Lo scudo insanguinato di Captain America: Steve Rogers aveva mai ucciso nessuno nel MCU?

Dopo aver visto lo scudo insanguinato di Captain America nelle mani di John Walker ci domandiamo cosa accadrà nei prossimi episodi di The Falcon and the Winter Soldier e se Steve abbia mai compiuto un'azione altrettanto atroce.

Marvel Studios/Disney John Walker impugna lo scudo di Captain America in The Falcon and the Winter Soldier

Nel finale del quarto episodio di The Falcon and The Winter Soldier, John Walker (Wyatt Russell), il nuovo volto scelto dal governo degli Stati Uniti per rappresentare l'America, fa dello scudo di Captain America un'arma per ottenere la sua personale vendetta.

Nell'ultimo episodio trasmesso, John Walker, Lemar Hoskins, Sam Wilson e Bucky Barnes (con l'aiuto del Barone Zemo) tentano di stanare Karli Morgenthau e i Flag-Smashers dopo che nel precedente il gruppo aveva saccheggiato un magazzino del Comitato di Rimpatrio Globale per poi farlo esplodere. Se Sam e Bucky sperano di poter ragionare con Karli e farle capire quanto ci sia di sbagliato nella sua idea di creare un nuovo gruppo di super-soldati, John è di tutt'altra opinione. Quando giunge il momento del confronto tra i Flag-Smashers da una parte e John, Lemar e Sam e Bucky dall'altra, la situazione degenera velocemente. Nello scontro, Lemar viene ucciso involontariamente da Karli, che immediatamente dopo fugge via. La morte di Lemar scatena la rabbia violenta di Walker, che utilizza lo scudo per uccidere Nico, un altro membro dei Flag-Smashers. L'episodio si chiude con l'immagine del nuovo Captain America che regge lo scudo insanguinato che apparteneva a Steve Rogers.

Le conseguenze per il futuro

Il gesto compiuto da Walker non sarà presto dimenticato, soprattutto perché è avvenuto di fronte a una folla di persone che ha prontamente ripreso la scena.

Possiamo immaginare che la spietata azione avrà delle serie conseguenze. John Walker dovrà giustificare un gesto che di certo non rispecchia i valori che incarnava il Captain America di Steve Rogers. La conseguenza più probabile è che il veterano dovrà rinunciare allo scudo e quindi smettere i panni di Captain America.

Il percorso che Walker ha intrapreso e che continuerà a proseguire da ora in avanti ha dei legami con i fumetti Marvel. Anche se alcune cose sono diverse, c'è qualcosa di simile a quanto accade in Captain America #333, in cui è chiaro che, al contrario di Steve, Walker non è fedele al sogno americano, ma al governo degli Stati Uniti.

Nei fumetti Walker, sempre più combattuto tra il suo senso del dovere, il desiderio di essere all'altezza del suo compito e le sue tendenze più oscure, dimostra spesso di avere un'indole violenta.

Proprio come accade nel MCU, Walker alla fine viene spinto oltre il limite dalla morte di una persona cara. Nei fumetti si tratta dei genitori, in The Falcon and the Winter Soldier è l'amico Lamar.

Il risultato non cambia: John ha mostrato a tutti di che pasta è fatto, sporcando l'immagine simbolo di Captain America, un tempo legata sì alla forza, ma soprattutto alla rettitudine.

Nei fumetti, in seguito alle azioni di John, Steve fa un passo indietro e rivendica il ruolo che già era stato suo. Dobbiamo dunque aspettarci che ora sarà Sam a fare altrettanto? Accoglierà l'eredità di Steve mentre John risorgerà nei panni di U.S. Agent? Questa sembra l'opzione più probabile. Il trailer del prossimo episodio anticipa infatti un confronto tra John e il duo Sam/Bucky.

John Walker e Steve Rogers a confronto: le motivazioni che li animano

A questo punto qualcuno potrebbe obiettare che anche Steve Rogers ha ucciso in passato, è inevitabile per un soldato della Seconda Guerra Mondiale.

In Captain America - Il primo Vendicatore, Steve è sul campo di battaglia, lo vediamo usare armi in completa naturalezza e sconfiggere i nemici anche utilizzando lo scudo, perché per un soldato è necessario abbattere il nemico sul campo di battaglia. In quel momento, Steve combatte per il proprio paese ed evitare di uccidere significa venir ucciso o perdere i propri commilitoni.

Più tardi, in The Avengers, ritroviamo Steve alle prese, suo malgrado, con un mondo che lo disorienta. Anche se tutto attorno a lui è cambiato, Steve resta un eroe d'altri tempi, un uomo che non dimentica da dove proviene. Steve continua così a combattere contro i malvagi e non esita quando è il caso di abbattere gli avversari.

Lo stesso accade nei film successivi: Steve ha ucciso svariate volte, lo abbiamo visto con i nostri stessi occhi, e non ne è mai stato turbato. Al contrario di quanto accaduto a Bucky, costretto a uccidere contro la sua volontà, Steve lo ha fatto solo quando strettamente necessario, sul campo di battaglia, ben consapevole di fare la cosa giusta.

Lo stesso discorso non può essere fatto per John Walker. Da ciò che abbiamo visto nel quarto episodio di The Falcon and the Winter Soldier, il soldato, che pure come Steve ha ucciso in guerra, non è riuscito a distinguere tra una causa giusta e una sbagliata. Ha lasciato che a guidarlo fossero rabbia, odio e disperazione e ha usato la sua forza non per difendere qualcuno da un oppressore, ma per uccidere una persona che nulla aveva a che fare con la morte di Lemar.

Steve e Tony: quando Captain America ha combattuto contro Iron Man con lo scudo

Qualcuno potrebbe dire che anche Steve ha usato lo scudo quando si è trattato di risolvere questioni personali. In Captain America: Civil War, Steve lotta contro Tony facendo uso dello scudo che Howard Stark gli aveva donato molto tempo prima. La scena in questione è coreografata in maniera molto simile a quella che abbiamo visto recentemente in The Falcon and the Winter Soldier.

Tuttavia, c'è una differenza fondamentale: Steve usa lo scudo solo per fermare Tony, mai per ucciderlo. Perché la situazione che sta affrontando non è quella dei campi di battaglia durante la Seconda Guerra Mondiale, Steve qui si sta confrontando non con i soldati nazisti, né contro Ultron o Thanos, ma con un amico.

Anche se durante la lotta tra i due eroi Tony urla: “Quello scudo non ti appartiene. Non te lo meriti!”, le cose non stanno esattamente così.

Non dobbiamo infatti dimenticare che lo scopo di Steve è proteggere Bucky, il suo migliore amico. Ciò non significa che sia disposto a macchiarsi le mani del sangue di un innocente pur di farlo. Significa solo che Steve in quel caso è pronto anche a lasciare andare il suo titolo, a spogliarsi dello scudo e di tutto ciò che rappresenta. La scelta di Steve è ancora una volta una scelta onorevole. Quella di Walker lo è decisamente meno e il fatto che regga l'arma del delitto con orgoglio di fronte a tutti quelli che assistono alla scena è emblematico. 

Per scoprire come proseguirà la storia e cosa ne sarà dei personaggi, non ci resta che attendere venerdì 16 aprile e vedere il quinto episodio della serie (il penultimo) in streaming su Disney+.

Leggi anche

      Cerca