Anche il SNL brucia per il duca di Bridgerton: tutti gli sketch di Regé-Jean Page, che fa volare gli ascolti

Prosegue la duca-mania: l'ospitata di Regé-Jean Page all'ultima puntata del Saturday Night Live fa volare gli ascolti del programma. Ecco il monologo e i video con protagonista il duca di Bridgerton.

SNL La foto promozionale di Regé-Jean Page

Internet brucia d'amore per il duca di Bridgerton, ma anche la televisione tradizionale non scherza. La duca-mania scoppiata dall'arrivo della prima stagione di Bridgerton su Netflix non si accenna a placare e anzi, ora è anche misurabile. Secondo i dati dell'equivalente dell'Auditel statunitense l'ospitata dell'attore Regé-Jean Page allo storico programma comico del sabato sera in onda dagli studi della NBC di New York ha fatto fare un balzo di ascolti nella fascia di spettatori tra i 18 e i 49 anni. 

Non male per il duca di Hastings, interprete fino a pochi mesi fa apparso in un pugno di produzioni ma sostanzialmente sconosciuto. Ironico e consapevole del suo fascino, l'attore è stato protagonista di una serie di sketch comici che ruotavano per la gran parte intorno alla sua avvenenza e all'innamoramento generale che il pubblico prova per lui dopo averlo visto nei panni del duca di Hastings in Bridgerton. Le appassionate non mancano, così come il desiderio di rivederlo presto nella seconda stagione dello show Netflix, o in progetti ancora più ambiziosi

È tradizione del SNL ospitare ogni settimana un personaggio famoso che faccia da host, una sorta di ospite/conduttore in carica per la serata. Prima di Regé-Jean Page era stato il turno di Regina King, settimana prossima toccherà a Nick Jonas. In questo scenario, all'ospite viene richiesto di aprire la serata con un monologo. Per i cantanti si tratta spesso di un'esibizione (magari in chiave promozionale) del loro ultimo brano, insieme alla band musicale che fa da cornice e colonna sonora al programma, il tutto rigorosamente dal vivo. Partecipare al Saturday Night Live è un traguardo importante nella carriera di attori, cantanti e personalità del mondo dello spettacolo, ma anche una sfida impegnativa, dato che il tutto viene trasmesso dal vivo, con il pubblico presente in studio ad assistere alle varie esibizioni. 

I video di Regé-Jean Page al SNL

Per il bel Regé-Jean Page il monologo è stato tutto incentrato su una presentazione ironica del suo essere "il ragazzo della porta accanto". Accompagnato da alcune delle comiche del team che compone la famiglia del SNL, l'attore di Bridgerton si è presentato e ha spiegato di essere un ragazzo comune, un po' nerd. Ogni volta che parlava però partiva in sottofondo una musica sensuale e la telecamera insisteva su un primo piano del suo volto, accentuando "l'aura sexy" dell'attore. Il monologo si è chiuso con le comiche del SNL disperate perché "l'intera puntata si basa su battute su quanto è sexy il duca". 

Nel primo stacco comico che l'ha visto protagonista si parla ancora di Bridgerton e della discussa presenza di un'insegnante di intimità sul set, assunto da Netflix per aiutare gli attori ad affrontare le scene di intercorsi sessuali e nudità. Nel siparietto, Regé-Jean Page e Chloe Fineman (nei panni della protagonista della serie Phoebe Dynevor) sono pronti ad affrontare una scena d'intimità sul set ma i sostituti dalla coach Paula (interpretati dai comici Mikey Day e Pete Davidson) si rivelano decisamente poco professionali.

Regé-Jean Page sfoggia un accento americano mentre con parte del cast del SNL mette in scena una serata al bar con gli amici in cui, più che le sfide a biliardo, ad unire il gruppo è la canzone di Olivia Rodrigo intitolata Driver's License, una ballata intima e commovente che spopola negli Stati Uniti nelle ultime settimane.

Altra ricostruzione storica in costume, che ironizza sulla scarsa accuratezza dei programmi di History Channel e sul trend dei canti marinareschi su TikTok. In Sea Shanty, Regé-Jean Page e parte del cast del SNL interpretano la ciurma di una baleniera che intona un antico canto marinaresco. 

Nello sketch successivo, Regé-Jean Page è il figlio maggiore di una famiglia afroamericana invitata dai vicini bianchi per una cena informale. Le due famiglie, molto religiose, si sfidano in un crescendo di preghiere e ringraziamenti per benedire il cibo prima di cominciare a mangiare, con tanto di stacco musicale. 

Nell'ultimo sketch, dalla produzione decisamente più articolata e cinematografica, Regé-Jean Page si trasforma in un creativo ed art director che presenzia a un ormai raro colloquio di lavoro faccia a faccia, per un'agenzia pubblicitaria dalle pratiche e dai trascorsi piuttosto loschi. 

Leggi anche

      Cerca