Kristen Stewart è una principessa Diana molto somigliante nella prima foto del film Spencer

Kristen Stewart è una lady Diana molto somigliante nella prima foto del film Spencer, le cui riprese cominceranno domani in Germania.

NEON Film Kristen Stewart è Diana

Nei prossimi mesi si profila una sfida a tre per ritrarre la Lady Diana più somigliante: dopo la convincente prova di Emma Corrin in The Crown, in attesa del passaggio di testimone nella quinta stagione della serie con l'attrice Elizabeth Debicki, è il turno di Kristen Stewart di sottoporsi alla "prova somiglianza". Il risultato del suo processo di immedesimazione nei panni della principessa Diana sembra piuttosto convincente, almeno a giudicare dalla primissima foto distribuita dalla casa di produzione NEON Film per pubblicizzare l'inizio delle riprese di Spencer, il nuovo film del regista cileno Pablo Larraín.

Il livello di somiglianza raggiunto è piuttosto sorprendente, considerando che a differenza delle colleghe sopra citate, il volto di Kristen Stewart è noto al grande pubblico e immediatamente riconoscibile. Inoltre i tratti somatici e il fisico non rendono l'attrice di Twilight immediatamente paragonabile alla principessa del Galles ed ex moglie di Carlo d'Inghilterra. Riguardo al biopic e al ritratto che fornirà di uno dei personaggi pubblici più iconici degli anni '90, l'attrice stessa ha dichiarato: 

Spencer è un tuffo immaginario ed emotivo che si interroga su chi fosse Diana in un punto cruciale della sua vita. 

Il titolo del film è indicativo: Spencer, il cognome da nubile della principessa. Il film tenterà di ricostruire più lati del carattere della donna, in un momento in cui ha tentato di tornare ad essere sé stessa, ritrovando la sua interiorità nascosta e modificata dalla persona pubblica nota a livello globale, un'identità simbolica costruita sopra la sua essenza. Il film rifletterà su cosa il cognome Spencer significhi per lei. 

Diana torna sotto i riflettori 

Con questa ritrovata attenzione per la figura di Lady D. e la grande quantità di progetti incentrati sulla sua vita in corso di lavorazione (vedremo anche un musical targato Netflix dedicato con protagonista Jeanna de Waal), è facile immaginare che anche Spencer sarà seguito con attenzione dal pubblico generalista. 

La platea cinefila ha un motivo in più per interessarsi alla pellicola: dietro il progetto infatti c'è il regista cileno Pablo Larraín, amatissimo nel circuito festivaliero e capace di farsi notare con il suo debutto hollywoodiano, il biopic Jackie. Il film - nato da un progetto scartato dal collega Darren Aronofsky - portò alla protagonista Natalie Portman la seconda nomination all'Oscar come miglior attrice per il suo ritratto di Jackie Kennedy. Parte del merito va attribuita anche alla capacità del regista di creare un biopic complesso e stratificato, capace di riflettere sulla condizione unica di donne diventate icone per l'opinione pubblica e per la storia, alle prese con la creazione stessa della loro pubblica persona

Facile dunque vedere punti in comune tra Jackie e questo progetto, che vede un altro nome molto blasonato nel cast tecnico: la sceneggiatura infatti è firmata da Steven Knight. Si tratta della stessa firma del copione di Locke, film che dimostrò l'intensità e la qualità recitativa di Tom Hardy. Knight e Larraín potranno fare lo stesso con Kristen Stewart che, dopo le convincenti prove dirette da Olivier Assayas, sembra essere incappata in progetti mediocri? 

Lo scopriremo presto. Le riprese del film cominceranno nei prossimi giorni in Germania e si prevede che la pellicola possa essere pronta per l'autunno di quest'anno. Nella speranza che porti più fortuna alla protagonista di quanto fece il ruolo di Diana alla collega Naomi Watts, interprete del discutibile Diana - La storia segreta di Lady D.

Leggi anche

      Cerca