5 grandi serie TV non ancora arrivate in Italia, ma che dovresti attendere

Le serie TV disponibili in Italia non bastano? Ecco 5 tra i migliori prodotti esteri per cui essere in hype!

HBO Max, Channel 4 Le 5 più belle serie TV da vedere non ancora uscite in Italia

Se hai già divorato tutti i prodotti offerti dalle piattaforme streaming italiane e i canali televisivi, non resta che una cosa da fare: guardare il ricchissimo catalogo di serie TV estere e che ancora non sono giunte in Italia. Tra cartoni animati, thriller alieni e improbabili detective vittoriani, queste 5 serie TV potrebbero essere la ventata di aria fresca che aspettavi per lanciarti in una nottata di binge watching.

Infinity Train: un treno, una sola direzione, migliaia di pericoli mortali

Prodotta da Cartoon Network e HBO Max e ancora inedita in Italia, nonostante l'emittente abbia annunciato la quarta stagione lo scorso 17 gennaio 2021, la serie segue le vicende di un treno dai vagoni infiniti che viaggia senza sosta in una landa sabbiosa capace di inghiottire chiunque non sia parte di quel mondo. L'unico modo per scappare sembra essere raggiungere il primo vagone della locomotiva, ma attraversare il treno non è così semplice. Ogni vagone della locomotiva, infatti, è un universo a se stante e per procedere verso il successivo i protagonisti dovrà svelare i meccanismi del vagone e superare le sue prove.

La serie è divisa in Libri che distinguono sia le varie stagioni che i personaggi principali, anche se portano avanti una narrazione condivisa svelando man mano i dettagli sul misterioso treno e sulla figura del Macchinista, il responsabile dietro la creazione del treno. Se ami la fantascienza, le assurdità alla Adventure Time o Rick & Morty e quelle serie capace di ribaltare completamente tutte le convinzioni che ti vengono inculcate nei primi episodi, Infinity Train è la serie TV che fa al caso tuo. 

Resident Alien, la serie con Alan Tudyk in cui fa quello che gli riesce meglio: lo strano!

Basata sul fumetto edito da Dark Horse dal titolo omonimo e realizzzata per il canale Syfy, Resident Alien segue le (dis)avventure di un alieno che dopo essere stato inviato sulla Terra per annientare la razza umana decide invece di assumere l'identità di Harry, un medico di una piccola cittadina del Colorado, e di vivere una vita tranquilla. Una serie di delitti e omicidi però lo porteranno a confrontarsi con la polizia locale e con le regole e la società umana. Harry si troverà quindi a dover riflettere sul suo ruolo e aporsi domande fondamentali tipo: "Vale la pena salvare gli esseri umani?" o "Perché piegano la pizza prima di mangiarla?"

Ironica, divertente, con l'incredibile Alan Tudyk che sembra nato solo per interpretare personaggi assurdi (da Dirk Gently a Doom Patrol), Resident Alien parte dalla premessa scontata dell'invasione silenziosa (sdoganata da tempo da serie come Visitors), ma finisce per fare una rilfessione brillante sull'umanità e sul suo modo di vivere. Peccato che non ci siano ancora notizie di un'uscita italiana.

The Flight Attendant: litri e litri di alcool per una Kaley Cuoco in formissima

Kaley Cuoco (The Big Bang Theory) è l'assoluta protagonista di questo thriller e interpreta Cassie Bowden, un'assistente di volo con pesanti problemi di alcolismo, che si sveglia nel letto di un lussuoso hotel di Bangkok accanto ad un uomo con la gola tagliata che giace morto in una pozza di sangue. Cassie deciderà di fuggire, ma la sua decisione la porterà a cadere in un turbine di continue scelte sbagliate.

Realizzato da HBO Max, rinnovata per una seconda stagione e in arrivo, in un periodo non ben precisato del 2021, anche in Italia su Sky Atlantic, The Flight Attendant è una di quelle serie adatta ai patiti di mistero che va giù tutta d'un fiato proprio come i numerosi superalcolici che Cassie butterà giù in ogni puntata. Oltre alla grande prova attoriale di Cuoco anche il resto del cast recita a meraviglia e riesce a tenere lo spettatore incollato allo schermo fino all'ultimo episodio (anche se il finale si perde un po' rispetto alle altre puntate).

Year of the rabbit, il detective vittoriano più ubriaco e divertente di sempre

Se nomino "Matt Berry" cosa ti viene in mente? Se la risposta è "Chi?" allora ti stai perdendo uno dei più interessanti attori televisivi degli ultimi 10 anni. Musicista, speaker radiofonico e attore, negli ultimi anni Matt Berry è stato di tutto dal vampiro di What we do in the shadows al maiale parlante di Disincanto. In Year of the Rabbit, freschissima produzione di Channel 4, intepreta invece un detective nella Londra del 1887. Dedito all'alcool, zotico e troppo grasso per correre senza farsi venire un infarto, il Detective Rabbit è il miglior poliziotto di Scotland Yard e insieme ai suoi aiutanti dovrà sventare crimini e cospirazioni in cui non mancano politici corrotti, gang di strada, spiritualisti, vecchie leggende inglesi, stelle dello spettacolo e persino l'Elephant Man.

Se cerchi una serie ironica, scorretta e in costume da guardare in binge watching, Year of the Rabbit è la scelta più azzeccata ed è già stata rinnovata per una seconda stagione.

Search Party: non si capisce bene di cosa parli eppure è adorabile

Arrivata in Italia solo in maniera parziale (la prima stagione è su Vodafone On Demand) Search Party è un giallo, ma anche una commedia, un mistery, un thriller, una sit-com e un drama. Ogni stagione segue una storia diversa in cui qualcuno scompare o ci scappa il morto. La prima serie, con la trama praticamente auto-conclusiva, porta lo spettatore ad indagare insieme a Dory, Drew, Elliot e Portia sulla sparizione della collega di corso universitario Chantal.

Il caso centrale però, con un finale che sa colpire e lasciare a bocca aperta, non sarebbe così interessante senza il vero motore della serie TV, ovvero i suoi protagonisti. Si tratta di millennials pessimisti che tentano come possono di trovare il loro ruolo nella società odierna. Un misto di follia e scelte sbagliate a tratti talmente assurdi da sembrare troppo reali e con atteggiamenti in cui è impossibile non rispecchiarsi. Se hai bisogno di riflettere sull'esistenza senza rischiare di cadere in un vortice di depressione cosmica, le 4 stagioni (+1 in arrivo) di Search Party sono quello che ci vuole!

Leggi anche

      Cerca