Chi è Cosmo, il cane che compare in Guardiani della Galassia?

Le sue apparizioni nel primo film sono semplici easter egg? O forse servono a preparare un ruolo ancora più grande nel futuro della saga?

Disney/Marvel Studios Cosmo in Guardiani della Galassia

Guardiani della Galassia ha tutte le carte in regola per essere pieno di easter egg. Intanto perché il suo autore James Gunn è un grande appassionato di fumetti, pronto a scavare per trovare chicche nascoste da inserire nelle sue opere e poi perché all'epoca tutto il lato cosmico dell'universo Marvel non era ancora stato esplorato al cinema e quindi c'era amplissima libertà di movimento. E infatti ci sono davvero tanti riferimenti nascosti nei due film della serie a personaggi e luoghi dell'universo a fumetti e alcuni devono ancora essere scovati. Fra i tanti, spiccano le apparizioni di un cane dall'abbigliamento curioso, che ha un significato più profondo di quanto si possa pensare...

Tra i tesori del Collezionista c'è anche Cosmo

Disney/Marvel StudiosBenicio del Toro e Cosmo in Guardiani della Galassia

Nei titoli di coda di Thor: The Dark World facciamo la conoscenza di un personaggio che avrà un ruolo importante in Guardiani della Galassia. Si tratta di Taneleer Tivan ovvero il Collezionista, un essere potente e antichissimo che raccoglie nel proprio museo un enorme numero di manufatti e creature. Toccherà a lui spiegare ai Guardiani della Galassia (e quindi agli spettatori) che cos'è davvero l'Orb e qual è l'origine e il significato delle Gemme dell'Infinito che diventeranno chiave nel futuro del franchise cinematografico.

Tra i tantissimi easter egg nascosti nella collezione di questo personaggio si trova anche un cane in tuta spaziale sovietica. Lo si può vedere sia durante la prima visita degli eroi al museo presente su Ovunque, sia nella scena dopo i titoli di coda tra le macerie della struttura, poco prima della iconica apparizione a sorpresa di un'altra figura cult del mondo Marvel, ovvero Howard il Papero.

Sarebbe facile pensare che questo cagnolino sia semplicemente un riferimento al noto programma spaziale russo degli anni '50 e in particolare all'iconica Laika. Tuttavia, si tratta di un easter egg molto più profondo e stratificato, perché l'animale in questione è a tutti gli effetti un personaggio Marvel, anche piuttosto importante. Si tratta infatti di Cosmo, uno dei membri più iconici dei Guardiani della Galassia moderni.

Chi è esattamente Cosmo?

Marvel Characters, Inc.Dettaglio della cover di Guardians of the Galaxy Annual #1

Come suggerisce la sua tuta, il cane è stato parte del programma spaziale dell'Unione Sovietica viaggiando tra le stelle. Nelle sue peregrinazioni è stato colpito da raggi cosmici che ne hanno cambiato la fisiologia, dandogli delle grandi capacità psichiche come telecinesi e telepatia. È così arrivato a Ovunque (o Knowhere in inglese), una stazione spaziale che si trova ai confini dell'universo frequentata da visitatori di ogni tipo, spesso per ragioni scientifiche. 

È proprio qui che l'eroe Marvel Nova, alla deriva dopo una fuga dai propri nemici, fa la conoscenza di Cosmo, introducendolo ai lettori. Il cane grazie alle proprie grandi abilità ha infatti fatto carriera ed è diventato il responsabile della sicurezza di Ovunque. Insieme a Nova affronteranno una minaccia che rischia di distruggere la struttura, evento che segnerà la nascita di un ottimo rapporto di amicizia tra i due. Proprio per questo motivo l'eroe consiglierà a Star-Lord di contattare Cosmo per sviluppare la base operativa dei nuovi Guardiani della Galassia.

Il cane diventerà così un supporter importantissimo per il team spaziale. Grazie al suo contributo, gli eroi potranno installarsi su Ovunque, in una sede altamente tecnologica, dotata in particolare di una funzionalità utilissima ovvero il Continuum Cortex. Grazie a esso i Guardiani della Galassia ottengono la possibilità di trasferirsi rapidamente in ogni angolo dell'universo, un grande vantaggio quando hai una giurisdizione estremamente ampia da difendere. Il tutto sotto l'attenta supervisione di Cosmo che insieme a Mantis diventerà coordinatore delle missioni della squadra.

Quale futuro avrà nel Marvel Cinematic Universe?

Disney/Marvel StudiosCosmo e Rocket in Guardiani della Galassia

Non è da escludere che l'apparizione di Cosmo nel primo film dei Guardiani resti semplicemente un simpatico easter egg per i lettori di fumetti come tanti altri, senza che abbia un seguito narrativo. Tuttavia, non è da escludere che nel futuro della saga questo personaggio possa tornare e magari in una posizione ancora più rilevante. 

Alla fine del film lo vediamo infatti libero dalla prigionia del Collezionista ed è possibile che da quel momento in poi prenda piede la sua carriera che lo porti a diventare capo della sicurezza di Ovunque anche nell'universo cinematografico. Questa struttura dopotutto è costruita nella testa di un Celestiale, personaggi che avranno un ruolo di rilievo in Gli Eterni, aprendo le porte a un ritorno della stazione in Guardiani della Galassia Vol. 3.

In questo film poi, stando alle dichiarazioni di James Gunn e i rumor che sono circolati in passato, dovrebbe essere esplorata la storia di Rocket, svelando il suo passato tormentato. È plausibile quindi pensare che le origini di Cosmo possano essere piegate, collegandole a quelle del combattivo procione (sono pur sempre due animali parlanti), dando così la possibilità di approfondire ulteriormente entrambi i personaggi e preparando magari il futuro della squadra anche dopo la fine della trilogia.

Al momento si tratta di ipotesi, ma con l'universo Marvel (e in particolare con i Guardiani della Galassia) tutto è possibile... E tu cosa ne pensi? Conoscevi già Cosmo? Ti piacerebbe vederlo con un ruolo più importante nell'universo cinematografico?

Leggi anche

      Cerca