Fate: The Winx Saga, Netflix dice sì a una seconda stagione più lunga e ricca della prima

Netflix ha confermato Fate: The Winx Saga, regalando allo show basato sulle Winx due episodi in più rispetto a quelli che compongono la prima stagione. Il videoannuncio e tutte le novità sulla seconda stagione.

Netflix ha dato luce verde al ritorno del live action delle fate Winx. Infatti è appena stato confermato l'arrivo di una seconda stagione di Fate: The Winx Saga, con un video annuncio dedicato che potete vedere in testata al pezzo. La prima stagione della serie fantasy, scritta dallo showrunner Brian Young (lo stesso di The Vampire Diaries) ha di recente portato su piccolo schermo (con non poche modifiche) le protagoniste del cartone animato italiano creato da Iginio Straffi e divenuto un vero e proprio fenomeno internazionale. 

Stando all'annuncio ufficiale di Netflix, Fate: The Winx Saga tornerà in versione espansa: da sei si passerà a otto episodi a stagione, ciascuno della durata di circa un'ora. Si conferma anche la produzione di Archery Pictures Production in tandem con l'italiana Rainbow. Abbiamo anche già una tabella di marcia ufficiale: Covid-19 permettendo, la produzione conta di tornare sul set con il cast principale entro la fine del 2021, tornando sui set in Irlanda

Tante conferme per Fate: The Winx Saga

Squadra (fatata) che vince non si cambia. Tutte le cinque protagoniste torneranno a interpretare i rispettivi ruoli nella seconda stagione, anche se con equilibri differenti. Ritroveremo dunque Abigail Cowen nei panni della protagonista Bloom, Hannah van der Westhuysen come Stella, Precious Mustapha nel ruolo di Aisha, Eliot Salt come Terra e infine Elisha Applebaum nel ruolo di Musa. Rispondendo alle richieste (e alle critiche) dei fan dello show e del cartone animato originale, il capo della writing room Brian Young ha già fatto sapere che il focus della seconda stagione si sposterà dalla protagonista Bloom agli altri membri del quintetto di fate, raccontando meglio il passato e le personalità delle altre co-protagoniste: 

I sei episodi della prima stagione hanno solo scalfito la superficie di questo mondo incredibilmente ricco e delle potenti fate che lo abitano. La storia di Bloom continuerà a evolversi e non vedo l'ora che il pubblico scopra ancora di più su Aisha, Stella, Terra e Musa! E chissà chi altro potrebbe presentarsi ad Alfea prossimamente...

Quanti seguivano il cartone animato possono quindi aspettarsi l'arrivo di qualche personaggio (buono o cattivo?) storico nella seconda stagione. 

Anche sul fronte italiano - coinvolto direttamente grazie alla Rainbow di Straffi - trapela una certa soddisfazione. A commentare il rinnovo della serie su Netflix per una seconda stagione è sceso in campo proprio Iginio Straffi, il papà delle Winx originali, un manager e creativo capace di trasformare una produzione animata italiana in un grande successo internazionale.

NetflixLe Winx nei boschi
Le cinque protagoniste torneranno nei rispettivi ruoli nella seconda stagione

Il creatore del cartone animato sottolinea come la serie live action di Netflix abbia saputo catturare l'attenzione internazionale del pubblico, imparando dall'esempio della prima incarnazione di Bloom e compagne: 

Le Winx conquistano il pubblico nel loro adattamento live action proprio come fanno nell’animazione. Anno dopo anno abbiamo visto Winx trasformarsi in un fenomeno globale, una serie seguita fedelmente da milioni di fan. Grazie al loro supporto, Fate: The Winx Saga è un successo mondiale e la seconda stagione in arrivo su Netflix continuerà a raccontarne la storia per la gioia dei fan e del pubblico in tutto il mondo.

Leggi anche

      Cerca