San Valentino: 15 film per romantici, cinici e possibilisti

Dalle storie lacrimevoli alle commedie, dai cult del passato alle nuove pellicole sulle piattaforme: ecco qualche consiglio per i film romantici, o antiromantici, da vedere a San Valentino.

Netflix Una scena di Malcolm e Marie

È sempre il momento per riguardare un film d'amore, che sia una commedia dissacrante o un dramma strappalacrime, un film in costume o un grande classico.

E San Valentino è l'occasione perfetta. C'è chi lo combatte e chi lo asseconda: il mondo è diviso in accaniti di San Valentino, annoiati disillusi e misantropi convinti, e anche il repertorio dei film si configura in segmenti diversi per diversi tipi di spettatori.

In altre parole: a San Valentino preferite guardare un film convenzionalmente romantico, un film anticonvenzionalmente romantico o un film che distrugge tutto ciò che è rosa e a cuori? Meglio un classico come Colazione da Tiffany o una pellicola francese e così controcorrente come Amami se hai coraggio?

Per non scontentare nessuno, ecco 15 diverse proposte di storie d'amore che finiscono bene, male o malissimo per la serata del 14 febbraio davanti a uno schermo.

Se mi lasci ti cancello (2004)

Il criticatissimo titolo Se mi lasci ti cancello è una traduzione prosaica del poetico e originario Eternal Sunshine of a Spotless Mind.

Ci sono i Beck che spolverano la malinconia sulla fotografia già ghiacciata e rigorosa, mentre i protagonisti Joel e Clementine si rassegnano all’impossibilità di smettere di soffrire quando una storia d’amore lacerata dalla vita si presenta con il bilancio dei momenti che non si possono dimenticare e fanno male come una stilettata.

La trama è meravigliosamente complicata e parla di una ragazza che decide di rivolgersi a una multinazionale, Lacuna, per farsi cancellare i ricordi: la storia d'amore passata le fa troppo male. La sua vicenda e quella dell'uomo che era al suo fianco, Joel, si incrociano con quelle di Mary e Stan, che lavorano proprio in un reparto di Lacuna.

Gondry consegna un capolavoro tutt’altro che scontato sull’amore e la fine di una storia. Anche il linguaggio è poetico.

Pensieri sparsi, per il giorno di San Valentino 2004. Oggi è una festa inventata dai fabbricanti di cartoline d'auguri per fare sentire di merda le persone. Non sono andato al lavoro oggi, ho preso il treno per Montauk, non so perché, non sono un tipo impulsivo. Forse mi sono svegliato solo un po' depresso: devo far riparare la macchina.

Storia di un matrimonio (2019)

È il film più adatto per San Valentino? Probabilmente non in senso convenzionale, ma chi ha il cuore spezzato e soffre durante la festa degli innamorati potrebbe gradire questa pellicola premiata di Noel Baumbach, che traccia una grammatica del lasciarsi, dopo la dissoluzione di un legame nel divorzio.

Può sembrare assurdo ma una separazione, per quanto dolorosa, può diventare anche un punto di partenza, e non solo per una nuova vita, ma anche per la negoziazione di un diverso legame tra gli ex coniugi.

Scarlett Johansson e Adam Driver interpretano la coppia, divisa da anime diverse e da appartenenze diverse, Los Angeles e New York.

Il film, di genere drammatico, è una produzione originale Netflix.

Il matrimonio del mio migliore amico (1999)

Non sempre le più belle storie sono quelle d’amore.

Perché, spesso e volentieri, l’amicizia è così sottovalutata e viene considerata una sorta di medaglia d’argento?

Potremmo chiederlo a Julianne che, non appena scopre che il suo amico dell’università si sposa, si precipita a Chicago con il chiaro intento di far saltare il matrimonio. Cenerentola ballerà ancora? Sì, non è necessario che deponga ora le scarpette. Ma non è detto che balli con il principe azzurro.

Forse non ci sarà matrimonio. Forse non ci sarà sesso. Ma, perdinci, ci sarà almeno il ballo.

Chiamami col tuo nome (2017)

Sono gli anni '80 nella campagna intorno a Crema e una famiglia di ebrei italoamericani, i Pearlman, accolgono a casa loro uno studente universitario e collaboratore del capofamiglia. Il ragazzo, Oliver, arriva dagli Stati Uniti e si scopre inaspettatamente attratto dal figlio del professore, il 17enne Elio.

I due prima respingeranno e poi accoglieranno questo amor fou e si abbandoneranno alla passione estrema.

Chiamami col tuo nome e io ti chiamerò con il mio.

Malcolm & Marie (2021)

Film originale Netflix, diretto da Sam Levinson (regista della serie Euphoria), con una meravigliosa fotografia in bianco e nero, sulla storia d'amore tra il regista Malcolm e la giovane Marie.

"Innamorati. Persi" recita la tagline, che promette lo svisceramento di un'apparenza splendente.

Tutto parte da un successo dell'uomo, che presenta il suo nuovo film tra gli applausi. La sera però, a casa con Marie, emerge tutta la fragilità e la rabbia che tiene legato il loro rapporto. Sembra l'amore perfetto, e forse lo è, proprio perché è reale.

Marie, amo il modo in cui guardi il mondo.

Qualcosa è cambiato (1997)

Non cambia mai nulla: c'è chi a San Valentino si sente sempre più irritato, disilluso e infastidito nei confronti delle coppie, dei single, del mondo.

Eppure nulla è irrecuperabile, e lo sa bene lo scrittore Melvin, un misantropo conclamato che odia anche solo andare in una tavola calda sotto casa: d’altronde, il mondo è pieno di germi. Sarà la cameriera dello stesso locale, Carol, a fargli scoprire gli arcobaleni del quotidiano: le piccole cose, le grandi cose, la possibilità di iniziare ad apprezzare gli altri. E se all’amore si è convertito Melvin….

Alcuni di noi hanno grandi storie, bellissime storie ambientate su dei laghetti, piene di barche, di amici e di... ciambelle alla marinara. Certo, nessuno in questa macchina, ma per tanta gente questa è la vita: divertimento e ciambelle alla marinara.

A Star is Born (2018)

Nuovo remake del classico hollywoodiano È nata una stella, con la coppia formata da Bradley Cooper, attore e regista del film, e Lady Gaga, che ha curato anche la colonna sonora (e vinto l'Oscar per Shallow).

I due si incontrano e si amano, complice un'interpretazione da brividi de La vie en rose e un passaggio casuale di una rockstar in un night. Ma provengono da due mondi diversi e rappresentano due generazioni, due generi musicali opposti.

Se non peschi a fondo nella tua anima, non durerai.

Hanno una speranza di essere felici?

Alla domanda rispondono Lady Gaga e Bradley Cooper, con sguardi struggenti e duetti sognanti.

A Star is Born unisce melodramma, musica e sentimentale ed è una pellicola che gli inguaribili romantici non possono perdersi.

Colazione da Tiffany (1961)

Cult con Audrey Hepburn in versione socialite newyorchese viziata e fragile che, piuttosto che consumare una colazione routinaria in cucina, va a mangiare la propria brioche davanti alle vetrine dell'iconica gioielleria. Innamorarsi di uno spiantato è possibile per un'aspirante principessa?

I sogni sono chic con Colazione da Tiffany: il vostro San Valentino non si tingerà di rosa ma di verdeacqua.

Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany, comprerei i mobili e darei al gatto un nome!

Le pagine della nostra vita (2004)

È il punto di riferimento per tutti i melò da kleenex, divano e plaid. È assolutamente un film da “San Valentino puro”, con tutti i cliché adorabili e scontatissimi del caso.

Ryan Gosling e Rachel McAdams interpretano una storia d’amore strappalacrime tratta (ovviamente) da un romanzo di Nicholas Sparks.

Una donna anziana affetta da Alzheimer sente raccontare una straordinaria storia d’amore che inizia negli anni ’40 con l’incontro tra una ragazza ricca e colta e un operaio che vive in campagna. Il film ha un sapore netto di Harmony, ma a volte serve anche quello.

L'amore più bello è quello che risveglia l'anima e che ci fa desiderare di arrivare più in alto, quello che incendia il nostro cuore e porta la pace nella nostra mente. Questo è quello che tu mi hai dato ed è quello che speravo di darti per sempre.

La fotografia patinata e i volti dei protagonisti non si dimenticheranno facilmente.

Holidate (2020)

Chi vuole scoprire una commedia fresca, divertente e classica può optare per Holidate, un film Netflix che schiera Emma Roberts nei panni della Millennial Sloane, tormentata dalla sua famiglia perché non ha un fidanzato. Per caso incontra Jackson (interpretato da Luke Bracey).

I due si incontrano e decidono di fare un patto: ognuno dei due sarà l'accompagnatore dell'altro alle feste come Natale, Pasqua, San Valentino, per evitare le domande imbarazzanti.

E come pensa di conoscere qualcuno se sta tutto il giorno in pigiama?

Gone Girl – L’amore bugiardo (2014)

Questo film è tutto tranne quello che sembra.

David Fincher racconta la storia di Amy e Nick, una coppia che brillava a New York con professioni prestigiose e lo scoccare di una scintilla sincera. Poi, dopo il matrimonio, la crisi economica e il trasferimento in provincia, qualcosa inizia lentamente a deteriorarsi fino al quinto anniversario in cui Amy scompare misteriosamente. Le autorità e l’opinione pubblica cercano la verità a colpi di selfie, flash e trasmissioni televisive: lei è stata uccisa da lui?

Purtroppo nella vita, a volte, la prima risposta non è quella che si avvicina di più alla verità. Affleck firma un thriller torbido e controverso, in cui il pallido residuo di un amore vero viene sepolto da una montagna di congetture e, poi, da una verità sconcertante.

Io e Annie (1977)

Capolavoro di Woody Allen, che fa del suo essere nevrotico un trattato esistenziale: il suo Alvy prova ad amare Annie Hall, una ragazza intelligente dal look masculine (Diane Keaton utilizza il proprio guardaroba), i modi svampiti e lo humor graffiante. Ma le relazioni, molto spesso, non seguono il canovaccio di una fiaba Disney.

Allen mescola vita, morte, amore ed esistenzialismo in una commedia amara e ironica, che strizza l’occhio a tutte le occasioni mancate. I rapporti umani sono complicati e dolorosi, ma per fortuna c’è l’arte che sublima tutto quello che sfiora.

Mi spiego, anche da piccolo io mi buttavo sulle donne sbagliate. Credo che sia questo, il mio problema. Quando la mamma mi portò a vedere Biancaneve, tutti quanti erano innamorati di Biancaneve. Io no. Io mi innamorai subito della Regina Cattiva.

Her - Lei (2013)

Her non è una storia d’amore quanto di solitudine. In un futuro di colori pastello, tra Pinterest e l’iconografia degli hipster, lo scrittore di lettere d’amore Theodore (interpretato da Joaquin Phoenix) sviluppa un rapporto poetico, amoroso e morboso con Siri, l'assistente vocale dello smartphone, che riesce artificialmente a colmare i propri vuoti.

La tecnologia è più di un surrogato o di un rapporto artificiale: è il domani, quel domani autentico e sincero, individualista e poetico, che trova compimento in una playlist struggente da ascoltare sulla spiaggia. L’uomo non è oppresso dalla tecnologia ma ci si specchia, trovando una possibilità per nutrire la propria sofferenza.

Amami se hai coraggio (2003)

L’esordio alla regia di Yann Samuell racconta una storia surreale, delicata e disperata, la metafora di tutte le love story che passa attraverso un gioco a tratti innocente, a tratti odioso, a tratti morboso. Due amici d’infanzia non possono o non vogliono ammettere di amarsi e si causano sofferenze reciproche, fino al finale assolutamente simbolico.

Giochi o non giochi?

A interpretare questo film troviamo Marion Cotillard e Guillaume Canet.

La La Land (2016)

L’amore è confinato nel mondo dei sogni impossibili? Solo il musical, un genere strutturalmente slegato dalla realtà, può osare arrivare all’archetipo e raccontare l’assoluto di una storia romantica sotto il segno del jazz, dell’improvvisazione, delle serate con vista e delle passeggiate notturne.

Mia e Sebastian si conoscono a Los Angeles e s'innamorano, ma dovranno fare i conti con le contropartite dei rispettivi sogni. Sono avvolti dalla musica e volano in alto, lontano dalle contaminazioni di una realtà che finisce sempre per spaccare, incrinare o devastare la felicità. Ma dal sogno ci si sveglia quasi sempre.

È questo il sogno! Ogni volta nuovo di zecca, ogni sera! Ed è molto esaltante!

La La Land è la possibilità e l’immaginazione, un mondo parallelo dove si canta e si balla e non può succedere nulla di male. Nella vita, quella vera, rimangono il "what if" nel cuore e un velo, delicato e incantato, di malinconia.

Quale di questi film guardereste più volentieri a San Valentino?

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca