WandaVision 8: c'è una scena durante i titoli di coda (e si lega ai fumetti)

Approfondiamo insieme gli eventi della scena conclusiva del penultimo episodio di WandaVision per scoprire tutto su quel personaggio.

Disney/Marvel Studios Paul Bettany è Visione in WandaVision

Prima di inoltrarti nella lettura di questo articolo è bene che tu abbia visto l'ottavo episodio di WandaVision, rilasciato il 26 febbraio su Disney+. In questo pezzo andremo infatti ad approfondire gli eventi della sua conclusione, per cui queste righe di apertura costituiscono un enorme spoiler alert. Se sei in pari con le puntate oppure non sei preoccupato dalle anticipazioni, clicca pure qui sotto e prosegui nella lettura...

Cos'è successo alla fine dell'episodio 8 di WandaVision?

Disney/Marvel StudiosPaul Bettany come Visione in WandaVision

Come il precedente, anche l'ottavo episodio di WandaVision contiene una scena dopo i titoli di coda (in realtà una mid-credit scene). Si tratta di un tratto caratteristico dei prodotti Marvel, fin dai tempi del primo Iron Man e in molti si erano chiesti perché finora non fossero presenti in WandaVision. Qualcuno ha ipotizzato che sia stata una scelta in continuità con l'avanzare delle epoche al centro delle diverse puntate. Non sarebbe quindi un caso che le scene dopo i titoli di coda abbiano iniziato ad apparire quando si è arrivati agli anni 2000, esattamente quando questo espediente ha iniziato a diffondersi.

Quale che fosse il motivo, la scena post-credit dell'episodio pubblicato il 26 febbraio, è particolarmente significativa. Al centro di essa infatti troviamo il direttore dello S.W.O.R.D. Tyler Hayward che osserva da fuori la cittadina di Westview avvolta dall'illusione creata da Wanda. Poco dopo scopriamo il suo segreto: al contrario di quanto raccontato alla protagonista nel flashback mostrato durante la puntata, l'agenzia non sta cercando di disassemblare Visione, bensì di riportarlo online. E ora che hanno accesso al potere della Gemma della Mente (che fu fonte di vita per l'androide) tramite la magia di Wanda, finalmente riusciranno nel proprio intento.

Assistiamo così al ritorno alla vita di Visione, riattivato dai tecnici dello S.W.O.R.D. a partire da uno dei missili ancora influenzati dai poteri dell'eroina. Tuttavia, c'è qualcosa di diverso in lui: l'androide è infatti completamente bianco.

Visione e il suo cambio di costume

MarvelDettaglio della cover di Avengers West Coast 45

In effetti erano circolati negli ultimi mesi rumor in merito alla possibilità che WandaVision introducesse un cambio di outfit per l'eroe. Uno dei pochi peraltro, considerato che al contrario di altri colleghi, ha quasi sempre tenuto lo stesso costume. Tuttavia per un periodo tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90 questo personaggio fu effettivamente presente negli albi della Casa delle Idee con un look total-white. La trasformazione fu peraltro protagonista di un'iconica copertina che riprendeva direttamente quella della prima apparizione di Visione.

Proprio come per il MCU, anche nei fumetti il cambio fu causato da un'apparente morte del personaggio. In uno scontro con i seguaci del villain Immortus, l'androide fu disassemblato e non fu semplice per gli Avengers, nello specifico Hank Pym, riportarlo in funzione. Tuttavia l'obiettivo fu raggiunto e l'eroe tornò operativo, ma con un effetto collaterale imprevisto: aveva perso completamente la propria umanità, non provando più emozioni, compreso il suo amore per Wanda. Per questo motivo e per avvicinarsi di più al concetto di Visione (inteso come "apparizione, spettro") scelse di colorare la propria pelle sintetica interamente di bianco. La sua perdita di connessione con il suo lato più umano lo portò addirittura a scegliere di non indossare nessun costume, fino a quando U.S. Agent, leader degli Avengers all'epoca, non intervenne scandalizzato all'idea che l'eroe agisse nudo.

MarvelDettaglio della cover Avengers: Vision and the Scarlet Witch - A Year In The Life

Questo problema dell'assenza di umanità era in realtà risolvibile. Sarebbe stato sufficiente che Wonder Man fornisse nuovamente le proprie onde cerebrali. Inizialmente infatti l'androide era tornato in vita grazie a un contributo (inconsapevole e involontario) di questo eroe con cui peraltro aveva poi stretto una solida amicizia. Tuttavia ora Wonder Man rivela di non essere mai stato davvero a proprio agio con l'idea che ci fosse una parte di sé fuori da lui e così, nonostante l'insistenza di Wanda e l'affetto nei suoi confronti, sceglie di non fornire ancora le proprie onde per riportare Visione allo stato originale.

Come spesso capita nei fumetti poi, questa fu una semplice parentesi per l'eroe che dopo qualche tempo ritornò al proprio status quo. Questo avverrà anche grazie all'introduzione di un nuovo set di onde cerebrali, provenienti dal defunto scienziato Alex Lipton, e a uno scontro con l'Anti-Visione (una versione dell'eroe proveniente da un universo parallelo) e Ultron. Piano piano quindi riacquisterà la propria umanità, arrivando infine a tornare ai propri colori sgargianti. Tuttavia, nel suo "periodo bianco" l'eroe si troverà ad affrontare la tragica scoperta della verità sui due figli e il loro essere frammenti dell'anima di Mefisto.

Ma quindi, cosa aspettarsi da questa rivelazione?

Disney/Marvel StudiosKat Dennings e Randall Park in WandaVision
Proviamo a fare come Darcy e Jimmy e fare qualche teoria...

Tornando nel MCU, l'apparizione di questa versione bianca di Visione apre a tantissimi sviluppi narrativi. Innanzitutto questo significa che l'eroe è tornato alla vita dopo la "doppia" uccisione da parte di Thanos. È moto probabile quindi che lo vedremo ancora combattere insieme agli Avengers nel futuro dell'universo cinematografico.

Secondariamente, la scelta dell'outfit bianco suggerisce un possibile adattamento di quell'arco narrativo. Nel futuro dello show (che peraltro dovrebbe a breve affrontare il tema della natura dei gemelli William e Thomas) o in generale del franchise vedremo quindi con tutta probabilità Visione alle prese con la perdita del proprio lato umano. Sarà interessante vedere come il Marvel Cinematic Universe affronterà questo tema e quali saranno le conseguenze per Wanda che, come abbiamo visto, non è proprio portata per la gestione delle brutte notizie.

Chissà cosa succederà. Per il momento resta la felicità dei fan per la capacità dei Marvel Studios di integrare un'altra parte della propria enorme mitologia fumettistica all'interno del franchise cinematografico. 

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca