Prima di WandaVision, Paul Bettany credeva di essere stato licenziato da Marvel

La star di WandaVision, Paul Bettany, ha rivelato che prima che il suo ruolo nello show fosse confermato era pressoché certo che la sua avventura coi Marvel Studios fosse alle battute finali.

Marvel Studios Il poster di WandaVision

Sul catalogo Disney+, sono disponibili i primi episodi di WandaVision, la serie targata Marvel Studios che dà ufficialmente il via alla Fase 4 del Marvel Cinematic Universe.

Lo show vede in prima linea i personaggi di Wanda e Visione, interpretati nuovamente da Elizabeth Olsen e Paul Bettany, entrambi già visti nei vari capitoli cinematografici della saga degli Avengers. 

Ora, nel corso di un'intervista con The Hollywood Reporter, lo stesso Bettany ha confessato che (prima che il suo ingaggio fosse ufficializzato dalla Casa delle Idee) era pressoché certo che il boss Kevin Feige lo avrebbe licenziato. L'attore ha infatti ricordato il giorno della sua convocazione per lo show, un incontro che secondo il suo punto di vista avrebbe portato alla fine della sua collaborazione con i Marvel Studios:

Il mio contratto era terminato quando ho ricevuto la telefonata da Kevin Feige, il quale mi ha chiesto: 'Puoi venire nel mio ufficio?'. Sapete, quando il boss chiama e ti chiede di 'andare nel mio ufficio' in concomitanza con la scadenza di un contratto immaginate bene cosa significa. Ho guardato mia moglie Jennifer Connelly e le ho detto senza mezzi termini: 'Sono fuori'.

Bettany ha poi proseguito il racconto, rivelando che:

Così sono entrato, non volevo che la situazione diventasse imbarazzante visto che mi ero trovato da subito bene a lavorare con Marvel. Quindi ho varcato la soglia e ho detto, 'Kevin e Louis [D'Esposito, co-presidente dei Marvel Studios], vi adoro. Mi sono trovato davvero molto bene, non ho alcun risentimento verso di voi'. In quel preciso momento Kevin ha risposto, 'Aspetta un attimo, te ne stai andando?' E io, 'No, non mi state licenziando?' Al che lui ha risposto: 'No, volevamo solo mostrarti il nuovo soggetto per una serie TV.' 'Oh, ok, ci sto (Ride)'. Questo è esattamente quello che è accaduto. Ho passato tutta la mia vita pensando sempre di essere licenziato da un momento all'altro.

Dopotutto, il ragionamento di Bettany non faceva una piega: abbiamo visto morire il personaggio di Visione alla fine di Avengers: Infinity War per mano di Thanos, nel momento in cui il Titano Pazzo ha deciso di estrarre dalla fronte dell'eroe la Gemma della Mente. Fortunatamente per l'attore, i piani di Feige e Marvel erano ben diversi.

Sempre via Hollywood Reporter, Bettany ha inoltre parlato del fatto che, secondo il suo punto di vista, la sensazione di far parte di una sitcom è una cosa destinata a svanire col il passare degli episodi dello show.

Sì, inizialmente è una cosa davvero sollevante, ma sarebbe uno show televisivo piuttosto noioso se fosse rimasto legato al semplice concetto di sitcom. Quello che inizierete a capire è che non è una decisione piacevole o arbitraria quella di ambientare questa storia in quel contesto da sitcom. La sensazione di comfort che queste situation comedy trasmettono è che, se hai un problema apparentemente insolubile, in coppia si può risolvere. Sfortunatamente, però, nella vita reale non è così che funzionano le cose, non potrebbe non essere così per sempre.

WandaVision, disponibile sul catalogo di Disney+, racconta infatti la straordinaria (in tutti i sensi) vita matrimoniale di Wanda Maximoff e Visione, per un'avventura che ricalca in tutto e per tutto le classiche sitcom anni '50. Purtroppo per la coppia di eroi, sembra che dietro una patina di apparente tranquillità matrimoniale si celi un pericolo ben più grande e temibile di quanto i due possano solo lontanamente immaginare.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca