WandaVision, il ritorno di Monica Rambeau (e la morte di Maria): parla Jac Schaeffer

La showrunner di WandaVision ha discusso dell'atteso ritorno nel MCU di Monica Rambeau, una ricomparsa che ha costretto l'uscita di scena di sua madre Maria.

Marvel Studios Un'immagine di Geraldine

Il quarto episodio di WandaVision, la serie Disney e Marvel di Disney+ dedicata alla coppia di ex Vendicatori interpretati da Elizabeth Olsen e Paul Bettany, ha visto il ritorno ufficiale del personaggio di Monica Rambeau, interpretato dall’attrice Teyonah Parris.

Presentata inizialmente con il nome di Geraldine, la donna aveva esordito nei primi episodi della serie come semplice cittadina di Westview, in grado di legare fin da subito con Wanda. Monica ha finito però per tradire la fiducia di Scarlet Witch nel momento in cui nomina il temibile Ultron, il villain di Avengers: Age of Ultron che ha di fatto tolto la vita all'amato fratello di Wanda, Pietro Maximoff

I fan Marvel hanno fatto la conoscenza di una giovanissima Monica in Captain Marvel (2019), presentata come figlia della pilota dell'Air Force Maria Rambeau (Lashana Lynch), molti anni prima quindi che la donna diventasse agente operativo della compagnia di intelligence nota come S.W.O.R.D..

Ora, nel corso di una video intervista con ET (via SHH), la showrunner di WandaVision - Jac Schaeffer - ha discusso dell'importanza di "riportare in vita" Monica nel quarto episodio della serie, dopo che la ragazza era caduta vittima dello schiocco di Thanos (noto anche come "blip").

La Schaeffer ha rivelato che presentare una Monica adulta al pubblico era di fatto una priorità assoluta, utile anche a far capire ai fan in quale linea temporale si svolgono i drammatici eventi "da sitcom" della città di Westview.

L'ingresso in scena della Rambeau "adulta" ha permesso di imparare tanto sul personaggio e sul mondo in cui si trova, legato a doppio filo al canone classico del MCU e in grado di portare "nuova luce" al suo interno.

Schaeffer ha anche reso noto che optare per la morte di Maria (scomparsa di cancro durante i cinque anni che separano gli eventi di Avengers: Infinity War da quelli di Avengers: Endgame) non è stata di certo una scelta facile da prendere, vista anche l'importanza del personaggio in Captain Marvel.

Tuttavia, la showrunner ha ritenuto che la sua uscita di scena fosse essenziale per una maturazione effettiva di sua figlia Monica (via ComicBook). 

È stata una decisione davvero molto importante. Abbiamo avuto molte conversazioni al riguardo, Maria è stata fondamentale in Captain Marvel, si tratta di un personaggio straordinario. Quindi, non abbiamo di certo preso questa decisione alla leggera. Abbiamo pensato a lungo se la scelta avrebbe di fatto funzionato per il personaggio di Monica, e cosa avrebbe significato per lei, rimarcando allo stesso tempo il concetto che Maria avesse costruito lo S.W.O.R.D. dalle fondamenta.

Nei fumetti originali, Monica Rambeau è una supereroina a tutti gli effetti, in grado di trasformare il suo corpo in vera e propria energia. Sempre tra le pagine degli albi Marvel Comics, la donna ha anche vestito per un certo periodo di tempo i panni di Captain Marvel, assumendo successivamente anche le identità di Photon, Pulsar e Spectrum.

Non è chiaro se Marvel Studios opterà per una ulteriore "trasformazione" del personaggio di Teyonah Parris (in WandaVision sembra infatti non essere in possesso di alcun potere straordinario), ma è anche vero che la presenza di Monica nel prossimo Captain Marvel 2 (in uscita nel 2022) potrebbe di fatto ribaltare ogni certezza.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca