Morbius, un crossover con Blade è nei piani? Leto accende le speranze

L'attore Jared Leto non esclude che il suo vampiro vivente possa un giorno affrontare il Blade di Mahershala Ali.

Sony/Marvel Un'immagine di Morbius

Da tempo si discute della possibilità - neanche troppo remota - che i personaggi del Marvel Cinematic Universe e quelli del cosiddetto Sony's Universe of Marvel Characters possano un giorno incontrarsi sul grande (o sul piccolo) schermo.

Ora, è proprio la star di Morbius, Jared Leto, a mettere nuovamente la pulce nell'orecchio dei fan, rivelando che un vero e proprio crossover tra il vampiro vivente e Blade - il cacciatore di vampiri interpretato da Mahershala Ali - potrebbe di fatto avvenire "in futuro".

Ecco le parole di Leto ai microfoni del The Late Show di James Corder (via ComicBook), in occasione della promozione del suo ultimo film, Fino all'ultimo indizio (The Little Things):

In realtà, ho quasi interpretato un vampiro nel nuovo film che uscirà prossimamente, Morbius. È un personaggio Marvel, lo chiamano il vampiro 'vivente', quindi non è un vampiro in senso stretto ma una specie di super-cosa. È davvero molto divertente.

Alla domanda specifica circa la possibilità di vedere un giorno Morbius affrontare Blade, Leto ha risposto che:

Questa è una buona domanda, potrebbe accadere in futuro. Sì, potremmo vederlo accadere.

Come sappiamo, Morbius fa parte dell'Universo dei personaggi Marvel di Sony, un universo legato a doppio filo alla rogues' gallery di alcuni storici avversari di Spider-Man (tra cui Venom).

Il biochimico Michael Morbius si presenta tanto nel film quanto nei fumetti Marvel Comics come un uomo affetto da una forma di vampirismo sovrumano. Le particolari condizioni fisiche lo rendono di fatto un nemico ideale di Eric Brooks/Blade, il "cacciatore di vampiri" in possesso degli stessi poteri dei mostri notturni a cui da la caccia ma senza le loro debolezze (ad eccezione della sete di sangue).

Nato dalla relazione tra un vampiro e una donna umana, Eric è infatti un "ibrido" esattamente come Morbius, tanto che nel corso della loro carriera editoriale i due personaggi si sono incontrati più volte.

Ad esempio, in Civil War - la celebre miniserie a fumetti di Mark Millar e Steve McNiven del 2006 - Morbius decide di accettare di buon grado l’Atto di Registrazione dei Supereroi deciso dal governo USA e dallo S.H.I.E.L.D., sebbene la scelta lo spinga poi a lottare contro Blade per tentare di convincerlo a mettersi in regola secondo le leggi imposte dagli Stati Uniti d'America.

Se il film con Leto servirà da vero e proprio aggancio tra l'universo espanso di Sony e quello dei personaggi Marvel Studios (di proprietà di Disney) questo non è ancora dato sapere con certezza.

Vero anche che l'apparizione a sorpresa nel trailer di Adrian Toomes (Michael Keaton), l'Avvoltoio di Spider-Man: Homecoming, oltre ad alcuni graffiti raffiguranti Spider-Man e la scritta "assassino" (probabile rimando agli scioccanti eventi visti alla fine di Far From Home) sono una prova quasi schiacciante del collegamento tra le due realtà narrative.

Del debutto di Blade nel MCU sappiamo ancora poco: l'annuncio ufficiale è avvenuto al San Diego Comic-Con del 2019, con il boss di Marvel Studios Kevin Feige che ha invitato a sorpresa sul palco l'attore premio Oscar Mahershala Ali, chiamato a vestire (nella Fase 5 del MCU) i panni del "Diurno" interpretato a cavallo tra gli anni '90 e i 2000 da Wesley Snipes (nella trilogia di film omonima dedicata al personaggio di Blade).

La cosa curiosa è che i due personaggi Marvel si sono già incontrati in passato, sebbene solo di sfuggita: nel finale alternativo del primo Blade (uscito nel 1998 e diretto da Stephen Norrington), vediamo il protagonista fuggire in compagnia di Karen Jenson (N'Bushe Wright), il quale si accorge ben presto che una figura misteriosa li osserva dall'alto di una struttura abbandonata: è Morbius (interpretato dallo stesso Norrington).

Poco sotto, la breve sequenza tagliata dalla versione originale del film (via Bloody-Disgusting):

Morbius, prodotto da Avi Arad e Matt Tolmach, vedrà in ogni caso la luce nelle sale americane il 21 gennaio 2022, dopo una serie di rinvii dovuti all'emergenza sanitaria mondiale (ancora nessuna notizia per quanto riguarda un'uscita italiana).

Nel cast, oltre a Leto, troveremo anche Matt Smith, Adria Arjona, Jared Harris, Al Madrigal e Tyrese Gibson.

Leggi anche

      Cerca