Chi è Monica Guerritore e cosa aspettarsi dalla sua partecipazione a Sanremo

Eclettica, affascinante e "impegnata": Monica Guerritore, attrice di cinema e di teatro, sarà ospite della terza serata di Sanremo 2021 dove affiancherà Achille Lauro in una delle sue performance.

Monica Guerritore (per concessione di Azzurra Primavera) by Trig58/CC BY-SA 4.0 Primo piano di Monica Guerritore

Il Festival di Sanremo 2021 è costellato di tantissime donne, a partire dalle co-conduttrici che, serata dopo serata, sono al fianco di Amadeus, ma non solo. Tante le ospiti di prestigio che si stanno avvicendando sul palco dell'Ariston, da Loredana Bertè a Laura Pausini passando per Monica Guerritore.

Sarà proprio la famosissima attrice di cinema e teatro a prendere parte alla terza serata di Sanremo 2021, al fianco di Achille Lauro in uno dei suoi "quadri". Ripercorriamo insieme le tappe salienti della biografia e della carriera (più che prolifica) di Monica Guerritore: chi è, quali sono le sue origini, informazioni sulla sua vita privata e i titoli di cinema, teatro e televisione per cui è maggiormente nota.

Monica Guerritore
Monica Guerritore

05/01/1958 (63 anni), Rome, Italy

Chi è Monica Guerritore: cenni di biografia

Monica Guerritore è nata a Roma nel 1958, da padre napoletano (il medico Dino Guerritore) e madre calabrese (Giuseppina Pentimalli), genitori separatisi quando lei era ancora molto piccola. La sua prima apparizione cinematografica risale a quando aveva 15 anni, nel film di Vittorio De Sica Una breve vacanza cui, poco dopo, segue Peccato veniale. Diventa famosa, però, con il teatro che è ancora oggi il suo primo amore: nel 1974, infatti, ha interpretato Anja ne Il giardino dei ciliegi di Giorgio Strehler. In quello stesso anno, ancora adolescente, ha recitato come co-protagonista nel film La prima volta sull'erba.

Da allora, la carriera di Monica Guerritore è cresciuta e si è evoluta come in un climax ascendente, impegnandola al cinema come in teatro e in televisione.

Per quanto riguarda la sua vita privata, Monica Guerritore oggi ha due figlie, Maria Fragolina Lavia e Lucia Lavia, nate dal suo primo matrimonio con Gabriele Lavia. Curiosità: negli anni '70 è balzata agli onori delle cronache una sua relazione con Giancarlo Giannini, cui ne è seguita un'altra con Giancarlo Leone. Dal 2011 è, invece, la compagna di Roberto Zaccaria, ex presidente Rai, professore universitario ed ex parlamentare. I due si sono sposati nel 2010.

Carriera, tra cinema, TV e teatro

La carriera di Monica Guerritore è estremamente ricca. Tra i suoi primi film per il cinema ricordiamo Signore e signori, buonanotte (1976) al fianco di Marcello Mastroianni, mentre negli anni '80 diventa un'icona sexy del cinema italiano grazie alla partecipazione ad alcuni film erotici. A questi seguono Scandalosa Gilda (1985) e Sensi (1986), girati dall'allora marito Gabriele Lavia. Ed è lui a firmarne anche il più grande successo cinematografico, che è sicuramente La lupa (1996) con Raoul Bova, Giancarlo Giannini e Michele Placido.

Risale al 2007 la sua partecipazione al film Un giorno perfetto di Ferzan Özpetek, che fa incetta di consensi tra pubblico e critica. Nel 2010, invece, recita ne La peggior settimana della mia vita di Alessandro Genovesi. Più recentemente, l'abbiamo vista al cinema in Puoi baciare lo sposo (2018), sempre di Genovesi, e in TV nella serie Non uccidere (2015). 

Con la maturità, Monica Guerritore ha avuto modo di riapprocciarsi con maggiore continuità al teatro. Non è solo una delle più talentuose interpreti del panorama italiano ma è anche regista e drammaturga di spettacoli di grande successo, come Giovanna D'Arco (che ha esordito nel 2005) e Dall'Inferno all'Infinito (2008-2010).

Tra i suoi lavori più recenti, Mariti e mogli di Woody Allen - che ha riscritto, diretto e interpretato nella stagione 2017-2018 - e la rimessa in scena, dopo 10 anni dall'esordio, di Giovanna D'Arco (2018-2019).

La politica

Da diversi anni, Monica Guerritore si interessa anche di politica. Senza entrare nell'ambito del suo orientamento, ecco cosa scrive della visione ideale che ha della politica sul suo sito web:

Vorrei sentire parlare di un mondo dove il lavoro sia espressione di libertà e realizzazione individuale. Un mondo dove si insegni ai ragazzi ad ascoltarsi, a conoscersi e a perseguire con passione i loro sogni. Una vita dove ci sia spazio per la cultura e la lettura, il tempo per sé e la propria famiglia, per dedicarsi alle persone che hanno bisogno.

E ancora:

Vorrei poter vedere in trasparenza, nelle parole di chi desidera governare questo paese, la fiamma della passione che, sola, può cambiare la realtà. Avere la percezione che nella sua anima esista una 'visione' ideale. E sentirmi accomunata in questa visione.

Monica Guerritore a Sanremo 2021: il suo ruolo

Monica Guerritore sarà ospite durante la terza serata di Sanremo 2021 e parteciperà, insieme alla cantante Emma Marrone, al nuovo "quadro" che Achille Lauro omaggerà al pubblico della kermesse. Non si sa ancora nulla di quale sarà il ruolo dell'attrice, nei panni di performer al fianco dell'istrionico Lauro, ma la sua partecipazione al Festival è mossa da intenzioni ben precise: dimostrare e ricordare al pubblico e alle istituzioni che, nonostante tutto, il teatro italiano c'è.

Quest'anno il Festival non prevede la presenza del pubblico e, a onor del vero, sono state tante le polemiche relative all'organizzazione dell'evento in questa particolare situazione di emergenza in cui i teatri sono chiusi. Monica Guerritore, però, non è mai stata contro il Festival, che reputa anzi un'occasione di ripartenza e di rilancio.

Come ha dichiarato nel corso di un'intervista concessa all'ANSA: "Da una parte è giusto che la platea sia vuota, così come quella di tutti i teatri italiani. Dall'altra mi piace sottolineare lo sforzo per superare questo vuoto con affetto e con amore". Circa la sua partecipazione, ha aggiunto:

Le polemiche? Magari mi massacreranno, ma il teatro non si deve fermare e se c'è una sola possibilità di salire su un palco bisogna sfruttarla. Essere qui vuol dire che il teatro c'è. 

In attesa di saperne di più, vi ricordiamo che l'appuntamento con la terza serata del Festival di Sanremo è per le 20:40 su Rai 1 e su RaiPlay.

Leggi anche

      Cerca