Lee Aaker, l'attore bambino de Le avventure di Rin Tin Tin, è morto all'età di 77 anni

È diventato uno dei volti più popolari della TV negli anni '50 con il ruolo del piccolo Rusty ne Le avventure di Rin Tin Tin, ma è morto "solo e dimenticato". Lee Aaker si è spento a 77 anni, dopo aver vissuto brevemente il sogno di Hollywood.

ABC Lee Aaker ne Le avventure di Rin Tin Tin

È stato un volto iconico degli anni '50, ma dopo il grande successo è caduto nell'oblio e se n'è andato dimenticato da (quasi) tutti. Come riportano Deadline e The Hollywood Reporter, Lee Aaker, l'attore bambino de Le Avventure di Rin Tin Tin, è morto l'1 aprile 2021 per le conseguenze di un ictus. A dare la notizia è stato Paul Petersen, ex star della celebre sitcom The Donna Reed Show e fondatore dell'organizzazione A Minor Consideration, che segue e offre supporto di vario genere ai minori che lavorano nel mondo dello spettacolo. 

L'uomo ha condiviso un post sulla propria pagina Facebook, sottolineando la condizione di solitudine e indigenza in cui versava Aaker:

Dovete avere una certa età per ricordare Le avventure di Rin Tin Tin. Lee Aaker è morto l'1 aprile in Arizona, solo e dimenticato... registrato come 'defunto indigente'. In qualità di veterano dell'Aeronautica, Lee ha diritto a una sepoltura adeguata. Sto lavorando perché sia così. 

Lee Aaker ha fatto il suo debutto sulle scene giovanissimo. Nel 1952, all'età di 9 anni, è apparso in ben 8 film, tra cui Il più grande spettacolo del mondo e Mezzogiorno di fuoco. Nei due anni seguenti ha lavorato a diverse altre produzioni di Hollywood, ma il successo e la grande notorietà sono arrivati con la serie TV per ragazzi Le avventure di Rin Tin Tin.

Dal 1954 al 1959, Lee Aaker ha interpretato Rusty, un orfano "adottato" da una divisione della Cavalleria di stanza a Forte Apache. L'inseparabile compagno del ragazzino era un pastore tedesco di nome Rin Tin Tin e insieme i due vivevano grandi avventure, sotto l'occhio vigile del tenente Ripley "Rip" Masters (James Brown).

Le avventure di Rin Tin Tin è diventata un classico della TV per i più giovani ed è stata replicata a lungo dopo la sua conclusione (arrivata dopo 5 stagioni e 164 episodi). La serie ha lanciato la carriera di Lee Aaker, che negli stessi anni e in quelli immediatamente successivi ha preso parte a diverse produzioni per il piccolo schermo, come The Donna Reed Show, Disneyland, Make Room for Daddy e Lucy Show. 

Ma dalla metà del 1960, i ruoli per il giovane attore hanno iniziato a scarseggiare, fino a esaurirsi. All'età di 21 anni, Lee Aaker ha ricevuto una "liquidazione" di 10mila dollari (circa 83mila attuali) dallo studio che produceva Le avventure di Rin Tin Tin e ha trascorso gli ultimi anni del 1960 a viaggiare per il mondo come "una sorta di hippy".

L'ex bambino prodigio di Hollywood è tornato a lavorare nell'ambiente come produttore, ma senza grande fortuna. In seguito, ha fatto il falegname per quasi 20 anni ed è stato uno tra i primi insegnanti di sci per i bambini svantaggiati e le persone con disabilità a Mammoth Mountain, in California.

Aaker Lee è stato brevemente sposato e durante la sua vita ha combattutto con la dipendenza da alcool e droga. Paul Petersen ha raccontato che il protagonista de Le avventure di Rin Tin Tin era rimasto con "un solo parente che non poteva aiutarlo" e ha osservato che la morte di Aaker Lee ha segnato "un'altra triste fine di un attore bambino":

Esisti solo per compiacere le persone. E quando non servi più, ti lasciano tutti.

Le difficoltà e il dolore di Acker Lee non possono essere cancellati. Ma per quanto può valere, il ricordo dell'attore è ben vivo in tutti i piccoli spettatori (e non solo) che si sono divertiti ed emozionati con Le avventure di Rin Tin Tin.

Leggi anche

      Cerca