Zack Snyder's Justice League: come Netflix ha 'salvato' il film

Il successo di alcuni show Netflix avrebbe aiutato a dare il via libera alla produzione della Justice League di Zack Snyder.

Warner Bros./HBO Un'immagine della Justice League

Dopo mesi di attesa, Zack Snyder's Justice League è disponibile anche in Italia a partire dalla giornata di giovedì 18 marzo 2021, su Sky Cinema Uno e NOW.

Si tratta di un piccolo, grande evento per ogni fan degli eroi DC, essendo infatti la "visione" definitiva del cinecomic uscito nelle sale nel 2017, pesantemente rimaneggiato dal regista Joss Whedon dopo che Zack Snyder decise di abbandonare il progetto per seri motivi personali.

In America il film è disponibile sia sul catalogo streaming di HBO Max che in alcuni cinema selezionati, una scelta dettata dalla volontà di riuscire a coinvolgere quanto più pubblico possibile (specie in tempo di emergenza sanitaria mondiale). 

In un'intervista con The Hollywood Reporter, la produttrice Deborah Snyder ha parlato del processo che ha portato Warner Bros. a finanziare la Snyder Cut, un'idea nata sui social - con una serie di petizioni che chiedevano a gran voce il rilascio della nuova versione - ma divenuta realtà solo dopo lunghi mesi di trattative.

Mettere mano ai 2650 effetti visivi da aggiungere alla pellicola originale è stato infatti un processo lungo e molto difficoltoso, specie per il fatto che la "luce verde" è arrivata solo a seguito di particolari pressioni da parte della stessa Snyder.

Abbiamo dovuto convincere Warner Bros. che ne sarebbe valsa la pena. La Cinema Advertising Association ci ha aiutato a mettere insieme alcune analisi su quale fosse la reale portata social inaugurata dalla campagna #SnyderCut. L'abbiamo confrontata con i principali show presenti su Netflix, in modo da poter analizzare il potere comunicativo dei nostri fan e quanto questi potessero tramutarsi in potenziali abbonati a HBO Max. 

Deborah Snyder ha quindi convinto Warner Bros. a "usare" la Snyder Cut di Justice League come un vero e proprio biglietto da visita, con l'obiettivo di fare abbonare al servizio HBO Max quanti più appassionati all'universo DC possibili.

Il successo di Netflix - il cui ottimo bacino di utenza si è dimostrato col tempo un fattore chiave per il diffondersi delle varie piattaforme streaming - è stato quindi fondamentale per l'approvazione di Zack Snyder's Justice League da parte dei vertici Warner Bros..

Oltre a dover ultimare gli effetti visivi del film, Zack Snyder ha girato due scene aggiuntive, inclusa quella che vede l'attore Jared Leto vestire nuovamente i panni del "suo" Joker (apparso per la prima volta nel Suicide Squad del 2016, diretto da David Ayer).

A maggio 2020, l'ex presidente di WarnerMedia Entertainment Robert Greenblatt ha inizialmente stimato che sarebbero stati necessari 30 milioni di dollari per ultimare la Snyder Cut. In seguito, è stato riferito che WarnerMedia ha superato - e di molto - quella cifra, arrivando a spendere oltre 70 milioni di dollari.

Nel cast del film troviamo Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Ray Fisher, Jason Momoa, Amy Adams, Ezra Miller, Jeremy Irons, Diane Lane e J.K. Simmons. 

Zack Snyder's Justice League sarà trasmesso in replica alle ore 21:15 del 20 marzo su Sky Cinema Uno. Il film è inoltre disponibile on demand su Amazon Prime Video, Apple TV e TIM VISION.

Leggi anche

      Cerca