Che ne sarà di Kumandra? Il finale di Raya e l’ultimo drago e il mistero (risolto) della gemma

Il finale di Raya e l'ultimo drago ha una spiegazione semplice, ma anche un messaggio meno scontato per lo spettatore. Ecco come si conclude il film e cosa suggerisce.

Disney Namaari insegue Raya

La protagonista di Raya e l’ultimo drago, il 59esimo film d’animazione del canone Disney, si trova alle prese con una lenta apocalisse. L’antico regno di Kumandra - divisosi in cinque fazioni umane in conflitto tra di loro - rischia di essere cancellato dall’avvento di un potere misterioso, il Druun; un essenza sovrannaturale che trasforma ogni cosa che tocca in pietra. Umani e draghi. 

Già 500 anni fa la minaccia misteriosa si era palesata e aveva rischiato di cancellare la vita a Kumandra, ma era stata annientata dai draghi. Le creature magiche si erano sacrificate per gli uomini, condensando il proprio potere in una pietra e affidandola al loro compagno Sisu perché sconfiggesse il nemico. È proprio dalla ricerca dell’ultimo drago sopravvissuto che comincia l’avventura di Raya, la protagonista del film, addestrata dal padre affinché possa proteggere la gemma, che finisce però divisa in cinque frammenti nelle mani dei capi dei cinque regni. 

Riuscirà a fermare l’avanzata del Druun? Per qualche considerazione sui messaggi del film senza spoiler potere leggere l'approfondimento dedicato. Il film è già disponibile su Disney+.


Come Raya e Namaari sconfiggono il Druun

Arrivati al regno di Fang, Raya e la sua ciurma bislacca tentano di mettersi in contatto con Namaari, seguendo il consiglio di Sisu di fidarsi della ragazza nonostante i suoi trascorsi. Raya incarica la banda di baby borseggiatori di recapitare alla rivale la spilla di Sisu che un tempo la rivale le ha regalato in segno di amiizia.  Le due riescono a incontrarsi, ma Namaari ancora una volta tradisce la fiducia di Raya e punta la balestra contro Raya. L'ennesimo scontro tra le due risulta nel ferimento di Sisu con la freccia partita dalla balestra. Il drago precipita nelle acque del canale artificiale che potregge fang.

Dopo l’apparente morte di Sisu le acque si ritirano dal canale e il Druun è libero di raggiungere Fang e ogni altro punto di Kumandra, mettendo in pericolo l’intera umanità. L'acqua, forse proprio perché Sisu era il suo custode, era l'unico elemento in grado di fermare l'entità malevola.

Raya, accecata dal dolore per la morte di Sisu, si batte con l’antica nemica, mentre la banda di alleati che ha messo insieme si dà da fare per mettere in salvo quante più persone possibili mentre a Fang si scatena il fuggi fuggi generale. Intanto che Raya e Namaari combattono, la gemma del drago sembra perdere di forza e brillantezza, oltre che di efficacia nel respingere il Druun. 

DisneyRaya osserva Sisu
Sisu viene ferito per colpa della scarsa fiducia tra Namaari e Raya

Poco più tardi Raya realizzerà il suo vero potere: a sconfiggere il Druun non è stato tanto l’intervento dei draghi, quando la forza della loro fiducia in Sisu (e viceversa). Il Druun sembra quasi essere un’emanazione malevola dell’animo umano. Tanto più gli umani non si fidano gli uni degli altri e si combattono, tanto più diventa invincibile. Per questo motivo Raya affida la sua parte di gemma all’antica nemica Namaari: è l’unico modo per dimostrarle fiducia. Così fanno tutti gli altri alleati. Il prezzo da pagare è essere trasformati in statue di pietra.  

Dopo aver cercato di mettersi in salvo, Namaari capisce la verità, riunisce la gemma e si unisce agli amici ormai pietrificati. Il suo atto di fiducia fa scomparire il Druun e riportare tutti - umani e draghi - dalla pietra alla vita. 

Nella scena finale del film, tutta la popolazione dei cinque regni si reca nella città di Heart, dove Raya ha appena riabbracciato suo padre dopo sei anni di attesa. Il sogno del capo Banja è realizzato e finalmente tutti gli umani sono uniti e solidali tra di loro. Kumandra può rinascere, ripopolata anche dai draghi. Dopo la vittoria definitiva sul Druun sono tutti tornati alla loro forma originaria e anche Sisu è ancora viva e vegeta.

  • Raya capisce che solo un gesto di fiducia reciproca tra esseri umani sconfiggerà il Druun. Affida quindi il pezzo della gemma che possiede alla nemica Namaari, seguita dai suoi alleati. Namaari si fida di loro e rimette insieme i frammenti della gemma, che sconfigge il Druun. 

    È la fiducia e la solidarietà tra umani la chiave della vittoria. A fine film Raya abbraccia suo padre tornato in vita, mentre tutti i membri delle altre tribù convergono a Heart. 

     

  • Per sconfiggere il Druun serve che gli uomini superino la diffidenza reciproca. Il Druun nasce dalla malevolenza e sfiducia umana, dai primi conflitti tra i popoli di Kumandra. Perciò solo la ritrovata unione tra i cinque regni può sconfiggerlo definitivamente e liberare anche i draghi dalla prigionia della pietra. 

     

  • Raya e l’ultimo drago è stato scritto e animato studiando le millenarie culture del sud est asiatico, combinandone insieme fino a creare il fittizio regno di Kumandra e le sue differenti popolazioni. 


    Non esiste una corrispondenza certa, anche perché il nome (solitamente usando per le donne) esiste in molte culture asiatiche e anche europee. È probabile che il nome di Raya derivi da un termine malese che implica grandezza e forza, ma è molto usato anche in India con il significato di ciò che scorre, fluisce. 

     

     

Leggi anche

      Cerca