Il trailer di Che fine ha fatto Sara? ci presenta la nuova serie thriller messicana di Netflix

Uno sguardo alla nuova serie thriller messicana prodotta da Netflix, in arrivo il 24 marzo sulla piattaforma streaming.

Un mistero, una vendetta, una famiglia potente. Questi gli ingredienti di Che fine ha fatto Sara?, la nuova serie di Netflix il cui lancio è previsto il 24 marzo 2021. Il trailer della serie ha iniziato a girare e questa serie messicana è ora una delle più attese della celebre piattaforma.

Dopo ben 18 anni di carcere, Alex Guzmán (interpretato da Manolo Cardona, conosciuto per aver interpretato Eduardo Sandoval in Narcos) viene rilasciato. È stato accusato ingiustamente di aver ucciso la sorella Sara, ma ha un piano per vendicarsi della famiglia che lo ha incolpato dell'omicidio, i Lazcano

NetflixManolo Cardona punta le dita a mo' di pistola verso la telecamera

Il trailer tiene sulle spine e ci spinge (già dal titolo) a chiederci chi sia il vero colpevole della morte, apparentemente inspiegabile, della giovane Sara. Ogni membro della famiglia Lazcano sembra il possibile assassino e nessuno è esente da sospetti.

Nella prima scena del trailer, vediamo una scena apparentemente tranquilla e gioiosa: una ragazza che fa spensieratamente parasailing, uno sport acquatico in cui una persona con un paracadute è "trainata" in aria da un motoscafo molto potente.

NetflixUna scena di parasailing inquadrata dall'alto, su un mare limpido.

Un colpo interrompe l'idillio. La ragazza cade dal paracadute, morta. Qualcuno l'ha colpita (sembra con un fucile) ed è scappato. Un ragazzo, suo fratello, viene arrestato. Di sottofondo, sentiamo la voce di Alex, che chiede scusa (non sappiamo ancora per cosa) alla madre, specificando che lo sta facendo per lei e per la defunta sorella. Intervallate da alcuni flashback del giorno dell'omicidio di Sara, si vedono delle scene di una lussuosa festa interrotta da un inquietante videomessaggio -chiaramente minaccioso- di Alex nei confronti dei Lazcano.

NetflixLa famiglia Lazcano attonita davanti al videomessaggio di minaccia.

Il contenuto è chiaro: adesso che è fuori, non è più il ragazzino ingenuo che è stato incarcerato anni prima, e nessuno di loro è al sicuro. Non sembra l'unico però a sospettare della colpevolezza della famiglia, e dal trailer sembrerebbe aver trovato un'alleata anche lei, per motivi diversi, intenzionata e determinata a voler scoprire la verità. 

Le ultime scene dell'anteprima fanno tuttavia capire che la ricerca della verità sarà tutt'altro che semplice. Valigette di soldi, una persona rinchiusa in una sauna, un cellulare annegato in un vaso di fiori, uffici lussuosi, video clandestini, incidenti d'auto, inseguimenti, incendi. E una frase, che nella sua semplicità ci dà già un'idea di cosa aspettarci:

Lo capisci che non si tratta più solo di scoprire chi ha ammazzato Sara?

Questa è la promessa di Che fine ha fatto Sara?, la nuova serie mistery-thriller di Netflix che promette vendetta, dramma, violenza e paranoia. Netflix cavalca l'onda latinoamericana iniziata con Monarca (la serie prodotta da Salma Hayek) e punta su attori che hanno già provato la loro bravura in altre serie (come Cardona in Narcos).

Diretta da Bernardo de la Rosa e David Ruiz, Che fine ha fatto Sara? vede nel cast Manolo Cardona, Carolina Miranda, Ginés García Millán, Claudia Ramírez, Eugenio Siller y Alejandro Nones.

Leggi anche

      Cerca