Limitless: i legami e le differenze tra il film e la serie TV

Quali sono i punti di contatto tra il thriller sci-fi con Bradley Cooper e il poliziesco procedurale con Jake McDorman? E quali le differenze tra il film di Neil Burger e lo show di Leslie Dixon e Craig Sweeny? Scopriamolo insieme.

Michael Parmelee/CBS Broadcasting Bradley Cooper e Jake McDorman in una scena della serie Limitless

Limitless è stata una serie televisiva sfortunata. Andata in onda dal settembre del 2015 all'aprile del 2016 su CBS (in Italia è stata trasmessa da Rai2), è stata cancellata dal network dopo una sola stagione.

Gli ascolti sono stati troppo bassi sul lungo periodo (dai 9,8 milioni di spettatori del pilot ai 5,7 dell'episodio finale) e le recensioni della critica piuttosto tiepide. A nulla è valsa l'apparizione di Bradley Cooper, vera mente dietro lo show e tornato ad indossare anche in TV i panni di Eddie Morra, lo scrittore diventato brillante broker e pezzo grosso della politica grazie all'NZT nel film del 2011.

Ma quali sono le differenze tra la serie creata da Leslie Dixon e il tech-thriller di Neil Burger?

Il libro da cui ha tutto inizio

Innanzitutto Limitless (il film) si basa sul romanzo Territori oscuri (The Dark Fields) scritto nel 2001 da Alan Glynn.

Già il film presenta significative divergenze con il libro dello scrittore irlandese. La più importante è l'ambientazione: Territori oscuri si svolge durante il picco e il successivo crollo della bolla speculativa delle Dot-com all'inizio degli anni 2000, quando numerose aziende di erogazione dei servizi via web fallirono generando una recessione della New Economy.

Non a caso numerosi personaggi del romanzo fanno spesso riferimento alla "esuberanza irrazionale" dei mercati, citata dall'ex presidente della Federal Reserve Alan Greenspan e teorizzata dall'economista premio Nobel Robert Shiller.

La droga stessa, capace di rendere chi la assume iper-produttivo e super-performante, non è più la MDT-48 del libro ma diventa l'NZT.

Territori oscuri Il romanzo di Alan Glynn
Territori oscuri

Il romanzo di Alan Glynn

€7,99

Quando è uscito nelle sale, Limitless ha ottenuto un inaspettato successo di pubblico: costato 27 milioni di dollari, ne ha incassati 161 milioni in tutto il mondo.

La serie TV è nata tre anni dopo, quando Bradley Cooper ha sviluppato il concept con Alex Kurtzman e Roberto Orci. Limitless (la serie) è a tutti gli effetti una sorta di sequel/spin-off del film, ambientato quattro anni dopo l'originale.

Il protagonista è Brian Finch (ad interpretarlo è Jake McDorman, già visto in Shameless e accanto a Cooper in American Sniper), un aspirante musicista stressato e in crisi (suo padre Dennis è gravemente malato e ha bisogno di un trapianto di fegato) che tramite un amico entra in contatto con l'NZT.

Dopo aver assunto il farmaco sperimentale, Brian diventa un'altra persona: ha brillantezza, capacità e memoria sovrumane, in un attimo impara e mette in pratica qualsiasi cosa. Quando si mette alla ricerca di altro NZT, scopre che Eli, l'amico che gli aveva fornito la prima pillola, è stato ucciso.

Sospettato dell'omicidio dall'FBI e braccato dall'agente Rebecca Harris (Jennifer Carpenter, la Debra Morgan di Dexter), Finch viene ferito a una gamba dal vero killer del suo pusher. A salvarlo è proprio Eddie Morra, trasformatosi nel frattempo in un potente senatore ma sempre dipendente dal nootropo.

Morra propone un patto al giovane: gli darà altre dosi e l'antidoto agli effetti collaterali dell'NZT se lui collaborerà con il Bureau come consulente, fornendogli preziose informazioni. Ovviamente per i suoi secondi fini (pena una ritorsione verso i suoi familiari) e senza dire nulla del loro accordo ai boss dell'FBI, che vogliono scoprire chi ha creato la magica droga e come contrastarne i "side effects". L'agente Harris ha un motivo in più per trovare la verità: sospetta che suo padre facesse uso di NZT prima di essere trovato morto in un fiume.

Il cambio di protagonista...

Le differenze tra il film e la serie, durata 22 episodi, sono diverse. Morra è tornato nell'universo di Limitless ma non è più il protagonista. Cooper appare soltanto in quattro episodi dello show: il pilot diretto da Marc Webb, Effetti collaterali, L'assassinio di Eddie Morra (in cui il senatore annuncia a sorpresa la sua candidatura a Presidente degli Stati Uniti) e Anteprima di stampa.

Lo showrunner e produttore esecutivo Craig Sweeny ha spiegato a The Hollywood Reporter che Eddie e Brian sono personaggi speculari.

I due aspetti che volevamo catturare dal film erano lo stile visivo e quello che hanno fatto con la macchina da presa. Mi piaceva anche la storia di un ragazzo che lotta per dare una svolta alla sua vita: sono queste le due cose che abbiamo voluto far emergere fin dal pilot.

Eddie e Brian sono simmetrici eppure differenti e lo show "riconosce il film e interagisce con i suoi personaggi ed eventi". La novità è l'oscuro ex agente dell'intelligence e ambiguo faccendiere Jarrod Sands (Colin Salmon), la figura di contatto tra Morra e Finch e autentico villain della serie.

Abbiamo accettato tutto quello che è successo nel film. Non c'è nulla per cui ci siamo detti 'Non funziona così'. L'unico aggiustamento è sul tono dello storytelling, ma abbiamo lasciato tutto com'era in termini di 'regole' per quest'universo.

Il legame misterioso tra i due anti-eroi è uno dei fulcri narrativi della serie. La loro "partnership" non è completamente chiara né amichevole. Ma se Morra è ancora di più il solito self-made man cinico opportunista e un personaggio secondario che aleggia sullo sfondo come deus ex machina (e fornisce la trama orizzontale che collega le vicende del film a quelle della serie), Finch è il classico bravo ragazzo col quale lo spettatore empatizza sin dai primi episodi.

...e di genere

Naturalmente le strutture di film e serie divergono in profondità. Il film è un thriller fantascientifico che allo spunto da commedia preferisce un ritmo indiavolato, colori stilizzati e un inquietante finale "neuronale". La serie è un poliziesco procedurale che saltuariamente diventa pura sci-fi e dramma.

Ogni episodio, accompagnato da copiosi flashback e dalla voce narrante di Brian che interagisce direttamente con il pubblico, prevede la risoluzione di un caso particolarmente complesso. Sweeny aggiunge un tocco di ironia alle scariche di adrenalina che procurano il montaggio interattivo e gli effetti lisergici dell'NZT, mutuati da quelli reali della metanfetamina.

Purtroppo Limitless non ha avuto fortuna e non ha guadagnato il semaforo verde per una seconda stagione. Sweeney ha annunciato su Twitter (prima di cancellare il suo profilo dal social network) che nessuna piattaforma streaming, da Netflix ad Amazon, ha accettato di "salvare" lo show.

Il seguito della storia di Limitless

Il destino di Limitless è proseguito tornando al cartaceo. Alan Glynn ha dato un seguito a Territori oscuri scrivendo Under the Night, romanzo "sequel e prequel" di The Dark Fields pubblicato nel 2018 da Faber & Faber e ancora inedito in Italia.

Under the Night Il romanzo prequel/sequel di Limitless
Under the Night

Il romanzo prequel/sequel di Limitless

€5,45

La vicenda di Under the Night si sposta nella Manhattan degli anni '50, dove la CIA sta conducendo uno studio segreto sulle droghe psicoattive. Ned Sweeney è un pubblicitario che si sottopone al test del MDT-48 e scopre che con quella sostanza, i suoi orizzonti mentali si espandono in maniera incredibile.

Sessant'anni dopo, Ray Sweeney, il nipote di Ned, sa poco o nulla del nonno. Tutto quello che gli è stato detto dalla famiglia è che Ned si è suicidato. Quando Ray incontra Clay Proctor, un funzionario del governo ormai in pensione, comincia a capire cosa si nasconde davvero dietro la scomparsa del nonno e l'enigmatico e "stupefacente" neurostimolatore.

Cosa ne dite: c'è materiale per una seconda stagione di Limitless o addirittura per un'altra serie (o magari un film) nuova di zecca?

Vota anche tu!

Vorresti che Limitless avesse un seguito?

Leggi di più tra 5

Condividi

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca