Liam Neeson: altri due il prossimo anno, poi addio agli action movie

Per anni le ha suonate di santa ragione a destra e a manca, ma per la star di Taken è quasi giunto il momento di chiudere con i film d'azione.

20th Century Fox Liam Neeson è Bryan Mills in Taken

Ci sono attori che sembrano nati per film di un certo tipo. È il caso, ad esempio, di Liam Neeson, stella di Hollywood che, fatta qualche eccezione, ha raggiunto il successo grazie ad innumerevoli pellicole dall'alto tasso adrenalinico. Eppure questo più che riuscito connubio tra l'attore nordirlandese e gli action movie è destinato ad interrompersi.

Ad annunciare la notizia è stato lo stesso Neeson, attualmente in sala con The Marksman, thriller che ha di recente conquistato la prima posizione al box office statunitense prima occupata da Wonder Woman 1984. Intervistato da Entertainment Tonight, il candidato Premio Oscar nel 1994 per Schindler's List ha spiegato che ne avrà ancora per altri due film in programma per il 2022 (e altri due previsti per quest'anno), poi dirà addio agli action movie. Il motivo? L'età. Dopotutto, a giugno del prossimo anno le candeline sulla torta saranno settanta.

Ho 68 anni e mezzo. A breve ne compio 69. Quest'anno lavorerò a due film - lo spero, COVID permettendo - e altri due sono in cantiere, poi penso proprio che smetterò.

Per rendere meglio l'idea, Neeson ha raccontato un episodio avvenuto sul set di Blacklight, durante le riprese di una scena di combattimento con un attore ben più giovane:

Ho da poco finito un film in Australia e lì abbiamo girato un scena di combattimento con un ragazzo adorabile di nome Tommy. Ad un certo punto mi sono fermato perché ero senza fiato, così l'ho guardato e gli ho chiesto 'Taylor, quanti anni hai?', '25' ha risposto lui. È l'età del mio figlio più grande!

In oltre quarant'anni di carriera Neeson ha preso parte a diversi franchise di successo, è stato Ra's al Ghul nella trilogia di Christopher Nolan sul Cavaliere Oscuro, Qui-Gon Jinn in Star Wars, High T in Men in Black: International. Eppure, probabilmente, il suo ruolo più memorabile è quello di Bryan Mills, ex agente operativo protagonista della trilogia di Taken.

Nel corso dell'intervista Neeson ha speso qualche parola anche su Unknown - Senza identità, thriller del 2011 che - un po' a sorpresa - ha recentemente conquistato il pubblico di Netflix e da cui potrebbe essere tratta una serie TV.

Sono molto contento del successo, lo ritengo un film piuttosto interessante. In effetti stiamo pensando di ricavarne una serie TV, basata però sulle premesse della pellicola. È bello sapere che le persone hanno scoperto Unknown dopo dieci anni.

E voi cosa ne pensate della decisione di Liam Neeson rispetto agli action movie? Chi pensate possa raccogliere la sua eredità?

Leggi anche

      Cerca