Lupin, il finale (apertissimo) della prima stagione della serie Netflix

La miniserie francese Netflix che rielabora il mito del ladro gentiluomo ha un finale tutt'altro che definitivo: ecco cosa succede nella conclusione della prima stagione di Lupin.

Netflix Lupin e il figlio Raoul

Se non amate i finali aperti preparatevi ad essere irritati di fronte alla conclusione di Lupin, la miniserie francese prodotta da Netflix e disponibile a livello globale dal 8 gennaio 2021. Composta da 5 episodi, la prima stagione del progetto francese che rilegge il mito del ladro gentiluomo dei libri di Maurice Leblanc s'interrompe proprio sul più bello, con una troncatura così netta che viene da chiedersi se non ci sia un episodio a seguire. Invece no: per scoprire cosa succederà al protagonista Assane, emulo moderno e sfuggente di Lupin, bisognerà sperare in una conferma di Netflix per la seconda stagione e pazientare in attesa che eventuali nuovi episodi vengano girati. 

Lupin non è esattamente un ammodernamento delle gesta del leggendario ladro nato dalla penna di Maurice Leblanc. La serie infatti ruota attorno ad Assane, un giovane uomo originario del Senegal arrivato in Francia negli anni '90 assieme al padre, che perde in circostanze drammatiche. L'unica eredità lasciata dal genitore sono un paio di guanti e una copia rilegata di uno dei libri delle avventure di Lupin, che il ragazzino legge avidamente. Una volta diventato adulto, Assane sarà a sua volta un ladro gentiluomo, compiendo furti e cambiando identità senza che nessuno noti "lo schema letterario" delle sue imprese. Quando però una preziosa collana appartenuta a Maria Antonietta viene messa all'asta, il protagonista decide di esporsi come mai prima, perché il gioiello è intrinsecamente legato alla storia della sua famiglia. 

Come già anticipato nella recensione senza spoiler dedicata, la componente fondamentale di Lupin è Omar Sy, l'attore di Quasi Amici che interpreta Assane. La sua bravura e il suo carisma permettono alla serie di farsi notare anche laddove compia scelte più convenzionali. Il finale infatti lo riguarda da vicino e lo vede affrontare nuovi pericoli. 

Cosa accade a Le Havre

Assane decide di portare il figlio Raul e la sua ex in una gita a sorpresa fuori Parigi in occasione del compleanno del ragazzo, sulle tracce di Maurice Leblanc. Raul infatti è nato 11 dicembre, lo stesso giorno in cui venne al mondo il celebre scrittore e in cui i fan si ritrovano sulla spiaggia di Le Havre, uno dei luoghi simbolo dell'epopea di Lupin. Raul indossa cilindro e mantello (l'abbigliamento preferito da Lupin), andando alla ricerca del tesoro del ladro, secondo i romanzi nascosto proprio in questo luogo leggendario.

Intanto Assane e sua madre camminano sul lungomare, confrontandosi sul futuro della loro famiglia. La donna ha capito che durante il viaggio, sul treno per Le Havre, è successo qualcosa di pericoloso. Il compagno si è dovuto sbarazzare di uno dei tirapiedi del potente Pellegrini, che ha ordinato di togliere di mezzo l'avversario senza però fare del male ai suoi famigliari. 

NetflixSul lungomare Assane e la ex si confrontano sul loro futuro
Assane non vuole rivelare alla ex quanto successo al padre, ma così facendo perde la fiducia di lei

Sulla spiaggia Assane prova a spiegare all'amata che ha bisogno di fare un ultimo "lavoretto" per sistemare i conti con il suo passato, potendo poi finalmente archiviare i suoi anni criminali. La donna infatti non conosce nel dettaglio le sue attività, ma sa che non sono propriamente lecite. Non avendo mai rilevato alla partner le circostanze della morte del padre e rimanendo in silenzio di fronte alle richieste di lei di spiegare cosa stia succedendo, Assane perde la fiducia che lei aveva ritrovato in lui dopo l'ultimo periodo.

I due si accorgono improvvisamente che Raul è scomparso. Il ragazzo non è sulla spiaggia, piena di turisti e lettori vestiti con cilindro e mantello neri per omaggiare Lupin. Assane e la compagna lo cercano concitatamente, senza successo. Vediamo che a rapire il ragazzo è stato proprio il tirapiedi di Pellegrini, che probabilmente lo utilizzerà per far uscire allo scoperto Assane.

Mentre cerca il figlio, il ladro commette un grave errore: si volta al richiamo dell'agente di polizia Youssef Guédira. Il poliziotto ha capito che il misterioso individuo che insegue da mesi sarebbe stato a Le Havre dopo la segnalazione e l'arresto di un sospetto sul treno da Parigi alla città costiera. La sua trappola funziona: quando lo chiama "Lupin" Assane si gira e quindi gli rivela la propria identità. 

NetflixAssane si gira al richiamo di Youssef
Youssef riesce a trovare Assane e a rivelarne l'identità, tendendogli un tranello

Con questo incontro fatale si chiude la prima stagione di Lupin. 

  • In merito Netflix non ha dato ancora comunicazioni ufficiali. Secondo indiscrezioni non confermate, sarebbe stata girata una seconda parte della prima stagione, con due episodi aggiuntivi. 

  • Nessuno. Il padre di Assane si è impiccato in prigione, dopo essere stato condannato ingiustamente per il furto della collana di Maria Antonietta, in seguito trafugata dal figlio. 

    Pellegrini ha fatto sparire la collana dalla sua cassaforte, accusando il suo autista di averla rubata. Ha accusato il dipendente per incassare i soldi dell'assicurazione e salvare il suo impero economico in crisi. Tramite il commissario a lui colluso (che intuisce la verità sul caso), ha convinto la moglie a parlare al sospettato e a convincerlo a confessare per ottenere uno sconto di pena. 

    La confessione però incastra il padre di Assane e non allevia il verdetto. Dopo aver lasciato un messaggio nascosto in un libro di Leblanc al figlio in cui proclama la sua innocenza, l'uomo s'impicca a una grata della finestra della cella, in carcere. 

  • Assane viene inseguito da un tirapiedi di Pellegrini, che ha deciso di togliere di mezzo il figlio dell'uomo che ha mandato in prigione per salvare il suo impero economico. 

    Il protagonista, in gita a Le Havre con il figlio Raul e la ex, riesce a seminare il sicario, ma non per molto. Mentre Assane parla con la ex moglie, l'uomo riesce a catturare Raul e a caricarlo nella sua macchina, in modo da poter attirare il ladro allo scoperto. 

    Proprio mentre cerca il ragazzo sulla spiaggia Assane viene anche scoperto dall'agente di polizia Youssef Guédira. Anche lui grande lettore di Leblanc, l'uomo è riuscito a rintracciare il protagonista a Le Havre. Lo raggiunge alle spalle e lo chiama "Lupin!". Assane si gira, rivelando la sua identità. 

Vota anche tu!

Ti è piaciuta la serie?

Leggi di più tra 5

Condividi

Leggi anche

      Cerca