Chi è John Walker alias U.S. Agent nell'universo dei fumetti Marvel?

Ripercorriamo insieme la storia di una delle più celebri versioni oscure di Capitan America...

Marvel John Walker e Bucky nella cover di Captain America #334

In The Falcon and the Winter Soldier facciamo la conoscenza di un nuovo pretendente all'eredità di Capitan America. Ai due protagonisti dello show infatti, si aggiunge John Walker, interpretato nella serie da Wyatt Russell. Si tratta di una figura molto complessa, che con tutta probabilità darà del filo da torcere a Sam e Bucky, giocando un ruolo chiave nella gestione della scelta di un successore dell'eroe americano. Un personaggio che, come spesso capita nel MCU, non nasce per il franchise, ma ha avuto una lunga storia nei fumetti Marvel. E così, per poter affrontare al meglio la serie distribuita in questi giorni su Disney+, ripercorriamo le vicende della versione cartacea per rispondere alla domanda "Chi è John Walker?".

Un nuovo Capitan America

MarvelDettaglio della cover di Captain America #332

John Walker si presenta sulle pagine degli albi Marvel nel 1986 nei panni di un eroe molto particolare. La sua prima apparizione è infatti con l'identità di Super Patriota, un nuovo vigilante che si proponeva al pubblico come un nuovo simbolo americano, in sostituzione di Capitan America che raccontava essere ormai invecchiato e inadatto al ruolo. Per farlo, organizzò con il supporto del proprio manager Ethan Trump, una vera e propria campagna promozionale, fortuitamente supportata da un caso mediatico che ha coinvolto Steve Rogers, che durante una missione estera aveva ucciso un criminale, creando un incidente diplomatico.

Per Walker, la decisione di diventare il nuovo eroe americano derivava da un'ammirazione smisurata per il fratello maggiore, apparentemente morto in guerra (ma in realtà suicidatosi a causa della sindrome da stress post-traumatico). Questo lo aveva spinto a entrare nel programma Power Broker, che ne aveva enormemente aumentato la forza. Da qui era passato prima a lottare in una federazione di wrestling dove ha incontrato il sopracitato manager che si sarebbe occupato della sua carriera da supereroe.

Da questo punto di vista il balzo arriva quando la Commissione per il Controllo della Attività Superumane (segretamente manipolata da Teschio Rosso) obbligò Steve Rogers a scegliere se tornare ad agire sotto il completo controllo governativo o rinunciare allo scudo e all'identità di Capitan America. Fedele ai propri valori, decise di seguire quest'ultima strada, lasciando vacante la posizione. Super Patriota parallelamente era salito agli onori delle cronache grazie a un atto eroico e così, considerata l'impossibilità di coinvolgere figure come Falcon, fedeli a Steve Rogers, la Commissione decise di affidare a John Walker il ruolo di nuovo Capitan America.

Una vita da leader tra tanti gruppi differenti

MarvelDettaglio della cover di Dark Avengers #185

Il suo periodo come Sentinella della Libertà durò relativamente poco. Piano piano John Walker andò fuori controllo, dimostrandosi sempre più violento e intransigente. Quando la situazione sfuggì definitivamente di mano, si decise di richiamare Steve Rogers, restituendogli lo scudo in una cerimonia pubblica. Proprio in questa occasione ci fu un attentato alla vita di Walker, che restò apparentemente ucciso nell'attacco. In realtà la sua morte fu solamente inscenata, per permettergli di riemergere con una nuova identità, dall'immagine pulita e sotto il controllo della Commissione. Era nato così U.S. Agent, l'alias con cui è più noto questo personaggio.

È con questo nome principalmente che ha preso parte alle avventure di tanti gruppi di supereroi (e non solo), spesso con il ruolo di leader. Celebre è ad esempio il periodo in cui fu imposto alla guida dei Vendicatori della Costa Ovest, causando contrasti con il resto del team, nello stesso periodo peraltro in cui Visione si presentò nella sua versione bianca, rivista in WandaVision. 

Fra le altre squadre di cui ha fatto parte si citano gli Invaders, i Force Works, The Jury, la S.T.A.R.S. e gli Omega Flight. È stato anche membro di una formazione dei Vendicatori Oscuri, una versione del celebre team al soldo di Norman Osborn dalla dubbia moralità formata principalmente da villain che ricalcavano i membri originali più iconici, naturalmente in rappresentanza di Capitan America. In seguito a un infortunio molto grave, passò anche un periodo da "civile", occupandosi della celebre prigione per supercattivi Raft.

U.S. Agent, una figura ambigua e complessa

MarvelDettaglio della cover di Captain America: Sam Wilson #13

Ma quindi, chi è John Walker o U.S. Agent, che dir si voglia? È difficile spiegarlo in termini troppo netti. Si tratta di una figura ambigua che, pur non essendo positiva, non può essere totalmente definito un villain. Il suo primo nome Super Patriota in qualche modo lo rappresenta meglio degli altri che ha adottato nel corso della sua carriera. È una versione estremizzata dei sentimenti di fedeltà alla propria Nazione, che spesso lo spinge a superare limiti che un eroe non dovrebbe mai valicare.

Nel corso del tempo ha mostrato di essere decisamente conservatore, con una visione del mondo chiusa e rigida. Un atteggiamento che spesso lo ha fatto odiare dai suoi compagni di squadra, nonostante il valore che dimostrava sul campo di battaglia. Un modo di agire che a volte dimostrava anche un velato razzismo, sebbene mai portato all'estremo. Insomma, una posizione che, pur non toccando gli abissi dei peggiori villain Marvel, è ben lontana da quella positiva incarnata da Steve Rogers, con o senza scudo.

Cosa possiamo aspettarci dalla versione del Marvel Cinematic Universe?

Disney/Marvel StudiosAnthony Mackie e Sebastian Stan come Sam e Bucky in The Falcon and the Winter Soldier

In The Falcon and the Winter Soldier vediamo John Walker comparire già da subito, alla fine del primo episodio. Come nei fumetti, anche qui eredita lo scudo di Capitan America per scelta del Governo, sebbene in circostanze molto diverse. Sarà interessante scoprire le ragioni della sua scelta e se il suo carattere riprenderà quello della versione fumettistica. È probabile che nelle prossime settimane assisteremo a uno scontro tra lui e i due eroi del titolo, che renderà ancora più complicato il passaggio di testimone da Steve Rogers al suo eventuale successore.

Non è da escludere che, come negli albi, anche in questo caso la scelta di John Walker abbia una macchinazione di un villain alle spalle. Al posto di Teschio Rosso potrebbe esserci il Barone Zemo, già annunciato come villain dello show. Chissà che, una volta portata allo scoperto la minaccia di quest'ultimo, Sam e Bucky non si trovino a dover collaborare proprio con questo Capitan America "abusivo" per salvare il Paese (o il mondo) da conseguenze ancora peggiori. E soprattutto, chissà se rivedremo John Walker anche oltre i confini della serie TV, proseguendo il proprio percorso come U.S. Agent...

Insomma, questo personaggio ha indubbiamente un potenziale eccezionale e sarà interessante assistere alla sua evoluzione nelle prossime puntate. Non resta che attendere e godersi il viaggio su Disney+!

Leggi anche

      Cerca