Phoebe Dynevor dopo Bridgerton sarà un'artista della ceramica

Da damina dell’Ottocento ad artista pioniera. Il prossimo ruolo di Phoebe Dynevor la porterà nelle fabbriche delle Midlands industriali negli anni ’20.

Netflix Un primo piano di Phoebe Dynevor in Bridgerton

L’abbiamo conosciuta tutti nel ruolo della delicata ottocentesca Daphne, nella prima stagione di Bridgerton. La britannica Phoebe Dynevor è figlia d’arte e ha una passione per Jane Austen, ma dopo il dramma in costume l’aspetta un futuro decisamente eclettico, a partire dal suo prossimo ruolo, che mette in luce l’empowerment di una ragazza della classe operaia diventata una famosa artista di ceramiche.

Come riporta Deadline, l'attrice sarà la protagonista di un film originale di Sky chiamato The Color Room, insieme a Matthew Goode. Una svolta che rappresenta il suo primo tassello post-Bridgerton e che la vedrà come nuova punta di diamante del cast. La regia è affidata a Ofelia Claire McCarthy, che dirigerà un film basato sulla sceneggiatura Rocliffe di Claire Peate.

Accanto alla giovane attrice troveremo anche David Morrissey (noto per The Walking Dead), Darci Shaw, Kerry Fox e Luke Norris. 

Phoebe Dynevor si sposterà dalle atmosfere regali di Bridgerton e interpreterà Clarice Cliff, un’artista della ceramica realmente esistita, che si fece conoscere dagli anni ’20, mentre lavorava nell'industria della ceramica di Stoke-on-Trent in Gran Bretagna. 

Clarice Cliff è considerata una pioniera, un punto di riferimento anche per i decenni successivi. Dalla fine degli anni ’20 il suo stile ha preso una svolta moderna, prendendo direzioni cubiste e andando a intercettare quella corrente che sarebbe stata chiamata Art Déco. Aveva creato il proprio negozio ed era diventata anche un’insegnante illustre delle sue tecniche.

È stata apprendista del famoso art designer Fred Ridgeway e la sua fama si deve in parte alla creazione della gamma “Bizarre”, lo stile che la connota, contrassegnato dall'uso di colori sgargianti e forme geometriche o floreali nella decorazione di piatti, teiere, tazze, brocche, ecc.

Il film racconta questa riscossa di una donna della working class, proveniente dalle Midlands industriali britanniche, piena di idee per le forme i colori delle ceramiche, tanto da impressionare il proprietario della fabbrica in cui lavorava.

Claire Peate, come riporta Deadline, ha raccontato la propria ispirazione nello scrivere questa storia.

Una giovane operaia si lascia alle spalle la sua triste realtà industriale ed entra nell’arcobaleno della Color Room, un mondo di gioia e possibilità.

Le riprese di The Color Room cominceranno alla fine di marzo a Stoke-on-Trent e Birmingham. Si prevede di far uscire il film nelle sale e su Sky Cinema entro la fine del 2021.

Leggi anche

      Cerca