Il live action Netflix di The Legend of Zelda fu cancellato a causa di un leak

Nelle ultime ore le parole di Adam Conover hanno contribuito a far luce sulla cancellazione da parte di Nintendo del live action di The Legend of Zelda, in un primo tempo pianificato per Netflix.

Nintendo Link in una schermata di un videogame della serie The Legend of Zelda

Correva l'anno 2015. Fra le produzioni in divenire più chiacchierate di Netflix c'era sicuramente l'adattamento live action della saga di The Legend of Zelda, quindi di una delle saghe videoludiche più famose e di successo di casa Nintendo

Tutto sembrava portare al prossimo debutto della serie sul portale streaming quando, come un fulmine a ciel sereno, non se ne fece più nulla e il progetto fu cancellato in fretta e furia. Apparentemente senza un motivo plausibile.

Nelle ultime ore però il comico e doppiatore statunitense Adam Conover, all'interno del suo podcast The Serf Times, ha contribuito a far luce su una vicenda che da sempre è sembrata abbastanza strana, rivelando il vero motivo che ha portato Nintendo a cancellare il progetto in fretta e furia. 

Nel 2015 Conover era al lavoro su un adattamento di Star Fox, altro celebre personaggio del mondo Nintendo, in claymation (tecnica di animazione cinematografica con la plastilina). Ebbene proprio in quei giorni uscì un leak abbastanza consistente sul Wall Street Journal dove si spiegava l'intenzione di Nintendo di portare uno dei suoi franchise più famosi su Netflix. 

Passarono pochissimi giorni dalla pubblicazione dell'articolo. Conover fu informato che il progetto su Star Fox era stato bloccato, come anche lo sviluppo di quello relativo a Zelda.

Queste sono le parole dello stesso Conover:

"Poi, un mese dopo [la pubblicazione dell'articolo], ci furono un sacco di segnalazioni sul fatto che Netflix non avrebbe più portato a termine il progetto su The Legend of Zelda. In seguito il mio capo mi disse che anche Star Fox era saltato. E io continuavo a chiedermi 'Cosa sarà mai successo?'. L'unica spiegazione è che qualcuno in Netflix ha fatto trapelare informazioni sui progetti e Nintendo è andata fuori di testa!" 

Infatti come riportato dall'articolo del WSJ, una persona "che ha familiarità con questo tipo di cose" avrebbe descritto il progetto di The Legend of Zelda come una sorta di "Game of Thrones per famiglie". 

Sembra quindi che fu abbastanza solo questo leak, per altro non così sconvolgente, e anche abbastanza scontato, almeno per tutti coloro che hanno avuto il piacere di giocare ai videogame della saga, per far saltare tutto il progetto di adattamento in TV della saga di Link e Zelda nella terra di Hyrule. 

Speriamo che Nintendo non riservi la stessa sorte anche al prossimo film di Super Mario, previsto in uscita nel 2022.

Leggi anche

      Cerca