Raised by Wolves avrà una stagione 2: cosa sappiamo finora

Raised by Wolves ha debuttato su Sky lo scorso 8 febbraio. La serie fantascientifica, che vede come produttore esecutivo Ridley Scott, è stata rinnovata per una seconda stagione le cui riprese sono già cominciate.

HBO La Madre di Raised by Wolves

Raised by Wolves ha debuttato in anteprima nel settembre 2020, diventando una delle prime produzioni seriali e originali della nuova piattaforma streaming HBO Max. La serie di stampo fantascientifico in Italia è arrivata con una distribuzione guidata da Sky a partire dallo scorso 8 febbraio. Soprattutto, Raised by Wolves è il primo grande avvicinamento del regista britannico Ridley Scott al mondo della serialità televisiva. Nella serie egli ricopre infatti il ruolo di produttore esecutivo al fianco del creatore Aaron Guzikowski, nonché proprio di nome dietro la regia per i primi due episodi.

Raised by Wolves ha ottenuto il rinnovo per una seconda stagione poco tempo dopo il suo arrivo sul piccolo schermo, e ora Abubakar Salim, che veste i panni dell'androide-padre del ristretto gruppo colonizzatore del mondo ostile di Kepler-22 b, ha annunciato ufficialmente l'inizio delle riprese con un post su Twitter.

Il tweet tradotto dell'attore: «Siamo tornati! Grandi novità questa settimana! Guarda questo posto! Mi sento incredibilmente fortunato ad essere qui. Grazie non solo ai creatori e alla rete, ma un GRANDE GRAZIE alle persone che guardano e si godono lo spettacolo!»

I dettagli che si hanno su come potrebbe evolvere questo secondo, grande capitolo della serie sono ancora pochi. Ciò che invece è certo è la quantità di interrogativi ai quali i nuovi episodi di Raised by Wolves (che non hanno ancora una finestra d'uscita prevista, probabilmente nel tardo 2021 o nei primi del 2022) devono andare a rispondere per chiudere le moltissime parentesi lasciate aperte. La prima stagione ha infatti messo moltissima carne al fuoco nel presentare le figure degli androidi Madre (Amanda Collin) e Padre (appunto Salim) e del loro ristretto gruppo di adolescenti sui quali spicca la figura di Campion (Winta McGrath).

Le domande che si sono accumulate nel corso dei dieci episodi sono davvero tante, a partire dalla deriva spirituale dell'integerrimo e ateo personaggio di Marcus Drusus (Travis Fimmel), fino ad arrivare al tutt'altro che piccolo cliffhanger con il quale la serie chiude la prima stagione, ovvero del figlio-serpente partorito clamorosamente proprio dall'androide Madre. La carne al fuoco insomma è davvero molta, così come le implicazioni che spaziano dal carattere religioso a quello più squisitamente fantascientifico che interseca anche i discorsi materni e biologici, argomenti sui quali lo stesso Scott ha una più che discreta esperienza cinematografica alle spalle.

Di tempo e spazio per sbrogliare il bandolo della matassa sembra però essercene, visto che come afferma lo showrunner Guzikowski in una lunga intervista nei suoi piani c'è l'intenzione di districare la serie per almeno cinque o sei stagioni. Staremo però a vedere se già a partire dai futuri nuovi episodi di Raised by Wolves riusciremo a ottenere un po' più di chiarezza riguardo l'evolversi dell'ottimo potenziale messo in campo. Non resta che attendere nuove notizie e rivelazioni.

Leggi anche

      Cerca