Non potrai più condividere la password del tuo account Netflix con gli amici

Un duro colpo per il password sharing. Come e perché potrebbero cambiare le abitudini di alcuni utenti.

freepik Netflix in esecuzione su iPad e iPhone

Netflix potrebbe essere sul punto di dare una forte spallata ad una abitudine diffusa tra molti dei suoi abbonati. Una spallata regolare, utilizzando il gergo calcistico (a proposito, avete già visto il trailer de Il Divin Codino?), per migliorare le misure di sicurezza e, soprattutto, far rispettare i termini di servizio attualmente in vigore.

Non si scopre di certo oggi che molti utenti siano soliti condividere la password del proprio account con altre persone. Che facciano parte dello stesso nucleo domestico poco importa. Come è facilmente intuibile, ciò si traduce in meno sottoscrizioni a pagamento (la linfa vitale della piattaforma di streaming), nonostante il gigante dell'intrattenimento tra le quattro mura di casa affermi chiaramente che:

Il servizio Netflix e qualsiasi contenuto visualizzato attraverso il servizio sono destinati esclusivamente ad un uso personale e non commerciale e non possono essere condivisi con persone al di fuori del tuo nucleo domestico.

Per questo motivo, e per tutelare la sicurezza dei dati sensibili degli utenti - tra cui i dettagli del metodo di pagamento -, Netflix ha dato il via alla fase di test di una funzione che potrebbe fortemente limitare la condivisione della password. Come suggerito dalla testimonianze che circolano in rete, al momento di un nuovo accesso ad alcuni consumatori viene ora chiesto un codice - inviato via email o messaggio di testo - per dare conferma di essere i proprietari dell'account.

Insomma, in futuro la sola password potrebbe non bastare per accedere allo sterminato catalogo di Netflix. Ma può tale procedura (che in fin dei conti consiste in un passaggio in più) ridurre il password sharing? Forse sì, almeno tra chi non vive sotto lo stesso tetto.

Infine, per quanto possa far storcere il naso a qualcuno, è innegabile che quella sopra descritta sia una valida misura di sicurezza. È una sorta di autenticazione a due fattori, un ostacolo difficile da superare per il malintenzionato di turno. A questo aspetto si riferisce un portavoce di Netflix, raggiunto da The Verge:

Questo test è stato pensato per aiutare a garantire che la persona che sta usando un account Netflix sia autorizzata a farlo.

Tale strumento sarà esteso a tutti gli abbonati Netflix? Se sì, quando? Al momento non è possibile sciogliere questi dubbi, ma - forse - per scoprirlo non sarà necessario attendere più di tanto.

Leggi anche

      Cerca