House of the Dragon inizia le riprese ad aprile 2021: le novità sul prequel e gli altri progetti del mondo di GoT

House of the Dragon diventa sempre più reale. Il prequel di Game of Thrones inizia le riprese ad aprile, ma non è l'unica novità per quanto riguarda il mondo creato da George R.R. Martin. HBO ha rivelato di avere grandi progetti su Westeros e dintorni.

HBO Il teschio del drago Balerion in GoT

Forse è solo una coincidenza. Forse no. Ma una cosa è certa. House of the Dragon inizia le riprese ad aprile 2021. Esattamente due anni dopo il debutto in TV dell'ultima (contestatissima) stagione di Game of Thrones. A dare la notizia è stato il capo dei contenuti di HBO e HBO Max, Casey Bloys, che ha parlato al consueto press tour invernale della Television Critics Association (TCA) e non ha fatto mistero del grande entusiasmo intorno alla serie:

Siamo contentissimi di Ryan Condal e Miguel Sapochnik, della collaborazione tra loro e di quella con noi. E siamo elettrizzati all'idea di andare avanti. Tutto procede e noi siamo veramente felici.

Casey Bloys non ha dato nuovi dettagli su House of the Dragon. In compenso, ha parlato dei piani per espandere il mondo di GoT e ha confermato che il network ha intenzione di creare un universo condiviso. O per meglio dire, ha spiegato che è l'opera stessa di George R.R. Martin che porta in quella direzione:

Abbiamo discusso di aree da sviluppare e House of the Dragon arriva proprio da una di quelle. Stiamo riflettendo anche su altre che possono avere senso. Il mondo creato da GRRM è enorme. Però la cosa interessante è che non solo è grande, ma ha una storia comune che porta in varie direzioni. Per esempio, uno degli aspetti grandiosi di House of the Dragon è che racconta un susseguirsi di eventi che conducono a Game of Thrones e presentano diverse ramificazioni.

Il capo dei contenuti di HBO e HBO Max ha dichiarato che ci sono molti "intrecci, personaggi e storie da raccontare" e che tutti si prestano alla narrazione televisiva. E ha lasciato intendere che la porta a uno spin-off diretto di Game of Thrones non è chiusa:

La cosa buona con i prequel è che si basano su una storia già tracciata da George R.R. Martin. Stiamo lavorando con lui e abbiamo parlato [della possibilità di uno spin-off, n.d.r.]. Ma per adesso, i prequel si prestano meglio, proprio per la storia davvero ampia del mondo che ha creato.

D'altra parte, anche se ha confermato che HBO ha grandi progetti, Casey Bloys ha ribadito che il network non farà le cose tanto per farle e che non c'è un numero stabilito di serie in programma (o almeno, così sostiene):

Se vogliamo parlare di numeri, dico che il numero giusto è quello delle serie ben fatte e che funzionano. Preferisco trovare delle belle sceneggiature e farle diventare storie che vale la pena raccontare, piuttosto che girare un numero prestabilito di show. L'obiettivo è sempre lo stesso: lavoriamo con persone e su serie nelle quali crediamo e preoccupiamoci del resto dopo.

Il capo dei contenuti di HBO e HBO Max non è entrato nei dettagli. Ma secondo Deadline, una delle persone di cui parla potrebbe essere Bruno Heller. A quanto pare, lo sceneggiatore di Roma, The Mentalist, Gotham e Pennyworth avrebbe avuto un "incontro esplorativo" con HBO per un progetto all'interno del mondo di Game of Thrones. Al momento, in sviluppo c'è o ci sarebbe una serie basata sul ciclo di storie Tales of Dunk and Egg, ma è impossibile dire se Heller sia stato contattato per quella.

Invece, Casey Bloys è sembrato voler ridimensionare le voci su un eventuale cartone animato per adulti del Trono di Spade:

L'eventualità di una serie animata per adulti, come si sarebbe prestato Game of Thrones al progetto, era una riflessione. È stata semplicemente una conversazione. Ne abbiamo parlato un po' con alcuni autori. Ma è un'idea embrionale. E quando dico embrionale, intendo embrionale.

E ha smentito con fermezza i rumor su un possibile film de Il Trono di Spade

No. Non è qualcosa di cui abbiamo parlato.

Ma insomma, anche così, di carne al fuoco ce n'è parecchia. E la sensazione è che nuove "indiscrezioni", annunci e conferme sull'universo condiviso di Game of Thrones non tarderanno ad arrivare.

Fonti: Deadline, Entertainment Weekly

Leggi anche

      Cerca