Figlia d'arte appassionata di Jane Austen: chi è Phoebe Dynevor, la Daphne di Bridgerton

Attrice da quando aveva 14 anni, con Bridgerton ha trovato la sua grande occasione. Scopriamo la vita, la famiglia e le curiosità di Phoebe Dynevor, promettente stella di Manchester.

Netflix Phoebe Dynevor in Bridgerton

La più invidiata delle attrici britanniche si chiama Phoebe Dynevor e, durante le vacanze di Natale, ha infiammato i cuori degli spettatori con la sua love story in Bridgerton. Nella serie di Netflix prodotta da Shonda Rhimes interpreta la protagonista del primo capitolo, Daphne, che raggiunti i 21 anni cerca quello che cercano tutte le fanciulle della sua età nella Londra della Reggenza: un buon matrimonio.

Daphne però è un’inguaribile romantica e vorrebbe sposarsi (anche) per amore. Il suo cuore comincia a battere per un uomo tanto affascinante quanto impossibile: il duca di Hastings, interpretato da Regé-Jean Page, per il quale rifiuta addirittura la proposta di matrimonio di un principe.

A interpretare Daphne è questa talentuosa attrice venticinquenne, figlia d’arte già vista diverse volte sul piccolo schermo.

Scopriamo tutto su di lei, dalla carriera alle curiosità.

Biografia

Phoebe Dynevor è nata a Trafford, un borgo della Grande Manchester, il 17 aprile 1995. È figlia dello sceneggiatore Tim Dynevor e dell'attrice Sally Dynevor.

Ha due fratelli minori, Samuel e Harriet. Ha studiato a Altrincham e poi a Stockport, ma attualmente vive a Hampstead, a Londra.

Il suo esordio è avvenuto nel 2009, quando era adolescente, in Waterloo Road, di BBC One.

Poi è apparsa in diversi period drama e storie in costume, come un adattamento de I tre moschettieri e una serie basata sulle opere di Dickens.

I genitori di Phoebe sono molto conosciuti in Inghilterra. Il padre ha sceneggiato Emmerdale Farm e The Drowning, show molto popolari in Gran Bretagna, mentre la madre è un volto noto del piccolo schermo e dei palcoscenici teatrali.

Sally Dynevor è anche molto attiva nel sociale, oltre che nel campo artistico: come riporta Express, è stata insignita del titolo MBE (membro dell'Ordine dell'Impero Britannico) nel 2021 per la lista dei New Year Honours, per la sua carriera e il suo impegno nel teatro.

Inoltre è ambassador per l’organizzazione di solidarietà Action Aid.

Con una famiglia già attiva nel mondo della recitazione, Phoebe ha trascorso gli anni della propria formazione a studiare, anche se non è mai stata la prima della classe, come ha rivelato nel 2014 in un’intervista a Express.

A essere onesta, quando ero più giovane frequentavo scuole che mi hanno fatto capire che non ero la più brillante. Ma ho lavorato molto duramente per migliorarmi e sono orgogliosa dei risultati.

Nel corso dei suoi percorsi, si è appassionata alla letteratura inglese.

In un’intervista ad Harper’s Bazaar la venticinquenne, da sempre fan dei romanzi di Jane Austen, ha svelato di aver sempre sognato di recitare in un dramma ambientato nell’età della Reggenza, nota per il periodo di sfarzi, eccessi ed estrosità che caratterizzavano la vita dell’alta società britannica. Le storie d’amore, poi, non possono far altro che rispecchiare i temi e i meccanismi narrativi dei romanzi di Jane Austen.

Essere in grado di interpretare un personaggio nell’età della Reggenza per me è ancora più elettrizzante, perché ti permette di spaziare tra il tuo ‘orgoglio e pregiudizio’ e la tua ‘ragione e sentimento’ [l’attrice fa riferimento a due importanti opere della Austen, n.d.r.].

Phoebe Dynevor è molto legata alla sua famiglia. Al momento risulta single, anche se Ok riporta una sua liaison passata con l'attore Sean Teale.

I fan speravano in una storia con Regé-Jean Page ma la coppia in un'intervista ad Access ha indirettamente smentito.

Tutte le scintille che avete visto sono sullo schermo. Fa tutto parte della sceneggiatura.

Che altro sappiamo di Phoebe Dynevor?

Su Shondaland.com scopriamo che non si perde mai il suo momento preferito della giornata, il caffè del mattino, e che il libro che ha amato di più è Women Who Run with Wolves (Donne che corrono coi lupi) di Clarissa Pinkola Estés.

Carriera

Phoebe è attiva nel mondo dello spettacolo dal 2009.

Il primo ruolo, ottenuto quando aveva solo 14 anni, è quello di Siobhan Mailey nella quinta serie di Waterloo Road.

È apparsa in drammi come Monroe e The Musketeers e in Prisoners’ Wives di BBC, nella seconda serie di The Village e in Dickensian.

Nel 2016 ha recitato per la sua prima volta oltreoceano, nella commedia poliziesca Crackle Snatch. L’anno dopo l’attrice è entrata a far parte del cast di Younger.

TV LandPhoebe Dynevor in una scena Younger
Phoebe Dynevor in Younger nel 2015

Tanti progetti, piccoli ruoli o interpretazioni nel cast regular, ma niente di così clamoroso come Bridgerton. È stata la serie di Shondaland a far conoscere la venticinquenne britannica al grande pubblico. Ora è famosa e grazie alla produzione del dramma in costume ha imparato anche a ballare e ad andare a cavallo.

Ecco la sua filmografia, incentrata sul piccolo schermo:

  • Waterloo Road - 20 episodi 
  • Monroe – un episodio
  • Prisoners' Wives - 10 episodi
  • The Village - 6 episodi
  • The Musketeers - un episodio
  • Dickensian - 11 episodi 
  • Snatch – 21 episodi
  • Younger - 11 episodi (2017-2020)
  • Bridgerton - 8 episodi (2020)

All’appello manca appunto un lungometraggio. Chissà se dopo Bridgerton arriverà qualche proposta interessante…

Il ruolo di Daphne Bridgerton

Come riferisce sempre Harper’s Bazaar a corredo dell'intervista, la Dynevor ha sostenuto il suo primo provino per il ruolo di Daphne nel febbraio del 2019.

Qualche mese dopo è stata ricontattata per incontrare lo showrunner e i produttori e, subito dopo, si è cimentata in una prima lettura con Regé-Jean Page, che avrebbe interpretato Simon, il duca di Hastings.

L’incontro a Los Angeles con Shonda Rhimes è stato l’ultimo step prima di cominciare a lavorare. Nella fase pre-produttiva Phoebe ha preso lezioni di equitazione, etichetta, ballo e pianoforte.

I miei impegni erano molto fitti. Il lunedì equitazione, il martedì il piano e l’etichetta.

NetflixUna scena di ballo di Bridgerton
Phoebe nel ruolo di Daphne

Con la voce di Lady Whistledown (Julie Andrews) Phoebe ha una connessione emotiva particolare, anche se la dama britannica fa di tutto per screditare sia Daphne che gli altri.

Alla rivista Grazia l’attrice ha raccontato che sua madre era una grande fan di Mary Poppins.

Quando stava aspettando che nascessi, mia madre guardava quel film in continuazione per ‘convincermi a uscire’.

Sempre ad Harper’s Bazaar ha confessato il suo sentirsi molto “confident” in una produzione diretta da una regina delle storie al femminile come Shonda.

Lavorando con Shonda mi sono sentita al sicuro come donna. Sapevo che non sarei stata sfruttata in alcun modo e non mi sarei trovata a disagio. Pensavo che tutto quello che stavo facendo sarebbe stato per un motivo. E solo lavorando con qualcuno come Shonda, che sta spingendo in là confini e facendo cose tanto interessanti, mi sono sentita sicura.

NetflixUna scena di Bridgerton con Daphne ed Eloise
Daphne e la sorella Eloise in una scena di Bridgerton

Nel corso della stessa intervista, l’attrice ha raccontato come nelle sei settimane pre-riprese abbia stretto una bella amicizia con Regé-Jean Page esercitandosi nei balli. Quando sono arrivati sul set sono stati aiutati anche da una figura professionale specializzata nell’aiuto a girare scene intime.

Abbiamo avuto un coordinatore dell'intimità. Abbiamo provato tutte le scene intime settimane e settimane prima di iniziare a girare. Penso che sia stato vantaggioso anche per noi, perché quando siamo arrivati ​​sul set sapevamo cosa avremmo dovuto fare. Ci siamo sentiti davvero a nostro agio. Ci conoscevamo, avevamo già stretto una relazione. Siamo stati molto fortunati ad avere tutto quel tempo [per avvicinarci].

Grazie alla preparazione in una stanza da letto, la coppia di attori aveva già idea di come disporsi sul set e, come precisa Phoebe, "sapevo dove sarebbe andata a finire la sua mano e in che punto".

Proprio l'inesperienza sessuale di Daphne ha aiutato Phoebe a renderla più "moderna".

Volevo che avesse qualcosa di molto contemporaneo e [ho cercato di darglielo] nel modo in cui si dimostra piuttosto ansiosa [sui rapporti sessuali]. Non era propriamente nella sceneggiatura, ma mi ha aiutato a capirla di più. Perché il nostro è un mondo diverso, ma ci sono tanti parallelismi con i media, il modo in cui le donne sono ritratte dai media e su Instagram e le pressioni sull'essere sempre perfette.

Profilo Instagram

Come quello di tanti colleghi, anche il profilo Instagram di Phoebe Dynevor è molto istituzionale. La ragazza condivide spesso scene dal set o dal dietro le quinte, foto di moda realizzate per degli shooting e immagini di paesaggi, oltre che frame di film e attori che le piacciono.

Tramite Instagram abbiamo la conferma del fatto, già dedotto con Bridgerton, che i costumi ottocenteschi le donano.

Ma che ama anche i look comodi, soprattutto nella vita di tutti i giorni lontano dal set.

Vediamo anche che è stata cover girl di diversi magazine femminili, come Grazia.

O Glamour.

O British Vogue, per cui ha posato con Regé-Jean Page in abiti vintage per scatti in bianco e nero.

Scopriamo anche che ammira il talento di Meryl Streep...come darle torto?

Che ne pensate? Vi è piaciuta Phoebe Dynevor in Bridgerton?

Leggi anche

      Cerca