Come finisce Made in Italy e cosa sappiamo della seconda stagione

Tra addii, traguardi importanti e colpi di scena, il finale di Made in Italy lascia sospesi molti interrogativi e dischiude scenari inediti che potrebbero essere oggetto di una seconda stagione. Ecco come finisce la serie e cosa sappiamo finora.

Taodue/The Family Il cast di Made in Italy

Made in Italy ha fatto il suo esordio nel 2019, approdando su Amazon Prime Video, ma è andata in onda in chiaro su Canale 5 solo nel 2021. La fiction, prodotta da Taodue e The Family, ha avuto il merito di rendere mainstream (in streaming prima, in TV poi) la storia della grande moda italiana degli anni '70. Poche produzioni televisive, infatti, negli anni si sono occupate della nascita del Made in Italy in modo così dettagliato, seppure - in questo caso - lasciando sullo sfondo le vicissitudini di storia del costume e mettendo più in luce le vicende personali dei personaggi.

A partire da quelle della protagonista, Irene Mastrangelo, interpretata dalla modella-attrice rivelazione Greta Ferro. Irene viene da una modesta famiglia di meridionali trapiantati a Milano e, un po' per caso, si ritrova a lavorare nella redazione di Appeal, una delle riviste di moda più importanti del settore. Da Appeal fa la conoscenza di Monica (Fiammetta Cicogna) e Filippo (Maurizio Lastrico), che diventano i suoi più cari amici, e quella del direttore Armando Frattini (Giuseppe Cederna) e della caporedattrice Rita Pasini (Margherita Buy).

Gradualmente, Irene riesce a fare breccia nel cuore di tutti in redazione. Ha sempre intuizioni brillanti e diventa una valida giornalista di moda. Incontra alcuni degli stilisti più quotati, da Giorgio Armani (Raoul Bova) a Walter Albini (Gaetano Bruno), ed entra a far parte del jet set di settore.

Il mondo dorato di Appeal, però, sul finire della serie si scontra contro una dura realtà: due dei giornalisti di punta della redazione decidono di tradire Frattini e la rivista, fondandone una tutta loro. La concorrenza è spietata, ma sarà Irene, ancora una volta, a cambiare le carte in tavola.

Il finale di Made in Italy

Irene e Rita provano in ogni modo a salvare Appeal, non sapendo che Nava (Sergio Albelli) e Ludovica (Valentina Carnelutti) hanno già fondato una loro rivista, Fascino, che sta sottraendo ad Appeal tutti i migliori fotografi e investitori pubblicitari. Tra le iniziative delle due c'è la partecipazione a Idea Como, un'innovativa occasione di incontro tra tessutai e stilisti organizzata dall'imprenditore Beppe Modenese.

Il penultimo episodio della serie si svolge nell'arco di una sola notte. A Idea Como, Irene si imbatte nuovamente in Davide Frangi (Andrea Bosca), produttore di tessuti che l'aveva "salvata" da una situazione imbarazzante con Giorgio Armani qualche settimana prima. Durante l'evento, Rita riceve una telefonata che la informa di un fatto increscioso: l'ex compagno Antonio le dice che loro figlio Simone desidera incontrarla, così la giornalista decide di lasciare Idea Como nella speranza di riconciliarsi con il ragazzo. Frangi si offre di riaccompagnare Irene a Milano, ma prima ne approfitta per invitarla a cena.

Taodue/The FamilyAndrea Bosca e Greta Ferro
Irene e Davide si incontrano a Idea Como e trascorrono la notte insieme

L'incontro tra Rita e Simone non va a buon fine, il ragazzo si rifiuta di avere un dialogo con sua madre e declina il suo aiuto per risolvere i problemi che ha con la giustizia. Simone le annuncia di avere intenzione di voler sparire dalla circolazione e le chiede di non cercarlo mai più. 

Per Irene e Davide la notte è ancora lunga: i due si godono una romantica cena insieme e lei prova a conoscerlo meglio, indagando principalmente sul suo stato civile. Frangi ammette di essere sposato e di avere anche un figlio, lei ne apprezza l'onestà specialmente quando lui le confessa di essere confuso e in crisi da quando l'ha conosciuta. I due si scambiano un bacio e finiscono per trascorrere la notte insieme.

Rita si confida con Frattini circa le sue preoccupazioni per Simone. Questi cerca di rincuorarla, ma d'improvviso le confessa che sta per morire: gli mancano poche settimane di vita e vuole che sia lei a salvare Appeal e a prendere in mano le redini del giornale quando non ci sarà più.

Intanto Monica ha iniziato a frequentare Diego (Francesco Di Raimondo), il figlio della proprietaria dell'appartamento che vuole affittare con Irene. Lui è visibilmente invaghito di lei e Monica se ne approfitta per cercare di ottenere un prezzo di favore. I due, però, finiscono per innamorarsi. In un locale omosessuale, invece, Filippo affronta un dolore atroce: il fidanzato Flavio (Saul Nanni) è morto di overdose.

Taodue/The FamilyRita Pasini interpretata da Margherita Buy
Rita continua ad avere problemi con il figlio Simone

L'ultimo episodio sposta la linea temporale di alcuni giorni. Irene e Monica vivono ormai nell'appartamento della mamma di Diego. La prima porta avanti la sua relazione clandestina con Davide, mentre Monica sembra sempre più innamorata del suo fidanzato, che le chiede di sposarlo. Frattini presenta alla redazione Fascino, la rivista fondata da Nava che ormai raccoglie buona parte dei fotografi e dei vecchi investitori di Appeal. C'è bisogno di un piano, così Irene e Monica decidono di andare da Filippo, ancora distrutto per la morte di Flavio, e di motivarlo con una nuova sfida: rilanciare Appeal.

Frattanto, Irene ha un'idea che condivide con il resto della redazione: vuole andare all'inaugurazione della nuova boutique di Fiorucci a New York, un evento epocale molto distante dall'immaginario di Fascino e quindi perfetto per rilanciare la rivista. L'arrivo di Irene a New York è spumeggiante: la Grande Mela la accoglie nel migliore dei modi, tra skyline mozzafiato, variopinto streetstyle che fa da materiale per i suoi scatti e, ovviamente, il party di Fiorucci. Irene realizza la sua intervista e tutto procede a gonfie vele, mentre a Milano il figlio di Rita è coinvolto in un'aggressione sfociata in uno scontro a fuoco. Simone, però, non ha il coraggio di sparare e, dopo mesi di assenza, fa ritorno a casa tra le braccia di sua madre.

Rita capisce, a quel punto, di non poter assecondare la volontà di Frattini e di non poter gestire da sola Appeal dopo la sua morte. Vuole seguire più da vicino suo figlio e recuperare il rapporto con lui.

Taodue/The FamilyGreta Ferro interpreta Irene
A New York Irene scopre di essere incinta

A New York Irene comincia a essere colpita da strane nausee, che inizialmente attribuisce alla cucina americana. Dopo episodi ripetuti, si convince ad acquistare un test di gravidanza che conferma i suoi sospetti: è incinta di Davide. Nonostante le preoccupazioni per la sua gravidanza, porta comunque a termine in modo egregio il lavoro per il nuovo numero di Appeal e fa ritorno a Milano, dove trova una brutta notizia ad accoglierla.

Frattini è morto scrivendo il suo ultimo editoriale e ha lasciato a Irene una lettera, che lei legge al funerale dell'uomo. Il direttore vuole che sia lei, l'ultima arrivata in redazione, a dirigere Appeal.

Made in Italy 2: ci sarà una seconda stagione?

Con le sue location mozzafiato e la sua meticolosa ricostruzione degli albori del panorama moda italiano, Made in Italy è sicuramente un progetto molto interessante e dalle ottime potenzialità. Tuttavia, non è stato ancora annunciato ufficialmente il rinnovo per la seconda stagione.

La volontà di proseguire c'è, come confermano le dichiarazioni di Camilla Nesbitt, produttrice Taodue, riportate da Fanpage:

Siamo pronti a continuare la storia della moda italiana e dei protagonisti in una seconda stagione di Made In Italy. Sono certa che il pubblico sentirà tutta la passione e l'immenso lavoro con cui ci siamo accostati al progetto.

Anche la protagonista Greta Ferro si è detta entusiasta all'idea di girare nuovi episodi:

Non sappiamo cosa ne sarà della serie, ma una cosa è certa: il racconto della vita di Irene è un mezzo per raccontare la moda in Italia negli anni '70, ma esistono anche gli anni '80, che sono stati fondamentali per la moda italiana e società.

Tutto, a questo punto, dipenderebbe da Mediaset. Gli ascolti non sono stati particolarmente esaltanti, probabilmente complice anche il continuo slittare della messa in onda e il fatto che, ormai da più di un anno, la serie fosse disponibile in streaming su Amazon Prime Video.

Di certo c'è che il finale aperto si presterebbe a un proseguimento e alla realizzazione di una seconda stagione. Prima di tutto: cosa deciderà di fare Irene con la sua gravidanza? Renderà partecipe Davide oppure sceglierà di crescere il suo bambino da sola? La Mastrangelo è stata scelta come nuova direttrice di Appeal: come se la caverà in questo nuovo ruolo? 

Per il momento non resta che aspettare per saperne di più. Vi ricordiamo che Made in Italy è disponibile in streaming sia su Amazon Prime Video che su Mediaset Play.

Leggi anche

      Cerca