Maria Teresa: 10 cose da sapere sulla mini-serie di Robert Dornhelm

È andata in onda nel 2017 in occasione dei 300 anni dalla nascita dell'imperatrice, si tratta della prima co-produzione che vede insieme le TV pubbliche di Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia e... Scopriamo il resto insieme.

Beta Film Un primo piano di Marie-Luise Stockinger nella serie Maria Teresa

Nel 2017, in occasione dei 300 anni dalla nascita dell'imperatrice Maria Teresa, le emittenti televisive pubbliche di Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia – ORF, MTVA, ČT e RTVS – hanno unito per la prima volta le forze per creare Maria Teresa, una mini-serie che ripercorre l'ascesa al trono della sovrana d'Austria, figlia primogenita di Carlo VI.

L'attrice austriaca Marie-Luise Stockinger indossa gli abiti regali di una delle donne più potenti della sua epoca, colta però in un momento particolare: gli anni giovanili di ribelle regina delle feste e "socialite" ante-litteram. Prima di diventare potente imperatrice, madre di 16 figli e regnante adorata dai sudditi per le riforme mediche, economiche, scolastiche e religiose, Maria Teresa è stata innamorata del duca di Lorena, Francesco Stefano (Vojtech Kotek), l'uomo che il 13 febbraio 1736 diventò suo marito.

La prima stagione della mini-serie, trasmessa in Italia su Rai 3 nel 2019, ora è disponibile in streaming su RaiPlay. In attesa della seconda stagione (e della terza, in lavorazione), ecco 10 curiosità che forse non conoscete su questo sontuoso period drama che accende i riflettori sulla figura della prima donna salita al trono degli Asburgo e capace di riformare la monarchia nel segno dello "stato di benessere".

  1. Una premiere esclusiva
  2. Location suggestive
  3. Le scenografie di un genio
  4. Fotografia e musiche da sogno
  5. Vent'anni cruciali di storia
  6. Una serie in... décolleté
  7. Una programmazione speciale
  8. Un'altra protagonista
  9. Tra cattolicesimo e antisemitismo
  10. La saga continua

Una premiere esclusiva

In Austria la prima stagione della mini-serie è stata presentata in una cornice suggestiva: la produzione ha organizzato l'anteprima in una sala sfarzosa del castello Esterházy di Eisenstadt, uno dei più affascinanti palazzi barocchi austriaci, un tempo luogo di nascita e residenza di importanti esponenti della nobiltà asburgica e della famiglia imperiale.

La location non è stata scelta a caso: la famiglia Esterhazy ha svolto un ruolo centrale nell'incoronazione di Maria Teresa a regina d'Ungheria.

Location suggestive

Maria Teresa è stata girata tra l'Austria, l'Ungheria, la Repubblica Ceca e la Slovacchia.

Il regista Robert Dornhelm (lo stesso delle serie La storia di Anne Frank e Guerra e pace) e la sceneggiatrice Mirka Zlatníková hanno chiesto ad ogni attrice ed attore del cast di recitare nella propria lingua madre.

Tra i luoghi delle riprese spiccano la capitale ceca Praga, la città di Kroměříž, nella regione di Zlín, e il castello di Valtice, che ha sostituito il complesso residenziale della Hofburg di Vienna con gli appartamenti imperiali e il centro della vita pubblica e privata degli imperatori della casa d'Asburgo.

Le scenografie di un genio

Le sontuose scenografie che si ammirano nella mini-serie sono opera di Martin Kurel, l'art director e designer ceco vincitore del Premio César per Marguerite di Xavier Giannoli.

Kurel ha anche curato le scenografie di Postel di Oskar Reif, 3 Seasons in Hell di Tomás Masín, Lord of War di Andrew Niccol e Personal Shopper di Olivier Assayas.

Purtroppo Kurel è morto improvvisamente il 4 luglio 2019 a soli 58 anni.

Fotografia e musiche da sogno

Le luci della mini-serie sono state curate da Tomáš Juríček, esperto direttore della fotografia ceco che ha studiato all'American Film Institute. Juríček ha collaborato in patria e a Hollywood con registi come Mimi Leder (Peacemaker con George Clooney e Nicole Kidman), Agnieszka Holland (Il terzo miracolo con Ed Harris e Anne Heche) e Jonás Karásek (Amnestie).

La colonna sonora è stata composta da Roman Kariolou, musicista cipriota che ha proseguito la collaborazione con Dornhelm scrivendo lo score di Vienna Blood.

Vent'anni cruciali di storia

I primi due episodi di Maria Teresa coprono un arco di tempo che va dal 1723, quando la futura imperatrice conosce il duca Francesco Stefano di Lorena, al 1743, data dell'incoronazione come Regina di Boemia nella Cattedrale di San Vito.

Il terzo e il quarto episodio cominciano da un periodo cruciale per l'impero, la Guerra di successione, il conflitto che per ben otto anni terrà impegnate le maggiori potenze europee. Soltanto nel 1748 Maria Teresa riuscì a porre fine alla guerra siglando la pace di Aquisgrana.

Il focus della prima stagione è ovviamente la relazione con Franz Stephan, una storia d'amore assoluta e totalizzante. Quando l'imperatore morì il 18 agosto 1765, la consorte, devastata dal dolore, tagliò i capelli corti, cominciò ad indossare abiti neri che portò per il resto della sua vita e scrisse nei suoi diari di essere diventata "come un animale, priva della ragione".

ORF/Česká televize/Beta FilmVojtech Kotek e Marie-Luise Stockinger in una scena della serie Maria Teresa
I giovani e innamorati Francesco e Maria Teresa

Una serie in... décolleté

Molti tra critici e spettatori hanno sottolineato questo aspetto della serie: le continue, pronunciate e generose scollature di Marie-Luise Stockinger.

Non a caso al tempo dell'imperatrice, il décolleté era un privilegio degli aristocratici. Con l'ascesa al trono di Maria Teresa, è diventato anche un simbolo di potere, raffinatezza e femminilità.

ORF/Beta FilmMarie-Luise Stockinger in una scena della serie Maria Teresa
Il décolleté di Maria Teresa

Una programmazione speciale

Quando ORF ha trasmesso la prima stagione della mini-serie, ha dedicato una programmazione esclusiva all'imperatrice.

Dopo il primo episodio, sono andati in onda il documentario Maria Theresia - Vermächtnis einer Herrscherin (Maria Teresa - L'eredità di un sovrano) di Georg Riha e Maria Theresia - Majestät und Mutter (Maria Teresa - Maestà e Madre), docu-fiction di Monika Czernin ed Ernst Gossner che alterna doc e ricostruzione di fiction con l'attrice Gerti Drassl nei panni della sovrana.

Un'altra protagonista

Nella seconda stagione di Maria Teresa, l'imperatrice cambia volto: Marie-Luise Stockinger, impegnata al Burgtheater di Vienna con il nuovo direttore artistico Martin Kušej, è stata sostituita dalla collega austriaca Stefanie Reinsperger.

Classe 1988, l'attrice è attiva soprattutto in teatro (fa parte del Berliner Ensemble dal 2017) e in TV ha preso il posto di Aylin Tezel nella serie poliziesca Tatort.

In un'intervista concessa a Czech Radio, Reinsperger ha spiegato di aver accettato il ruolo di Maria Teresa perché in questi episodi la sceneggiatrice ha deciso di raccontare "con un'intensità diversa" una donna che "deve affrontare molti problemi politici e sociali".

Mirka Zlatníková è riuscita a scrivere un personaggio giovane, severo, determinato, ma comunque molto sensuale. È quello che il pubblico desidera e vuole vedere. In fondo i reali sono come noi: commettono errori, soffrono, sono delusi e amati. Se siamo riusciti a dimostrarlo, ne sono felice. La mia preoccupazione principale è stata proprio questa: rendere 'umana' Maria Teresa.

Jakub Hrab/Česká televizeStefanie Reinsperger in una scena della seconda stagione di Maria Teresa
Stefanie Reinsperger, la "seconda" Maria Teresa

Tra cattolicesimo e antisemitismo

Come tutti gli Asburgo cattolici, Maria Teresa nutriva forti pregiudizi nei confronti degli ebrei, che accolse però a corte come intermediari per le sue operazioni finanziarie.

Il regista Robert Dornhelm, un uomo spesso e volentieri ironico e sagace, ha spiegato in un'intervista al sito Kurier che le ricerche fatte in merito nella fase di pre-produzione lo hanno indotto a pensare che, in realtà, alla sovrana "non piacevano particolarmente neanche i Vangeli".

Sono cresciuto nel Banat, in Romania, dove Maria Teresa spediva molti cittadini sgraditi. In ogni caso, la città di Timisoara, da dove vengo, fiorì proprio durante questo periodo. Qui venne costruita la prima Opera, c'erano molti buoni ristoranti e probabilmente anche ottimi bordelli.

La saga continua

Nel dicembre del 2019, quando sono andati in onda gli episodi 3 e 4, i produttori di MR TV-Film e Maya Production hanno annunciato che è in lavorazione una terza stagione della mini-serie.

La scelta è motivata dal successo raccolto dalla "The Crown austro-ungarica" nei quattro Paesi co-produttori e dalla vendita dei diritti negli Stati Uniti e in Canada all'emittente pubblica PBS, che ha programmato la serie sulla piattaforma streaming Walter's Choice.

Voi avete visto Maria Teresa?

Vi ha appassionato la storia dell'imperatrice "dal cuore ribelle"?

  • Maria Teresa conta 4 episodi per due stagioni complessive (e una terza conclusiva in arrivo). Ogni episodio dura circa 100 minuti: la durata, per ora, si aggira quindi sulle 6 ore e mezza.

  • Maria Teresa ha soltanto due episodi perché in Italia è stata trasmessa soltanto la prima stagione. La seconda stagione, e quindi gli altri due episodi, sono andati in onda il 27 e 28 dicembre 2019 sulle reti pubbliche dei Paesi co-produttori: Austria, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia.

  • La prima stagione di Maria Teresa si può vedere in streaming gratuito su RaiPlay.

Leggi anche

      Cerca