È morto Claudio Sorrentino, lo storico doppiatore di Mel Gibson, John Travolta e tante altre star del cinema

Il celebre doppiatore Claudio Sorrentino è morto all'età di 75 anni in una clinica a Roma, dove era stato ricoverato dopo avere contratto il Covid-19. Nella sua carriera, ha dato la voce a tantissime star, tra cui Mel Gibson, John Travolta e Bruce Willis.

Warner Bros./Cecchi Gori Group Mel Gibson in Arma letale e John Travolta in Pulp Fiction

Il mondo dello spettacolo piange Claudio Sorrentino. Come riporta l'agenzia di stampa Adnkronos, lo storico doppiatore di Mel Gibson e John Travolta è morto a Roma nella tarda serata di martedì 16 febbraio 2021. La voce di tante star, oltre che attore, conduttore e autore televisivo, si è spenta a 75 anni in una clinica di Roma, dove era ricoverata dopo avere contratto il Covid-19.

Sorrentino ha iniziato a lavorare come doppiatore nel western L'ultima carovana (1956) e da allora ha intrapreso una carriera che lo ha portato a diventare l'alter ego di alcuni tra i più importanti attori di Hollywood. Oltre a Gibson e Travolta, ai quali ha prestato la voce in produzioni come il franchise di Arma letale e Pulp Fiction, ha doppiato anche Bruce Willis, Willem Dafoe, Jeff Bridges, Daniel Day-Lewis, Geoffrey Rush, Gérard Depardieu, Gary Oldman e Sylvester Stallone in Cop Land.

Alla (lunga) lista si aggiungono Patrick Duffy, di cui è stato la voce in Dallas e Una bionda per papà, e Ron Howard, che ha doppiato in Happy Days. Sorrentino ha lavorato anche nel mondo dell'animazione, prestando la voce a Topolino nei cartoon Disney, a Ryo/Koji Kabuto in Mazinga Z e a Gargamella ne I Puffi e prendendo parte a Oliver & Company e Red e Toby nemiciamici.

Claudio Sorrentino è diventato un nome noto agli appassionati di cinema e TV soprattutto per il lavoro di doppiatore, ma nel corso della sua carriera ha ricoperto con successo anche altri ruoli.

Il suo esordio nel mondo dello spettacolo è avvenuto a teatro all'età di 5 anni. Il giovanissimo Claudio ha preso parte a diversi spettacoli e nel 1960 è approdato in TV nello sceneggiato Vita col padre e con la madre. Per il piccolo schermo è stato anche conduttore, facendo gli onori di casa nel programma domenicale estivo È permesso (in onda al posto di Domenica In) e nel contenitore pomeridiano Tandem, di cui è stato pure autore.

Nel suo curriculum ci sono anche la partecipazione alla sceneggiatura del film Signore e signori di Tonino Pulci e un'esperienza radiofonica con il programma I suoni del cinema.

Claudio Sorrentino ha fondato l'Associazione Attori Doppiatori Italiani Riuniti (ADIR), di cui è stato presidente dal 2004 al 2021, e ha ricoperto diversi incarichi istituzionali in ambito politico e culturale collegati al mondo dello spettacolo. Inoltre, è stato molto attivo nel sociale, impegnandosi soprattutto nella lotta alle dipendenze e in attività di sostegno ai giovani per lo studio e il lavoro.

Leggi anche

      Cerca