Jane the Virgin: il finale della serie (e l'identità del narratore)

Ecco cosa succede nella puntata numero 100 della serie che ha riscritto le regole della commedia in TV.

The CW Jane, Xiomara e Abuela a casa Villanueva in Jane The Virging

Ha letteralmente riscritto le regole della comedy seriale e si è affermata come una delle produzioni più brillanti degli ultimi anni: Jane the Virgin, serie in 5 stagioni firmata The CW, ha acceso nel firmamento di Hollywood la stella di Gina Rodriguez (bravissima protagonista) e ha creato un vero e proprio “caso editoriale”.

Confezionata come fosse una telenovela colombiana trash e narrata da una voce fuori campo Jane the Virgin racconta le vicende della giovane Jane che, inseminata artificialmente per sbaglio durante una visita ginecologica, si ritrova ad essere incinta senza aver mai fatto l’amore in vita sua. Tra colpi di scena incredibili e svolte narrative deliberatamente assurde, lo show scivola via veloce per 100 puntate arrivando ad un finale che chiude tutte le story lines e risponde, finalmente, a ogni domanda. Prima su tutte: chi è il narratore che ci accompagna in tutti gli episodi?

Se non avete ancora visto l’ultima puntata scappate da questo articolo, altrimenti, ecco a voi un bel resoconto.

Come si concludono le vicende

  • Il villain più importante di tutte e cinque le stagioni, Rose, muore e Villanueva e Solano ritrovano finalmente la pace.
  • Jane riesce, finalmente, a coronare il suo sogno di diventare scrittrice e vende i diritti del romanzo ispirato alla sua vita, futuro bestseller, per la cifra record di mezzo milione di dollari.
  • Anche Rogelio raggiunge il suo scopo professionale: diventare un attore famoso in tutti gli Stati Uniti. La sua serie This is Mars viene acquistata da un network americano e lui e Xiomara decidono di trasferirsi a New York. Una scelta che fa molto soffrire Jane ma che, grazie alla saggezza di “abuela”, ci offre lo spunto per una bella riflessione sull’importanza dei cambiamenti e delle scelte che fanno prendere nuove direzioni alla vita.
  • Jane si sposa e, dopo tanto penare, scopriamo il destinatario finale dei suoi sentimenti
  • Svolta narrativa, l’ennesima, anche per Petra che dopo aver cambiato direzione tantissime volte finisce per diventare una grande amica di Jane e ottiene l’happy ending tanto desiderato: la proprietà dell’hotel, ma soprattutto la relazione con JR che si precipita al matrimonio della protagonista per ritrovare la sua amata.
  • Matrimonio anche per Alba che finalmente sposa l’amato Jorge ma non prima di essere diventata cittadina americana. 

Jane sceglie Michael o Rafael?

Nonostante Michael sia sempre stato l’amore della vita, Jane decide di sposare Rafael, il bellissimo proprietario di hotel con cui all’inizio della stagione non c’era troppo feeling, nonché padre del piccolo Mateo, figlio di Jane.

Michael, ricordiamo, torna con una forte amnesia procurata da Rose e un nuovo nome: Jason. Recupererà in seguito la memoria e proverà a riallacciare la relazione con Jane ma i due si troveranno molto cambiati e decideranno di divorziare. Michael/Jason deciderà di dedicarsi a se stesso, nelle terre libere del Montana, insieme a una cowgirl.

La relazione tra Jane e Rafael invece fa un ulteriore scatto. I due evolvono insieme e crescono come coppia fino alla scena del matrimonio finale che permette di rivelare anche l’identità del misterioso narratore, tenuto taciuto per 100 episodi.

Chi è il narratore della serie?

Tante sono state le ipotesi sull’identità della voce narrante di Jane the Virgin. La più quotata è sempre stata quella secondo cui quella voce bassa e profonda appartenesse al nonno di Jane, presenza importante ma mai vista nel corso della serie.

Il colpo di scena che nessuno poteva aspettarsi gioca invece con i piani temporali e rivela che a narrare le vicende è sempre stato il piccolo Mateo, figlio di Jane e Rafael. È infatti proprio lui a raccontare, in un futuro prossimo, la storia della sua famiglia.

Tutto si fa chiaro quando il piccolo Mateo riceve i complimenti di mamma Jane per la sua poesia d’amore declamata al matrimonio: “Mi sono esercitato con la bisnonna – dice – ha detto che sarei stato un bravo narratore”. A questa punto torna la voce fuori campo con il finale perfetto: “È per la cronaca: lo sono!”.

Qui sopra c'è la scena in questione, che consegna alla storia una serie che ricorderemo a lungo.

Vota anche tu!

Ti è piaciuto il finale di Jane the Virgin?

Leggi di più tra 5

Condividi

Leggi anche

      Cerca