Sanpa, il trailer del documentario sulla discussa vicenda di San Patrignano

Un documentario rispolvera una delle pagine più controverse della storia italiana: la comunità di San Patrignano, finita sotto accusa per i metodi del fondatore Vincenzo Muccioli.

In arrivo il 30 dicembre su Netflix Sanpa - Luci e tenebre di San Patrignano, una docu-serie in 5 episodi che racconterà “luci e ombre” della comunità romagnola.

La piattaforma di streaming ha divulgato il trailer da quasi 3 minuti, che cerca di dare un antipasto il più possibile completo del documentario sulla comunità nata nel 1978.

Il documentario - Chi era Vincenzo Muccioli?

Il documentario è diretto da Cosima Spender e cerca di ricostruire, attraverso reperti e testimonianze, questo pezzo di storia italiana, nata insieme agli anni di piombo, un periodo di terrorismo e in cui c'era una grande circolazione di eroina.

A San Patrignano c’era la feccia della società.

Luogo di perdizione o di salvezza? Recupero o ombra? Il documentario cerca di dare delle risposte, analizzando anche la figura del fondatore Vincenzo Muccioli, che ha curato la struttura fino al momento della sua morte, nel 1995, che ha coinciso anche con il declino di San Patrignano e la sua fine.

La comunità sorgeva a Coriano, vicino a Rimini, e fu edificata dal nulla. I metodi di Muccioli furono ampiamente discussi, e lo sono tuttora, generando una spaccatura: in molti lo approvavano, altri lo condannavano.

A mali estremi estremi rimedi?

Proprio su questi snodi controversi il prodotto Netflix cerca di fare luce, sentendo più pareri e provando a trovare un filo conduttore.

Ma chi era Vincenzo Muccioli?

Nato nel 1934 a Rimini, aveva studiato geologia ma poi aveva abbandonato gli studi per prendere in carico una proprietà terriera che aveva ricevuto dalla famiglia.

Qui aveva fondato la più grande comunità d’Europa di recupero per tossicodipendenti. Muccioli sottolineò il carattere caritatevole della sua istituzione, che descriveva come una famiglia pronta ad accogliere chi si era perso.

NetflixUna scena del documentario Sanpa
In arrivo il documentario su San Patrignano

Molti, però, non la pensavano così. L’uomo subì due processi, uno dei quali, chiamato “Processo delle catene”, con l’accusa di aver imprigionato e incatenato alcuni ragazzi; l’altro invece avvenne per omicidio colposo (concluso con l’assoluzione) dopo la morte di Roberto Maranzano.

Il trailer

Il trailer mostra i diversi interventi a riguardo, le immagini di repertorio (di Muccioli in primis), le testimonianze, tra accuse nei suoi confronti e difese, ma anche l’impatto mediatico nella vicenda.

In discussione, prima di tutto, sempre le modalità di Muccioli per portare a termine la disintossicazione dei ragazzi.

C’è chi giura che, se fossero usciti prima dell’assenso del direttore, sarebbero morti. E chi invece denuncia soprusi e “situazioni oscure” all’interno della comunità.

NetflixVincenzo Muccioli in una scena di Sanpa
Vincenzo Muccioli, il fondatore della comunità

Qual è la verità? Questa miniserie di Cosima Spender cerca di fare, per quanto possibile, chiarezza.

Cosa ne pensate? Avete voglia di scoprirne di più su questa controversa vicenda?

Leggi anche

      Cerca