Il Piccolo Lord: 10 curiosità e segreti del film

Un classico che tutti hanno visto almeno una volta: scopriamo i segreti de Il Piccolo Lord, dalla carriera della baby star Rick Schroder all’ambientazione.

CIDIF MARTINO Una scena de Il piccolo Lord

Tra i classici che scaldano il cuore (e strappano lacrime di commozione) è annoverato Il Piccolo Lord, un film di Jack Gold scritto per la televisione.

La storia è ambientata alla fine dell’Ottocento e narra di un bambino americano orfano di padre, Cedric Errol, che scopre di essere l’erede di un nobile britannico, suo nonno.

La sua famiglia aveva interrotto i rapporti con il ramo paterno per la disapprovazione nei confronti delle nozze del padre di Cedric con sua madre, una donna non di sangue blu.

In difficoltà economiche, madre e figlio si trasferiscono in Inghilterra e Cedric prova a conoscere il burbero nonno, con cui instaura piano piano un forte legame d’affetto.

Lieto fine assicurato in questa che molte emittenti di tutto il mondo considerano la favola natalizia per eccellenza, da programmare durante le festività.

La storia nasce come secondo adattamento (dopo il primo del 1936) del romanzo omonimo di Frances Hodgson Burnett.

Sapete proprio tutto su questo classico con Rick Schroder e Alec Guinness? Ecco tutte le curiosità da scoprire sulla pellicola.

1- Chi interpreta il bambino?

A interpretare Cedric è Rick Schroder, attore newyorchese classe 1970. Il Piccolo Lord arrivò quando la carriera della baby star, caratterizzata dall’inconfondibile taglio a scodella biondo angelico, era già al culmine. A spalancargli le porte era stato il Golden Globe vinto nel 1979 per la partecipazione a Il campione di Franco Zeffirelli.

In seguito è stato scritturato da Disney per interpretare il film tratto dal romanzo di Frances Hodgson Burnett. In seguito l’attore è andato incontro a un periodo di declino, dopo aver interpretato film e serie tra la fine degli anni ’90 e i primi 2000, tra cui Scrubs – Medici ai primi ferri. Per molto tempo ha lottato per staccarsi di dosso l’etichetta di bambino biondo.

CIDIF MARTINOUna scena de Il piccolo Lord
Il protagonista del film

2- In che anno è ambientato Il Piccolo Lord?

Stando alle fonti originarie, ovvero il romanzo, la vicenda è ambientata a metà degli anni ’80 dell’Ottocento (intorno al 1885) tra New York e l’Inghilterra.

3 - Il cachet di Rick Schroder

Durante la promozione del film era emerso che la giovane star guadagnava circa 200mila dollari a film, tanto da avere (a soli dieci anni) almeno un milione di euro in banca, tra pellicole e introiti collaterali.

4 - Le età degli attori

Rick Schroder aveva 10 anni all’epoca del film, mentre Alec Guiness (nel ruolo del nonno) 66.

5 - Appuntamento di Natale

Per la TV tedesca, Il Piccolo Lord ha un posto fisso sul palinsesto delle strenne. È uno dei film di Natale che viene replicato ogni anno (un po’ come Una poltrona per due in Italia) e ottiene sempre un altissimo share.

6- La produzione

Il Piccolo Lord è prodotto da Selznick International Pictures, la società fondata da David O. Selznick quando lasciò MGM. I diritti dell’opera, però, erano stati acquistati prima che il fondatore della casa di produzione lasciasse la precedente, come raccontato in Showman: The Life of David O. Selznick.

7 - Il castello

L’ambientazione del film avviene in un lussuoso castello, dove vive il nonno di Cedric. Questo posto esiste davvero, si chiama Belvoir Castle, si trova nella contea di Leicestershire e su On Screen scopriamo che è stato utilizzato anche per le riprese di The Crown.

Il castello è anche visitabile.

Durante le riprese, l’attore protagonista aveva alloggiato in un villaggio nei dintorni, Barrowby.

8 - I costumi

Come riportato da Afi Catalog, questo è stato l’ultimo film in cui ha lavorato Sophie Wachner, che ha all’attivo oltre 85 progetti per il grande schermo (era attiva dal 1924).

L’abito di velluto blu scuro, insieme al colletto bianco inamidato, sono diventati un simbolo de Il Piccolo Lord. Secondo le voci che erano circolate sul set, il baby attore si sarebbe lamentato della sua pettinatura da paggetto e dei polsini e del colletto bianco. Inoltre il velluto gli irritava la pelle. 

9 - L’impatto del vestito de Il Piccolo Lord

Così come era stato descritto nel romanzo e illustrato da Reginald Birch, l’abito del protagonista ha avuto una grande influenza sul dress-code dei bambini americani e sulle uniformi scolastiche. L’abito era composto da una giacca di velluto blu (blu così scuro da sembrare nero), pantaloni al ginocchio, camicia bianca e colletto di pizzo. Di pari passo a questa moda c’era quella di tenere i capelli ricci. Il percorso di questo look nella storia è stato descritto nella pubblicazione Children wearing velvet suits inspired by Little Lord Fauntleroy style.

CIDIFUna scena de Il Piccolo Lord
L'immagine indimenticabile de Il piccolo Lord

10 - TV e cinema

Il prodotto era stato pensato per il piccolo schermo, ma il grande successo l’ha portato anche in alcune sale cinematografiche, qualche mese dopo. È accaduto in Inghilterra ma anche in Francia e Australia.

Leggi anche

      Cerca