Matt Damon nel cast di Thor: Love and Thunder sì o no? Cosa sappiamo finora, tra avvistamenti e rumor

Matt Damon farà parte del già ricchissimo cast di Thor: Love and Thunder? Le voci si susseguono ora dopo ora. Il punto della situazione tra avvistamenti in Australia e annunci ancora non confermati.

Marvel Studios Matt Damon nei panni di Loki

Matt Damon farà davvero parte del cast ufficiale di Thor: Love and Thunder di Taika Waititi? Al momento non ci sono conferme ufficiali in merito, ma la situazione nelle prossime ore potrebbe cambiare, dato che è già in rapida evoluzione sulla stampa internazionale. Tra avvistamenti, rumors e mezze dichiarazioni dei diretti interessati, alcune testate si sono già spinte a dare l'annuncio, ma le riviste più autorevoli del settore non hanno ancora rilanciato la notizia, in attesa di capire se Marvel confermerà la soffiata, smentirà nettamente o fingerà che nulla sia successo. 

Cosa è successo per la precisione? Matt Damon sarebbe stato avvistato nella zona di Byron Bay, una cittadina sull'oceano a nord della città più popolosa del continente, Sydney. A Byron Bay abita l'interprete di Thor Chris Hemsworth, insieme alla sua famiglia. Proprio qui si stanno svolgendo le strettissime procedure di quarantena preventiva per la troupe e il ricchissimo cast del film, che vede già confermati nomi come Natalie Portman e Christian Bale (che interpreterà il villain del film). Comprensibilmente l'arrivo in Australia di Damon ha messo in allerta la stampa e i fan. 

Un dettaglio tutt'altro che trascurabile: in realtà Matt Damon il suo esordio nel MCU l'ha già fatto, con un ruolo fulmineo, totalmente accessorio ma piuttosto famoso. Era lui infatti a interpretare il dio dell'inganno Loki nella recita teatrale asgardiana che metteva in scena versione "alternativa" della morte di Loki.

La scena comica, contenuta in Thor: Ragnarok (che aveva sempre alla regia Taika Waititi), aveva fatto furore proprio per l'inclusione di una star come Matt Damon in un ruolo tanto ironico ma marginale. Quello di un ignoto attore asgardiano che doveva interpreta una versione abbellita e fasulla di Loki, sotto gli occhi dello stesso dio dell'inganno, camuffato da Odino. Un vero e proprio cameo, da cui forse è nato qualcosa di più.

Avvistamenti australi

Questione di feeling dunque: che quel cameo fosse solo una prova generale per un coinvolgimento ben più ampio dell'attore? Oppure da cosa nasce cosa e la presenza dell'attore sul set ha dato qualche idea al regista neozelandese di What We Do in the Shadows e Jojo Rabbit, da esplorare in questo nuovo film su Thor? Sarà un cameo o un ruolo ben più sostanzioso quello che ha richiamato Matt Damon in Australia? Ancora nulla è dato sapere a riguardo, ma probabilmente scopriremo qualcosa in più nei prossimi giorni.

Quel che è certo è che Thor: Love and Thunder di Taika Waititi - una delle prime pellicole che dovrebbero comporre la fase quattro del universo crossmediale Marvel - si prefigura già come il film dei ritorni. Oltre a Tessa Thompson che rivedremo nel ruolo "aggiornato" di regina di Asgard, è già stato confermato il rientro in squadra di Jaimie Alexander nel ruolo di Lady Sif, personaggio che sembrava scomparso nel nulla dopo i primi film di Thor.

Marvel StudiosUna scena da Thor Ragnarok
Thor: Love and Thunder si configura già come una pellicola reunion di un gran numero di personaggi Marvel

Senza dimenticare la presenza già confermata dei Guardiani della Galassia, a cui Thor sembrava unirsi ufficialmente proprio in Endgame. 

Thor e la quarta fase del MCU

La pellicola, annunciata nel 2019, verrà girata nelle prossime settimane per tentare di centrare la finestra d'uscita stabilita a maggio 2022, nella speranza della riapertura delle sale. Per girare in sicurezza, oltre all'organizzazione di una quarantena rigida, si è deciso di girare il film in Stagecraft, la tecnologia immersiva creata da Disney e sperimentata in The Mandalorian. Questo sistema consente di girare in spazi chiusi, ridotti e controllati scene solitamente realizzate in esterna, con grande realismo.

Se tutto andrà come da programma, il nuovo film dedicato a Thor dovrebbe uscire dopo le pellicole Marvel previste per il 2021: Black Widow, Shang-Chi, Eternals, il nuovo film di Spider-Man ancora senza titolo. Ad aprire il 2022 supereroistico Marvel dovrebbe essere il sequel di Doctor Strange, seguito a ruota dal quarto film dedicato a Thor. 

Leggi anche

      Cerca