Una nuova versione di Sherlock Holmes potrebbe apparire nella serie Netflix di Lupin

Assane Diop contro Shelock Holmes? Il co-creatore di Lupin vorrebbe portare il personaggio di Conan Doyle nella serie Netflix, per un epico scontro di intelletti.

Netflix Omar Sy è Assane Diop nella serie Netflix di Lupin

I nuovi episodi di Lupin arriveranno su Netflix questa estate, per chiudere il primo ciclo delle avventure del ladro gentiluomo Assane Diop (interpretato da un Omar Sy in ottima forma). Ma, dopo il grande successo in streaming, una seconda stagione della serie francese è già in lavorazione, con grandi idee ad alimentarne la trama.

Come sappiamo Lupin si basa sulle opere di Maurice LeBlanc (17 libri, oltre che numerosi racconti e pièce teatrali), che nella serie vengono usate come ispirazione anche dallo stesso personaggio di Omar Sy. E che, a breve, potrebbero dare vita anche a un ambizioso crossover.

Il co-creatore della serie Netflix, George Kay, ha infatti confessato a Radio Times che l'apparizione di Sherlock Holmes nei nuovi episodi non è totalmente da escludere. Anzi, il team creativo sta riflettendo seriamente sulla possibilità di affiancare il celebre detective (o per meglio dire: una sua versione) al personaggio di Diop. Non si tratterebbe di un'idea bizzarra o sconclusionata, messa in piedi solo per motivi legati al fanservice.

Sherlock Holmes compare già nei libri di LeBlanc, dove spesso viene sconfitto dagli astuti piani di Lupin. Tuttavia, per motivi legali (leggi: obiezioni di Arthur Conan Doyle in persona), a un certo punto il nome del personaggio è stato cambiato in Herlock Sholmes.

"Non si tratta di un gioco di parole molto soddisfacente", ha commentato George Kay, "però mi piace la mentalità che ci sta dietro". E, in effetti, gli anagrammi fanno già parte del DNA della serie Netflix, dove Assane Diop si nasconde sempre dietro un nome diverso, nato mischiando le lettere che compongono "Arséne Lupin". 

Portare il personaggio di Shelock Holmes nella serie, però, rappresenterebbe un'operazione un po' più complicata. Infatti, agli sceneggiatori sarebbe richiesto non solo di sviluppare una nuova iterazione moderna del personaggio, ma anche di affiancarla a un protagonista che, in soli cinque episodi, ha già dimostrato di essere estremamente intelligente e carismatico.

Parlando con assoluta onestà: ci sono state [discussioni in merito all'apparizione di Sherlock Holmes nella serie]. Stiamo discutendo di alcune idee che ho in merito, e che sarei davvero interessato ad esplorare.

La difficoltà maggiore dal punto di vista creativo sarebbe il bilanciare nel modo giusto l'uso del personaggio di Holmes/Sholmes perché la sua presenza non oscuri quella di Diop. Punto a sfavore, quindi, per un'eventuale apparizione di Benedict Cumberbatch (lo Sherlock della serie TV BBC), che forse distrarrebbe troppo gli spettatori. Anche se, a dirla tutta, ad entusiasmare George Kay sull'argomento sembra essere proprio la passione delle fanbase per i due personaggi:

I fan di Arsène Lupin dovrebbero finire per dibattere con quelli di Sherlock Holmes - sarebbe un nuovo livello di meta-narrazione. Divertirsi in quel modo sarebbe davvero fantastico, ed è qualcosa di cui abbiamo già parlato tra noi.

Vota anche tu!

Chi vincerebbe in una gara d'intelletto tra Assane Diop ed 'Herlock Sholmes'?

Leggi di più tra 5

Condividi

A questo punto, l'ostacolo più grande all'apparizione di Herlock Sholmes nella serie Netflix potrebbero essere gli eredi di Conan Doyle, che di recente di sono scontrati col colosso dello streaming in merito al film di Enola Holmes. Chissà se il trucco dell'anagramma funzionerà anche con loro!

Leggi anche

      Cerca