WandaVision: l'ottavo episodio apre la porta all'introduzione dei mutanti nel MCU?

L'ultimo episodio di WandaVision disponibile su Disney+ ha mostrato come Wanda ha acquisito i propri poteri, portando il pubblico a domandarsi se non sia sempre stata una mutante.

Marvel Studios/Disney I poteri di Wanda esplodono nell'ottavo episodio di WandaVision

Nonostante in Uncanny Avengers ci venga rivelato che Wanda e Pietro Maximoff non sono mai veramente stati figli di Magneto, per lungo tempo la consapevolezza che i due gemelli fossero mutanti ha fatto parte del canone dei fumetti.

Malgrado la recente retcon (la modifica della storia passata dei personaggi è avvenuta solamente nel 2015), la maggior parte dei fan dei fumetti della Casa delle Idee è ancora legata alle storie classiche della saga e proprio per questo è da tempo curiosa di scoprire come i mutanti saranno introdotti nel Marvel Cinematic Universe.

Ora che i Marvel Studios hanno acquisito 20th Century Fox, che precedentemente deteneva i diritti per i personaggi degli X-Men, la loro introduzione nel MCU si fa sempre più vicina, ma come farlo senza rischiare di modificare la continuità di un universo già ben strutturato? La risposta potrebbe risiedere nell'ottava puntata di WandaVision, “Negli episodi precedenti”.

Il capitolo in questione ha infatti lasciato intendere che Wanda non abbia acquisito i suoi poteri in seguito al contatto con la gemma della mente, ma che ne fosse già in possesso da bambina.

Uno dei flashback che indagato la storia di Wanda ci ha mostrato l'infanzia della bambina e il momento in cui i suoi genitori sono stati uccisi da una bomba delle Industrie Stark.

Nulla di nuovo fin qui. Pietro ci aveva già raccontato l'accaduto in Avengers: Age of Ultron, spiegandoci come lui e la gemella si fossero salvati nascondendosi sotto il letto e come la seconda bomba non fosse mai esplosa.

“Negli episodi precedenti” ci mostra esattamente questa scena, ma vediamo qualcos'altro, qualcosa che Agatha Harkness non può fare a meno di notare. La piccola Wanda allunga la mano verso la bomba, lasciandoci intendere che sia stata proprio lei a impedirne la detonazione.

Questo evento, avvenuto anni prima rispetto al momento in cui Wanda è entrata in contatto con una delle Gemme dell'Infinito, potrebbe implicare che i suoi poteri non siano stati generati dalla pietra e dagli esperimenti dell'HYDRA, ma che fossero in lei da sempre.

Agatha suggerisce a Wanda la possibilità che la Gemma dell'Infinito abbia solamente amplificato i poteri della donna. Il gesto di Wanda e la bomba difettosa non possono essere una coincidenza. Secondo Agatha, quelli di Wanda non sono poteri che ha acquisito artificialmente, deriverebbero da un'attitudine naturale per la magia, che si sarebbe indebolita se non fosse stata stimolata dalla Gemma della Mente.

Questo elemento potrebbe essere un indizio sul futuro del franchise e sulla connessione tra i poteri innati di Wanda e il gene-X che fa sì che alcuni individui (i mutanti, appunto) sviluppino naturalmente abilità sovrumane.

Con un solo episodio rimanente, non possiamo aspettarci che la serie ci introduca al mondo mutante, ma non possiamo negare che l'ottava puntata apra certamente le porte all'ingresso di Magneto, Xavier e compagni nel Marvel Cinematic Universe. Quanto abbiamo visto potrebbe significare che i mutanti sono sempre esistiti nell'universo cinematografico Marvel e che faranno la loro apparizione nel prossimo futuro. Semplicemente, come nel caso della giovane Wanda (e di Pietro), potrebbe darsi che in alcune persone la traccia di potere derivante dal gene-X sia così debole da rendere quasi impossibile rintracciarla. Forse un trauma o l'esposizione a una fonte immensa di potere come una Gemma dell'Infinito potrebbero catalizzare il gene-X e attivarne l'abilità mutante?

Una spiegazione simile potrebbe funzionare? Forse, ma è anche vero che le capacità sovrannaturali di Wanda hanno bisogno di essere indagate più approfonditamente, non possono essere spiegate semplicemente tramite il gene mutante. Agatha ha affermato con convinzione che la magia di Wanda è Magia del Caos e che ciò fa di lei “Scarlet Witch”, il che lega la protagonista della serie a una dimensione magica estranea a quella mutante. Se per Pietro quindi una spiegazione di quel genere regge, per Wanda non è così semplice, perché i suoi poteri potrebbero sì essere legati a quelli del gene-X, ma affondano le loro radici anche nella mitica arte magica con la quale riscrive la realtà.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca