Them: la nuova serie Amazon si rivela in un teaser inquietante (e fa pensare ad American Horror Story e Noi)

L'orrore ha il volto del razzismo e di una entità maligna nella serie antologica Them di Amazon. Il servizio di streaming ha (finamente) svelato le prime immagini del suo nuovo progetto, che fa ben sperare gli appassionati del genere.

Cos'è che fa davvero paura? Le atmosfere sospese e inquietanti o i mostri e i bagni di sangue? Il dibattito è apertissimo e Them sceglie la prima opzione per rivelarsi al pubblico nel teaser trailer ufficiale (che trovate in copertina). Dopo una lunga gestazione (il progetto è stato annunciato nel 2018, come ricorda IndieWire), la nuova serie Amazon è finalmente realtà e si prepara a debuttare sulla piattaforma il 9 aprile 2021.

L'ultima fatica del colosso di streaming è un'antologia horror scritta e prodotta da Little Marvin, insieme a Lena Waithe e a Don Kurt, Miri Yoon, David Matthews e Roy Lee. Per il momento, Them ha avuto semaforo verde per due stagioni. La prima si intitola Covenant e segue la vicenda di una famiglia afroamericana nell'America degli anni '50.

Come anticipa in maniera molto sintetica la sinossi ufficiale, la storia inizia quando i coniugi Lucky e Henry Emory e le loro due figlie si trasferiscono dalla Carolina del Nord a Los Angeles, nel corso del fenomeno conosciuto come "grande migrazione afroamericana" ("Great Migration"). Ma quello che dovrebbe essere un nuovo inizio, assume ben presto i contorni di un incubo.

Il quartiere dove ha scelto di stabilirsi la famiglia è abitato esclusivamente da persone bianche, che si dimostrano subito ostili nei confronti dei nuovi arrivati e fanno di tutto per convincere gli Emory ad andarsene. E il razzismo e l'odio razziale non sono gli unici mostri con i quali si trovano a combattere Lucky, Henry e le loro figlie. Nella casa dove la famiglia è andata a vivere c'è qualcosa di sinistro, una entità maligna che (anche lei) non vuole gli Emory e cerca di scacciarli.

Le premesse e le atmosfere di Them fanno inevitabilmente pensare alla serie antologica di paura più popolare degli ultimi anni, American Horror Story, e ai film di Jordan Peele, in particolare Noi. E in una intervista a TV Line, Little Marvin ha confermato l'affinità tra la sua "creatura" e le opere del regista, nella rappresentazione della comunità afroamericana e del pregiudizio e dell'odio che vive quotidianamente:

Ho iniziato a scrivere Them un paio di estati fa, in un periodo in cui mi svegliavo al mattino e mi sembrava di vedere sempre le stesse cose. Guardavo i social e c'erano video su video di persone di colore - donne, bambini e famiglie - che venivano terrorizzate in qualche modo. Dalla polizia o dalla minaccia delle polizia e dal fatto di essere scrutate, tormentate e sorvegliate.

In maniera analoga, Little Marvin ha spiegato che Them porta sullo schermo anche la sua esperienza personale di uomo che si trova a "farsi strada in America con la pelle nera". E ha aggiunto che eplora in maniera particolare il conflitto tra dimensione pubblica e privata:

Il più privato degli spazi è la casa. Il mondo fuori può sprofondare nella follia, ma in casa siamo noi. Cosa accade se l'ambiente più sicuro diventa anch'esso spaventoso?

In questo senso, la serie racconta pure un grande sogno americano, ovvero possedere una casa:

È una pietra miliare e un motivo di grande orgoglio, soprattutto per i cittadini afroamericani. Ma per le persone di colore è tutto meno che un sogno. In realtà è un incubo. Dunque, Them racconta il sogno americano di possedere una casa, ma togliendo un po' di assi dal pavimento.

Infine, parlando con Entertainment Weekly, Little Marvin ha dato un'idea delle atmosfere di Them:

Sono da sempre un fan del genere horror. In modo particolare dell'horror psicologico. Per dirla tutta, ho sempre voluto mettere una famiglia afroamericana al centro di un film dell'orrore classico.

Amazon Prime VideoThem: poster
Il poster di Them

La nuova serie Amazon annovera nel cast volti noti del piccolo e grande schermo, tra cui Deborah Ayorinde (Luke Cage, Il viaggio delle ragazze, The Village), Ashley Thomas (Top Boy), Alison Pill (American Horror Story: Cult, Star Trek: Picard, Vice - L'uomo nell'ombra ) e Shahadi Wright Joseph (Noi), e sembra avere le carte in regola per conquistare gli spettatori. Ma per sapere se andrà davvero così, non resta che aspettare.

NoSpoiler seleziona in modo indipendente i gadget e servizi che ti proponiamo in queste pagine e potrebbe ricevere una piccola quota (senza costi aggiuntivi per te) nel caso di acquisto tramite i link proposti.

Leggi anche

      Cerca