Tutti i film di Spider-Man (e in che universo si trovano)

Tobey Maguire, Andrew Garfield, Tom Holland. Cosa unisce questi tre attori? Spider-Man, ovviamente.

Columbia Pictures / Sony Pictures / Marvel Studios Da sinistra nei panni di Spider-Man: Tobey Maguire, Andrew Garfield e Tom Holland

Forte di un successo senza pari tra i lettori degli albi Marvel Comics, Spider-Man è da sempre l'oggetto del desiderio dei più grandi studi dell'industria del cinema. Oggi a condividere i diritti di Peter Parker sono Sony Pictures e The Walt Disney Company, la cui (insperata) collaborazione ha permesso al tessiragnatele di affiancare Iron Man, Captain America e così via.

Quando si parla della versione cinematografica di Spider-Man è inevitabile pensare all'instabilità che da sempre caratterizza il personaggio in questa sfera dell'intrattenimento. Senza considerare quelle per il piccolo schermo  - L'Uomo Ragno (1977), L'Uomo Ragno colpisce ancora (1978) e L'Uomo Ragno sfida il Drago (1979) - sono otto le pellicole dedicate alla più grande creazione di Stan Lee e Steve Ditko, ma sono solo due quelle inserite all'interno di un franchise espanso. Si tratta chiaramente del Marvel Cinematic Universe.

E per quanto riguarda gli altri cinque in live-action? Quali erano i piani di Sony Pictures negli anni in cui si affidò a Raimi e Webb? E quale la strategia per i film d'animazione?

La trilogia di Sam Raimi con Tobey Maguire

Dopo rumor e progetti mai andati in porto, la prima pellicola live-action incentrata sul tessiragnatele di casa Marvel arriva in sala nel 2002. Il cinecomic porta la firma di Sam Raimi (al tempo noto principalmente per La Casa e La Casa 2), scelto da Columbia Pictures, quindi da Sony Pictures Entertainment. Peter Parker ha il volto del giovane Tobey Maguire, Mary Jane Watson quello di Kirsten Dunst.

  • Il Premio Oscar James Cameron, a partire dal 1991, lavorò ad una sceneggiatura per un film di Spider-Man che presentò poi alla Carolco Pictures. Colpita, la società di produzione decise di finanziare il progetto. Per il ruolo del protagonista Cameron aveva puntato un giovane Leonardo DiCaprio, al tempo non ancora così famoso. I lavori si interruppero nel 1995, quando la Carolco dichiarò bancarotta.

A comparire nella saga di Raimi - a cui Sony sperava di dare un seguito con una seconda trilogia - sono diversi personaggi legati all'amichevole Spider-Man di quartiere, che siano alleati o nemici. Ci sono Norman Osborn/Green Goblin (Willem Dafoe), zia May (Rosemary Harris), Dottor Octopus (Alfred Molina) e J. Jonah Jameson (J. K. Simmons), per citarne solo alcuni.

I lungometraggi di Raimi non si inseriscono in nessun universo cinematografico espanso. Una trilogia dunque che non ha dato origine a spin-off e che non ha 'regalato' al pubblico in sala crossover che oggi, al contrario, appaiono scontati.

Spider-Man (2002)

Peter Parker è un giovane del Queens che vive con gli zii Ben e May Parker. È innamorato della sua vicina di casa Mary Jane Watson, con cui crede di non avere alcuna speranza. La sua vita cambia quando, durante un gita scolastica, viene morso da un ragno geneticamente modificato. A poche ore dal fatto, Peter scopre di aver acquisito poteri come forza, riflessi e agilità fuori dal comune, sensi ancora più sviluppati, il famoso 'senso di ragno', la possibilità di arrampicarsi sui muri e di sparare ragnatele dai polsi.

La morte di suo zio, che il nostro eroe avrebbe potuto evitare interrompendo con il minimo sforzo la fuga del ladro che ha poi commesso l'omicidio, è il punto di svolta. Considerato che 'da un grande potere derivano grandi responsabilità', Peter decide di utilizzare le nuove abilità per il bene della sua New York, aiutando chi è in difficoltà e ostacolando le attività criminali. Tutti sembrano apprezzare l'operato del vigilante, ma in realtà non è così. A condannarlo pubblicamente è J. Jonah Jameson, l'editore del Daily Bugle.

Ma non c'è supereroe senza villain: a minacciare la Grande Mela è Green Goblin, che si scoprirà poi essere una persona molto vicina a Peter.

Spider-Man 2 (2004)

Peter è ora il supereroe che protegge i newyorchesi, ma la sua è una vita solitaria. Ha preso le distanze da Mary Jane e il suo migliore amico, Harry Osborn (James Franco), ha giurato di vendicare la morte di suo padre Norman. Evento di cui Peter, erroneamente, viene accusato.

Nel frattempo, il fisico Otto Octavius organizza una dimostrazione pubblica durante la quale sfoggia, con stupore di tutti (compreso Peter, lì presente), quattro tentacoli meccanici collegati alla sua stessa mente.

La sua creazione però è la sua condanna. Dopo un incidente causato da un picco di tensione, Octavius si trasforma in un assassino manipolato dai tentacoli che soggiogano il suo cervello.

Spider-Man 3 (2007)

Peter è finalmente felice, ha trovato il giusto equilibrio tra vita privata (al fianco di Mary Jane) e quella da supereroe. Purtroppo il periodo di successi e tranquillità è destinato ad avere breve durata.

Harry Osborn non ha ancora consumato la sua vendetta e sceglie di seguire le orme del padre trasformandosi in New Goblin. Come se ciò non dovesse bastare, si aggiunge la minaccia di Flint Marko/Uomo Sabbia (il cui corpo si trasforma in sabbia dopo essere finito in una zona scientifica per i test di un acceleratore di particelle) e quella di una sostanza aliena nera, un simbionte che - dopo Peter - sceglie Eddie Brock per fondersi e dare vita ad un essere terrificante: Venom.

The Amazing Spider-Man secondo Marc Webb

Messa definitivamente da parte l'idea di una seconda trilogia targata Raimi (che avrebbe dovuto portare sul grande schermo - si vociferava - Carnage, Avvoltoio, Electro e gli altri membri dei Sinistri Sei), Columbia Pictures ordina il reboot e affida il progetto a Marc Webb.

Il protagonista a questo giro è interpretato da Andrew Garfield (The Social Network). Al suo fianco c'è Emma Stone, ma non nel ruolo di Mary Jane Watson, bensì in quello di Gwen Stacy, storicamente il primo vero amore di Peter Parker.

Anche in questo caso non si può parlare di un vero e proprio universo cinematografico, nonostante, al tempo, Sony appuntò in agenda ben due spin-off per dare corpo ad un Ragnoverso ramificato. A dicembre 2013, infatti, la major cinematografica annunciò due cinecomic, uno incentrato su Venom, l'altro sui Sinistri Sei.

The Amazing Spider-Man (2012)

Peter Parker, rimasto orfano dopo un incidente aereo che ha causato la morte dei suoi genitori, cresce con gli zii Ben e May Parker. Frequenta la Midtown Science High School, la stessa scuola del bullo Flash Thompson e di Gwen Stacy, la figlia del capo della polizia George Stacy.

Trovati in cantina alcuni indizi sui genitori, Peter inizia ad indagare sulla loro morte, sempre più avvolta nel mistero. Le ricerche vanno in un'unica direzione: la Oscorp. Qui Peter viene morso da un ragno geneticamente modificato ed ottiene (come da 'tradizione') i poteri che lo trasformeranno poi in Spider-Man.

Alla Oscorp lavora Curt Connors, ex collega di Richard Parker. Il suo obiettivo è realizzare un siero che possa aiutare chi, come lui, è privo di uno o più arti. Testandolo su di sé, però, Connors si trasforma in Lizard, una lucertola enorme e dotata di straordinaria potenza.

The Amazing Spider-Man 2 - Il potere di Electro (2014)

Peter Parker continua ad indagare sulla morte dei suoi genitori e nel frattempo continua a vigilare su New York. Dopo la cerimonia dei diplomi, torna in città Harry Osborn (Dane DeHaan), amico d'infanzia di Peter e prossimo a perdere suo padre Norman. La malattia di quest'ultimo è però ereditaria, il destino di Harry - ora alla guida della Oscorp - è segnato.

Questa volta a seminare il panico nella Grande Mela è Electro, storico villain del tessiragnatale. Max Dillon (Jamie Foxx), dipendente della Oscorp, cade accidentalmente in una vasca 'abitata' da anguille elettriche modificate geneticamente che trasformano il malcapitato in un mostro capace di assorbire energia elettrica (come farà a Times Square) e scagliarla contro chiunque tenti di ostacolarlo.

Electro, però, non è l'unico problema di Peter. C'è qualcuno a bordo di un aliante...

Spidey nel Marvel Cinematic Universe

Per la gioia di milioni di fan, dopo le indiscrezioni del 2014, il 9 febbraio 2015 Marvel Studios e Sony Pictures si stringono pubblicamente la mano per portare il più amato eroe della Casa delle Idee nel Marvel Cinematic Universe. Si tratta del franchise nato ufficialmente nel 2008 con Iron Man e che ospita, oltre all'alter ego di Tony Stark, anche Captain America, Hulk, Thor, Vedova Nera, Occhio di Falco, i Guardiani della Galassia, Black Panther e tanti altri iconici personaggi degli albi a fumetti.

Lanciandosi dal punto più alto dell'Empire State Building (fantasticando, ci piace immaginare così la scena), lo spararagnatele è atterrato ufficialmente nel MCU nel 2016, in Captain America: Civil War. Nel cinecomic dei fratelli Russo Peter viene 'scoperto' da Tony Stark, che diventerà il suo mentore.

Lo Spidey di Tom Holland (Heart of the Sea), apparso in altri due film corali, ovvero Avengers: Infinity War (2018) e Avengers: Endgame (2019), ha all'attivo due pellicole ambientate nel Marvel Cinematic Universe. Per la sua personale saga sono previsti tre capitoli con l'ultimo, dopo alcune pericolose incomprensioni (chiamiamole così) tra Sony e The Walt Disney Company, atteso tra il 2021 e il 2022.

Spider-Man: Homecoming (2017)

A differenza delle altre saghe legate al personaggio, Jon Watts ha scelto di non raccontare (ancora una volta) le origini di Spider-Man.

Peter Parker, dopo l'incontro con gli Avengers in Civil War, è pronto ad una nuova missione, forse troppo sicuro dei suoi mezzi. In attesa di una chiamata di Tony e soci, si imbatte in una banda locale guidata da Adrian Toomes (Michael Keaton). Quest'ultimo ha messo le mani sulla tecnologia dei Chitauri dopo la battaglia di New York (The Avengers) e ha intenzione di arricchirsi vendendo sul mercato nero armi modificate.

Tra una gita a Washington e l'atteso ballo scolastico, Peter - con l'aiuto di Ned ed MJ (Zendaya) - mette in gioco sé stesso in uno scontro a più riprese con il nemico più pericoloso che abbia mai affrontato: Avvoltoio.

Spider-Man: Far From Home (2019)

Peter Parker è 'lontano da casa' nel cinecomic che chiude la Fase 3 del Marvel Cinematic Universe. Dopo gli stravolgimenti di Avengers: Endgame, il protagonista spera di poter staccare la spina per un po', mettendo da parte la vita da supereroe.

In gita scolastica in giro per l'Europa (c'è anche Venezia tra le tappe), Peter e compagni si imbattono in enormi elementali che distruggono tutto quello che capita a tiro. A fronteggiarli vi è un eroe che viene da lontano, da un'altra realtà. Si tratta di Quentin Beck, noto anche come Mysterio.

Ancora provato dalla morte di Tony Stark, Peter è alla ricerca di un nuovo mentore che possa aiutarlo nel suo processo di crescita. Quentin (Jake Gyllenhaal) sembra la persona giusta, ma l'inganno è dietro l'angolo.

Spider-Man - Un nuovo universo (2018)

Poster Spider-Man - Un nuovo universo
Google Play Movies
FILM

Spider-Man - Un nuovo universo

2018
Vota!
  • Genere: Azione & Avventura, Animazione, Commedia, Sci-Fi & Fantasy
  • Regia: Rodney Rothman, Peter Ramsey, Bob Persichetti
  • Sceneggiatura: Stan Lee, Steve Ditko, Sharon Bridgeman, Rodney Rothman, Phil Lord, John Puglisi, Jane Wu, Heiko Drengenberg, Mark Ackland, Denise Koyama, Riccardo Durante, Miguel Jiron, Yoriaki Mochizuki, Ryan Savas, Eva Bruschi, Cody Cameron, Vi-Dieu Nguyen, Jihyun Park, Miles Thompson
  • Cast: Shameik Moore, Jake Johnson, Hailee Steinfeld, Mahershala Ali, Brian Tyree Henry guarda tutto il cast

Nel 2018 Sony Pictures Animation porta in sala un film d'animazione con protagonista Miles Morales, che tuttavia non è l'unico Spidey in azione. Ad accompagnarlo sulla scena ci sono infatti diverse versioni del supereroe, come Spider-Ham e Spider-Woman. Ovviamente non può mancare all'appello il più famoso di tutti, Peter Parker.

La pellicola, che vede più Spider-Man uniti nella battaglia contro Kingpin, è stata accolta positivamente da fan e critica e ha lasciato il segno per l'impiego di una tecnica d'animazione innovativa. Si è inoltre aggiudicata diversi premi, tra cui l'Oscar per il miglior film d'animazione.

Il film avrà un sequel, previsto per aprile 2022, e ha convinto la casa di produzione a realizzare anche uno spin-off focalizzato sui personaggi femminili dello Spider-Verse (Spider-Gwen, Jessica Drew e Cindy Moon/Silk). Si può parlare di universo cinematografico? Assolutamente sì.

Vota anche tu!

Qual è il miglior Peter Parker / Spider-Man di sempre?

Leggi di più tra 5

Condividi

Leggi anche

      Cerca