moschettieri. Invecchiato nel fisico e fiaccato dalla delusione che ogni decisione della Corona gli suscita, Porthos si trascina stancamente di missione in missione, in spasmodica attesa di poter godere dei suoi 30 anni di contributi. Sarà la conoscenza con la veggente e "navigatrice impazzita" Tomtom a permettergli di rinnovare la propria tempra morale e a scuotersi dalla sua depressione, inseguendo gli ideali che un tempo lo avevano portato a servire la Corona da cui oggi si sente tradito. 

Altro attore italiano di lungo corso e consolidata carriera, spesa prevalentemente in ambito drammatico, Mastandrea è noto al grande pubblico soprattutto per il suo ruolo nella hit Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese. Presto lo sentiremo in veste di doppiatore dell'Armadillo nella serie animata Netflix realizzata da Zerocalcare. 

Tullio DeorsolaTomtom e Porthos abbracciati
Tomtom e Porthos svilupperanno un rapporto speciale

Rocco Papaleo è Athos

Tra i tre Moschettieri senior, Athos è il comandante e più fervente servitore della Corona. Anche lui ormai si limita ad eseguire il proprio dovere, ma è più restio dei compagni e colleghi a ribellarsi alla monarchia in nome di una giusta causa. La sua intesa comica con Valerio Mastandrea continua a fornire un robusto impianto comico al film, ma Papaleo qui incarna anche la devozione verso i simboli (il mantello crociato dei moschettieri), oltre che la capacità di sacrificarsi per ciò che si ritiene giusto, anche mettendo in pericolo la propria vita. 

A differenza dei colleghi moschettieri, Papaleo ha una carriera da sempre improntata alla comicità, al cinema e a teatro. Nell'ultimo decennio ha acquisito notevole notorietà partecipando a spettacoli televisivi e rafforzando la sua presenza cinematografica in commedie di successo come Basilicata coast to coast.

Tullio DersolaAthos riflette
Papaleo è il più ligio servitore della Corona tra i protagonisti

Giulia Michelini è Tomtom

Messa a punto dai laboratori segreti di Versailles, Tomtom è una valida aiutante al servizio dei Moschettieri e della Corona. La ragazza ha imparato a memoria tutte le mappe della Francia e può guidare i Moschettieri in ogni angolo del Paese, come un navigatore satellitare umano. A causa degli esperimenti condotti su di lei, ha perso in parte la ragione, guadagnando però la capacità di predire il futuro. Tomtom attira l'attenzione di Porthos, dapprima interdetto dai suoi modi e dalle sue abitudini (arrampicarsi sugli alberi, mangiare tutto ciò che trova), poi conquistato dalla purezza d'animo della giovane donna. 

Un ruolo inconsueto e in perenne bilico tra comicità ed eccesso per Michelini, attrice apparsa in tanti film comici italiani (anche al fianco di Checco Zalone in Cado dalle nubi) ma nota principalmente per il ruolo di Rosy Abate nella fiction Squadra antimafia - Palermo oggi.

Tullio DeorsolaTomtom si dondola su un ramo
Giulia Michelini interpreta una ragazza che ha perso la ragione

Guido Caprino è Cyrano

Incursione letteraria francese, Cyrano non fa parte del ciclo classico delle avventure dei Moschettieri, essendo nato dalla fantasia di Edmond Rostand nel 1897. Come i moschettieri, è un grande personaggio della letteratura francese, noto a livello internazionale grazie ai tanti adattamenti filmici e televisivi della sua storia. Nel film di Veronesi, ha il tradizionale naso pronunciato, ma all'amore non ricambiato per Rossana ha sostituito un'inaspettata vena politica. Figura di riferimento della Corte dei Miracoli e dei repubblicani, Cyrano si scontra con D'Art e cerca di convincere gli avversari a vedere oltre la cieca fedeltà alla monarchia, aiutando le persone comuni in difficoltà. 

Tullio DeorsolaCyrano riflette
Cyrano è un convinto repubblicano

Caprino è un ex modello diventato attore, prevalentemente nell'ambito della fiction italiana (così come l'Alligatore Matteo Martari). Conosciuto dal pubblico della fiction per aver interpretato Il commissario Manara, ha ricoperto ruoli da comprimario in serie di successo come 1992 e I Medici, ma ha partecipato a molte produzioni cinematografiche dell'ultimo decennio. 

Anna Ferzetti alias Enrichetta d'Inghilterra 

Sposatasi per motivi politici a un uomo che non ama, Enrichetta non esita a condannare la figlia Ginevra allo stesso destino, in un periodo in cui tutte le monarchie europee sembrano a rischio. Pur essendo la madre della ragazzina, è il personaggio meno simpatetico verso la sua infelicità e non esita a convocare l'amica Anna per lamentarsi dell'operato dei suoi moschettieri, finendo poi per affidarsi alle sue bondiane guardie del corpo. Nemmeno troppo segretamente, è attratta da D'Artagnan e proverà a sedurlo.

Tullio DeorsolaLa regina Enrichetta sul trono
Enrichetta è pronta a sacrificare la felicità della figlia per il bene della monarchia

Anna Ferzetti ha una discreta carriera nella fiction televisiva italiana, anche se ancora le manca il grande ruolo da protagonista. Gli spettatori più assidui la ricorderanno nel ruolo di Adele in Rocco Schiavone e di Irene in Una mamma imperfetta.

Federico Ielapi è Buffon

È il piccolo protagonista della storia, il ragazzino che comincia a leggere I tre moschettieri per scacciare dalla mente la sua giovane amica da cui verrà presto diviso per volere della famiglia di lei. I due vivono nella nostra realtà (e hanno già affrontato il Covid-19, a giudicare dalla prima scena ambientata a scuola), ma è la fantasia di lui a catapultarli nel mondo dei tre moschettieri, dove il ragazzino si trasforma in un povero orfanello innamorato dalla principessa costretta a sposarsi contro la sua volontà. 

Federico Ielapi ha solo 10 anni, ma una carriera di tutto rispetto. Ha recitato al fianco di Checco Zalone in Quo Vado?, ha incarnato il burattino Pinocchio nell'omonimo film di Matteo Garrone ed è già apparso in Moschettieri del re - La penultima missione. 

Tullio DeorsolaBuffon, Ginevra e D'Art sul carro
Favino e i giovani protagonisti del film

Sara Ciocca alias Principessa Ginevra

Sia nella vita reale sia nel mondo dei moschettieri, Ginevra sembra destinata a seguire il volere dei suoi genitori e non il proprio sogno d'amore. Innamorata e ricambiata in entrambe le dimensioni da Buffon/Uno, Ginevra non esiterà a fuggire con lui piuttosto che obbedire ai dettami materni, per garantirsi un posto agiato ma infelice nella società abbiente. 

Sara Ciocca ha 12 anni ma già una discreta esperienza cinematografica. Di recente ha interpretato la bambina protagonista di La dea fortuna di Ferzan Özpetek.

Margherita Buy è la Regina Anna d'Austria

Più anziana e meno capace di un tempo di prendere la decisione giusta a livello governativo e umano, la Regina Anna vorrebbe salvare Ginevra dal suo triste destino di sposa bambina, ma deve rafforzare la sicurezza della Monarchia. Di fronte all'invecchiamento dei Moschettieri e alla loro crescente indisciplinatezza, medita di pensionarli il prima possibile. 

Tullio Deorsolala regina Anna si toglie il cappuccio
Anna trova che i suoi Moschettieri siano invecchiati male, ma è consapevole di perdere colpi anche lei

Margherita Buy è una delle più note attrici italiane. Impossibile riassumere la sua carriera, ma tra i ruoli più memorabili c'è quello da protagonista in Le fate ignoranti di Ferzan Özpetek e in Mia madre di Nanni Moretti. 

Giulio Scarpati è Beghelì

Il nome è un omaggio ironico a un noto marchio di prodotti elettronici che solo i più grandicelli ricorderanno grazie a un noto spot degli anni '90, mentrer il personaggio è figlio dell'inventiva di Veronesi. Beghelì è un eroe positivo dall'aspetto spaventoso: l'incontro con gli squali non gli ha impedito di salvare un gruppo di bambini, rimettendoci la gambe e deturpando il suo volto. Amico dei moschettieri, si prenderà cura di Buffon. 

Tullio DeorsolaBeghelì ha un aspetto mostruoso
Il nome di Beghelì è un gioco di parole con il motto di un noto marchio di apparecchiature elettroniche

Giulio Scarpati è amico e attore feticcio di Veronese, chiamato qui ad interpretare un piccolo cameo. Ha raggiunto la notorietà televisiva grazie al ruolo da protagonista nella storica fiction Rai Un medico in famiglia. 

  • Il sequel di I Moschettieri del re - la penultima missione doveva uscire nelle sale italiane a Natale, ma è stato "adottato" da Sky, che lo ha inserito nel suo palinsesto per le feste. 

    Tutti per 1 - 1 per tutti arriverà su Sky il giorno di Natale in prima assoluta. Sarò poi disponibile in streaming su NOW TV, anche on demand.

  • Aramis non fa parte ufficialmente del cast del film perché è il personaggio interpretato da Sergio Rubini è morto.

    Tuttavia l'attore presta la voce a un lupo che sembra aver accolto l'anima del Moschettiere. Solo Buffon e Ginevra sono in grado di sentirlo parlare. Il lupo aiuterà i bambini e gli altri Moschettieri nella loro missione. 

Leggi anche

      Cerca