Chi sono i Flag-Smashers? L'organizzazione e i suoi membri, tra fumetti e MCU

I Flag-Smashers sono pronti a conquistare il mondo: ecco la carta d'identità dei nuovi villain tra TV e fumetti.

Marvel Studios/Marvel Comics Il leader dei Flag-Smashers nel MCU e nei fumetti

Il 19 marzo 2021 è andato in onda il primo episodio di The Falcon and the Winter Soldier e, oltre a introdurre le storie dei suoi due protagonisti, la serie ha presentato un nuovo gruppo di villain chiamati Flag-Smashers.

Questi ultimi sono stati presentati dal personaggio di Joaquín Torres (interpretato da Danny Ramirez) dopo l'incredibile scena d'azione che ha aperto l'episodio intitolato "Il nuovo ordine mondiale".

I Flag-Smashers in The Falcon and the Winter Soldier

Seduti in un bar della Tunisia, Joaquín Torres e Sam Wilson stanno chiacchierando quando Torres scopre sul suo cellulare un indizio che porta all'organizzazione nota come i Flag-Smashers.

Marvel StudiosIl cellulare di Torres
Il simbolo dei Flag-Smasher

Evidentemente Sam Wilson non li conosce, così Torres gli spiega la loro natura:

Questi sono i tizi di cui preoccuparsi. Ho visto i loro programmi su alcuni forum online. Si fanno chiamare Flag-Smashers. Pensano che il mondo fosse migliore quando c'era il Blip. Fondamentalmente questa gente vuole un mondo unito e senza confini ed è per questo che hanno molti seguaci.

Il discorso è molto importante per 3 fattori:

  1. È un forte collegamento a quanto pianificato da Thanos nelle prime 3 Fasi del Marvel Cinematic Universe. Com'è noto, il Blip è il nome ufficiale dato all'uso simultaneo di tutte le Gemme dell'Infinito (visto alla fine di Avengers: Endgame). Questo ha scaturito il dimezzamento della vita nell'universo al fine di dare più spazio e più risorse agli esseri restanti
  2. Torres comunica al pubblico della serie TV qual è l'ideale dei Flag-Smashers, ossia un mondo unito senza confini. Come nella tradizione dei migliori cattivi di sempre, l'idea che smuove le azioni del villain è condivisibile. Ovviamente è il mezzo con cui questo vuole portarla a termine (atti di terrorismo su tutti) che risulta decisamente discutibile e che richiede l'intervento degli eroi
  3. L'ultimo utile indizio di Torres riguarda le tempistiche. È chiaro che i Flag-Smashers si sono formati (o comunque hanno iniziato a lavorare insieme) dopo gli eventi visti in Avengers: Endgame, quindi tra il 2023 e il 2024 del MCU

A questo punto è anche chiaro che il titolo del primo episodio - Il nuovo ordine mondiale - è dedicato a questo gruppo di villain.

I Flag-Smashers in azione

La prima volta che si vedono i Flag-Smashers in azione, si trovano davanti la Gasel Bank in Svizzera. Da quello che si intuisce, il loro intento è di rapinare la banca e di utilizzare i seguaci per seminare il panico per le strade al fine di non essere facilmente intercettati dalla polizia locale.

Marvel StudiosUn rapinatore con le borse piene di soldi
Il leader dei Flag-Smashers passa le borse con la refurtiva ai suoi seguaci

Durante la fuga dalla banca si assiste a ciò che forse non tutti si aspettavano: il leader dei Flag-Smashers - tale Karli Morgenthau, interpretata da Erin Kellyman - è incredibilmente forte, sembra avere dei superpoteri: da dove provengono?

I Flag-Smashers nei fumetti Marvel

Nei fumetti Marvel i Flag-Smashers intesi come gruppo non esistono. Esiste però un villain che si chiama Flag-Smasher e che è stato uno dei nemici di Capitan America.

Creato nel dicembre del 1985 da Mark Gruenwald e Paul Neary, Karl Morgenthau è il figlio di un banchiere svizzero (coincidenze?) che ha girato il mondo e che è diventato un diplomatico seguendo gli insegnamenti dell'amorevole padre. Quando quest'ultimo è morto durante una manifestazione non pacifica, Morgenthau ha deciso di rispondere alla violenza con la violenza convincendosi che questo era l'unico modo per perseguire la pace nel mondo. Il suo modus operandi lo ha portato a trasformarsi in Flag-Smasher (Spezzabandiera in italiano): un villain deciso ad abbattere le barriere tra popoli e nazioni.

Marvel ComicsFlag-Smasher e Capitan America
Flag-Smasher nei fumetti Marvel

John Walker, ovvero il nuovo Captain America presentato in The Falcon and the Winter Soldier è stato uno dei successori di Steve Rogers anche nei fumetti. Nel ruolo di Cap, Walker ha affrontato lo Spezzabandiera senza però uscirne vincitore. In un secondo momento, con il nuovo nome di U.S. Agent, Walker ha affrontato Flag-Smasher con l'aiuto di Falcon riuscendolo a sconfiggere.

Nei fumetti lo Spezzabandiera ha avuto due nuove identità, nel 2006 e nel 2015. Entrambe hanno, in modi diversi, perseguito gli ideali del personaggio originale.

Insomma, la storia di Flag-Smasher nei fumetti si è spesso incrociata con quelli che sono di fatto i protagonisti della serie Marvel Studios ed è chiaro che gli sceneggiatori hanno mescolato le carte per regalare al pubblico qualcosa di originale.

Le teorie sui Flag-Smashers in the Falcon and the Winter Soldier

Entrando nel campo delle teorie, si può pensare che gli Stati Uniti abbiano creato un nuovo siero del supersoldato per potenziare il loro Capitan America (aka John Walker) e che in qualche modo i Flag-Smashers ne siano entrati in possesso. È per questo motivo che il loro leader sarebbe fisicamente molto forte.

Un'altra "romantica" teoria sulle origini del leader dei Flag-Smashers riuarda proprio il miliardario playboy filantropo più famoso del MCU. I fan con una buona memoria ricorderanno che Iron Man 3 si apre con un flashback ambientato a Berna in Svizzera. In questo contesto Tony Stark festeggia la fine dell'anno 1999 con la scienziata Maya Hansen e nella stessa serata incontra il fondatore di A.I.M. (Advanced Idea Mechanics) Aldrich Killian.

Berna è la città di nascita del villain dei fumetti Flag-Smasher da cui la serie sembra prendere ispirazione. Essendo passati ben 25 anni da quel capodanno si può anche pensare che il leader dei Flag-Smasher possa essere un discendente di Killian o della stessa Hansen, rivelandosi clamorosamente figlia di Tony.

Qualora questa teoria si rivelasse vera Karli Morgenthau - il cui cognome potrebbe appartenere ai genitori adottivi - potrebbe voler vendicare la morte del padre biologico aka Tony Stark.

Per alimentare questa suggestione c'è proprio una battuta di Tony Stark in Iron Man 3 utile allo scopo. Quando nel 2013 Maya Hansen torna nella vita di Tony questo le chiede "Ehi non dirmi che in macchina c'è un figlio di 12 anni che non ho mai conosciuto" e Hansen risponde "ne ha 13". Maya poi, parlando con Tony, smentisce e cambia discorso chiedendo aiuto per la faccenda legata al progetto Extremis.

Ovviamente si tratta di una (mia) teoria tanto suggestiva quanto improbabile ma si sa che nel MCU tutto è connesso e nulla può essere escluso a prescindere.

Vota anche tu!

Qual è la tua teoria sui Flag-Smashers?

Leggi di più tra 5

Condividi

Per non perdere nemmeno un episodio di The Falcon and the Winter Soldier abbonatevi a Disney+!

Leggi anche

      Cerca